È davvero la Brexit a preoccupare e agitare la grande finanza?

È davvero la Brexit a preoccupare e agitare la grande finanza?

Il risultato del referendum sulla Brexit avrà certamente un effetto profondo sull’economia britannica, sull’Unione europea e sul suo processo di integrazione. Chi ci ha letto in passato sa che noi siamo sempre stati fautori di un’Europa forte, solidale e sovrana. Nondimeno ci sembra esagerata la reazione sia dei mercati che delle istituzioni finanziarie europee ed […]

Interventi per il Sud, per ora in stand by

Interventi per il Sud, per ora in stand by

I prossimi giorni serviranno a capire le reali intenzioni di Palazzo Chigi sugli interventi per il Mezzogiorno da inserire nella legge di Stabilità. Il voto sugli emendamenti in commissione Bilancio sarà decisivo.

Fed e Bce corrono in direzioni opposte

Fed e Bce corrono in direzioni opposte

Quando la Fed decide le sue più importanti politiche monetarie lo fa nel suo interesse nazionale e del sistema del dollaro. La Bce ha imparato ad imitarla.

I Brics verso il G20 turco

I Brics verso il G20 turco

I BRICS intendono rilanciare il ruolo del G20 come “primo forum internazionale di cooperazione finanziaria ed economica”, soprattutto nella definizione di una nuova architettura finanziaria internazionale che tenga conto dell'economia reale. La presidenza della Cina del G20 l'anno prossimo dovrebbe essere il primo banco di prova verso la riforma della governance del Fondo Monetario Internazionale.

Mercati finanziari ostaggio di computer-speculatori

Mercati finanziari ostaggio di computer-speculatori

Le operazioni “high frequency trading” rappresentano il 70% di tutte le transazioni borsistiche negli Usa e circa il 40% di quelle effettuate in Europa. Operazioni che avvengono tramite sofisticatissimi software ultra veloci, guidati da complicati algoritmi matematici, e con l’intento di lucrare su piccolissime variazioni di valore.

Pagina 1 di 212