Europa – Il voto per i “compiti a casa”

Europa – Il voto per i “compiti a casa”

I Tg di martedì 17 maggio – Non sarà propriamente grazie ai “conti” del Paese, e forse l’atteggiamento conciliante dell’Europa ha a che fare con la complessiva crescita della credibilità dell’Italia. Sia come sia, i Tg registrano, quasi tutti in apertura, la concessione di 14 miliardi di flessibilità nel Bilancio dello Stato 2016. Doppio titolo […]

Matteo Renzi – Sul principio di non contraddizione

Matteo Renzi – Sul principio di non contraddizione

I Tg di lunedì 16 maggio – Tra i capisaldi della logica classica figura il principio aristotelico che stabilisce come, se una proposizione A è vera, il suo contrario non può esserlo. Se il premier nelle scorse settimane aveva dichiaratamente vincolato il futuro della sua attività politica all’esito del referendum costituzionale di ottobre, l’odierno intervento […]

Auguri al Tg2

Auguri al Tg2

I Tg di martedì 15 marzo – Le aperture sono sul pomeriggio di terrore a Bruxelles, e molti sono gli aggiornamenti che giungono in diretta. Le testate Mediaset ripropongono le immagini del Bataclan, ma la caccia all’uomo da parte dei servizi belgi e francesi segnala che la situazione è a parti invertite: i buoni braccano […]

“Selfie” di Donne

“Selfie” di Donne

L'importanza di dare un senso di appartenenza ai comportamenti e alle scelte delle donne, affinchè il “selfie", oltre che divertire, possa rendere un'immagine nitida e consapevole del “sè”, fondamentale per affrontare le sfide presenti e future.

Mantenimento dei figli maggiorenni? La Cassazione cambia orientamento

Il dovere dei genitori, separati o non, di “mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori dal matrimonio”, sancito dall’articolo 30 della Costituzione e dagli articoli 147 e seguenti del codice civile, non cessa con il raggiungimento della maggiore età, ma perdura fino a quando i figli, anche maggiorenni, non abbiano raggiunto un’indipendenza […]

Tempi lunghi per i separandi. Quali saranno i risultati della riforma?

Tempi lunghi per i separandi. Quali saranno i risultati della riforma?

Ammontano a circa 50 milioni di euro all’anno secondo l'Eurispes i costi che il sistema giudiziario, e quindi lo Stato, deve sostenere per separazioni e divorzi, con una media di 815 euro a procedimento. A migliorare la situazione è intervenuto il D.l. 132/2014 con la riduzione dei tempi per porre fine ad un'unione. Solo nei prossimi anni però si potranno osservare i risultati ottenuti.