Sondaggi & Ricerche

Paci: “Non solo mare, puntiamo su siti e tradizioni esclusive”

di redazione
7 maggio 2018

Dalla ricerca dell’Eurispes “A Kentannos” emerge che gli italiani conoscono e apprezzano il mare e l’ambiente della Sardegna e inoltre si sentono accolti. «Sono due elementi niente affatto scontati e su cui occorre lavorare» ha affermato Raffaele Paci, assessore regionale alla Programmazione, chiudendo a Cagliari i lavori del convegno Eurispes.
La Regione ha invitato i comuni a costruire i loro progetti puntando sulle attrazioni esclusive che possono offrire. Identità e globalizzazione procedono a braccetto. C’è un patrimonio materiale da valorizzare (siti archeologici, ambiente, enogastronomia) e immateriale (canti a tenores, fuochi di Sant’Antonio, riti della Settimana Santa, pastoralismo). Ed è questo che occorre rafforzare perché «chi viene in Sardegna cerca emozioni, esperienze, esclusività, e noi dobbiamo essere in grado di offrirle» ha proseguito Paci, che è anche Vicepresidente regionale. Un trampolino per garantire il successo può essere la Dmo, ovvero la Distribuzione moderna e organizzata, alla cui legge di riforma sta lavorando l’Assessorato al turismo sardo. L’organizzazione, cioè, di tutte le imprese che fanno commercio innovativo.
«Bisogna potenziare i trasporti, tema fondamentale che solo l’Europa può risolvere, riconoscendo finalmente che siamo un’isola, periferica e che non ci sono alternative all’aereo» ha detto ancora Paci, ricordando che anche l’innovazione tecnologica è un punto di forza dell’Isola.