Senato ad alta tensione

Senato ad alta tensione

L'alta tensione dei lavori al Senato rischia di spaccare nuovamente il PD. Bersani continua ad essere critico con la maggioranza del suo partito per aver accettato il “soccorso azzurro” dei verdiniani.

Senatus Populusque Vulgaris

Senatus Populusque Vulgaris

I Tg di lunedì 5 ottobre – La scorsa settimana avevamo parlato, con apparente disincanto, delle comiche in scena a Palazzo Madama, che prestandosi facilmente ad essere riprese dai Tg, venivano ad oscurare i contenuti della Riforma Costituzionale, il cui livello di dibattito è già di per sé avvilente. Venerdì c’eravamo chiesti, retoricamente, se questo […]

Il Senato che ci meritiamo?

Il Senato che ci meritiamo?

I Tg di venerdì 2 ottobre – Passata in Sardegna la prima ondata di piena autunnale, monta come è giusto ed inevitabile l’ondata di proteste e polemiche . Le alluvioni in Sardegna e Sicilia sono apertura per Tg4, che vi dedica oltre 12 minuti, e titolo per tutti gli altri. Questa volta, oltre alle consuete […]

A sorpresa il taglio dell’Ires per rilanciare il Sud

A sorpresa il taglio dell’Ires per rilanciare il Sud

Palazzo Chigi e il ministero dell’Economia continuano a delineare il contenuto della Legge di stabilità che dovrà essere pronta nel giro di due settimane. A sorpresa potrebbe arrivare un taglio dell’Ires già durante il prossimo anno. Lo sconto potrebbe però riguardare solo le società aventi sede nel Mezzogiorno. Un “banco di prova” che aprirebbe poi […]

Segnali di ripresa mentre si guarda alla legge di stabilità

Segnali di ripresa mentre si guarda alla legge di stabilità

La riforma costituzionale dovrebbe vedere luce entro i prossimi giorni. Intanto continuano a tenere banco i temi dell'economia. Ieri, il presidente del Consiglio ha elencato le sue priorità, a partire dal taglio delle tasse. Nel 2017 toccherà all'Ires, nel 2016 all'imposta sulla prima casa.

“Irricevibili”, ma l’ostuzionismo rimane con 383.500 emendamenti

“Irricevibili”, ma l’ostuzionismo rimane con 383.500 emendamenti

Il Presidente del Senato ha definito irricevibili i 72 milioni di emendamenti presentati dal leghista Roberto Calderoli che, citando una famosa battuta di un film interpretato da Alberto Sordi, ha detto che da ora in poi, in Senato, vigerà il regolamento del Marchese del Grillo. Sul campo restano comunque 383.500 emendamenti.

Il Parlamento del Grillo

Il Parlamento del Grillo

I Tg di martedì 29 settembre – Ci hanno pensato le dichiarazioni di Calderoli in Parlamento a scaldare la serata su di un tema che ora appare una minestra riscaldata, e che invece nelle scorse settimane ha infiammato la politica e l’informazione. Se non fosse stato per il riferimento di Calderoli al Marchese del Grillo, […]

Il destino del Senato e l’attesa per le unioni civili

L'ipotesi che il Senato sia destinato a diventare una Camera alta senza più le stesse competenze di Montecitorio mette apparentemente tutti d'accordo, anche tra i ranghi della minoranza dei Dem. Mentre la posizione del Governo sulle unioni civili è netta: sui diritti, non ci saranno “compromessi al ribasso”.

La tortura? Perché no!

La tortura? Perché no!

I Tg di giovedì 25 giugno – Per Mediaset evidentemente le regioni italiane non sono 20, bensì 3. Questo si ricava dalle edizioni serali di Tg5, Tg4 e Studio Aperto, che parlano di un “vertice inutile” (titolo Tg4) a proposito dell’odierno incontro con il governo sul tema accoglienza, inquadrando solo i governatori di Veneto, Lombardia […]

Il confine della “buona scuola”

Il confine della “buona scuola”

Il ddl di riforma del sistema scolastico rischia di ridisegnare i confini della maggioranza di governo. Ieri Stefano Fassina, esponente della sinistra del Pd, ha detto addio al partito guidato da Renzi con un j'accuse ai vertici del partito: “Io credo che sia il momento, per quanto mi riguarda, di prendere atto che non vi sono più le condizioni per andare avanti nel Pd e insieme ad altri proveremo a costruire altri percorsi. Tutti i lavori di Camera e Senato di oggi.

Pagina 4 di 6« Prima...23456