Berlusconi, “il responsabile”

Berlusconi, “il responsabile”

I Tg di lunedì 26 giugno – I risultati delle comunali, con la coalizione di centrodestra che vince in quasi tutti i confronti diretti con il centrosinistra, dominano sulle aperture assorbendo anche metà edizione sui Tg delle 20, con 4 titoli per Tg1. Mentre le minori Mediaset rilanciano “il trionfo” dei moderati, l’appello di Salvini […]

A 4 giorni dai ballottaggi, ricompare la politica

A 4 giorni dai ballottaggi, ricompare la politica

I Tg di martedì 20 giugno – Aperture diversificate nei Tg di serata, ma comunque centrate sulla politica. La7 esordisce con la politica parlamentare e con la giornata delle mozioni sul caso Consip. La sintesi? Con la benevolenza di Forza Italia e di Ala la maggioranza ha “difeso” Lotti e indicato la via d’uscita a […]

L’Europa “risvegliata” dal Papa che viene dalla fine del mondo

L’Europa “risvegliata” dal Papa che viene dalla fine del mondo

I Tg di venerdì 24 marzo – La vigilia delle commemorazioni per i 60 anni dalla firma dei patti di Roma vive nei Tg di serata dell’incrocio tra i temi della sicurezza e gli interventi odierni di Mattarella e Papa Francesco. L’ordine è “inverso”: sulle scalette TgLa7 e delle testate Mediaset ha il sopravvento il […]

Roma – Quando l’apertura si impone…

Roma – Quando l’apertura si impone…

I Tg di lunedì 30 maggio – Tutte le testate, con l’eccezione di TgLa7, aprono sulla ragazza ventiduenne bruciata viva dall’ex fidanzato nella periferia sud della Capitale. Inevitabile, forse, vista l’agghiacciante sequenza che ha portato l’uomo a inseguire nottetempo la ex, ad abbordarla con la sua macchina, a cospargerla di alcool e a darle fuoco. […]

Hiroshima – Guerra e pace

Hiroshima – Guerra e pace

I Tg di venerdì 27 maggio – La serata dell’informazione si apre per tutte le testate con la visita di Obama al memoriale di Hiroshima. L’omaggio del presidente americano, il primo a recarsi nella città giapponese su cui, 71 anni fa, detonò la prima bomba atomica, ottiene ovunque coperture dignitose. Nel luogo che ha generato […]

Quando le notizie “parlano da sole”

Quando le notizie “parlano da sole”

I Tg di giovedì 18 giugno – Le notizie, i fatti, questa sera sono tanti: il brivido Grecia, l’enciclica di Francesco, le frontiere (Tarvisio e Ventimiglia) collo d’imbuto dell’emergenza profughi, Marino che rilancia fino al 2023, De Luca proclamato Presidente e in attesa dell’imminente sospensione, il ventunenne bianco che in South Carolina entra in una chiesa metodista frequentata da gente di colore e spara uccidendo 9 persone solo “perché negre”, con Obama che autocriticamente afferma che “nei paesi più civili” il razzismo è bandito, e che gli Usa non sono in quel novero.

Immigrazione e solidarietà spontanea

Immigrazione e solidarietà spontanea

I Tg di martedì 16 giugno – Il braccio di ferro Italia-Ue sull’immigrazione, le pene di Renzi per l’esito dei ballottaggi, la Grecia che sembra allontanarsi dall’Europa: questi i temi che si dividono le aperture dei Tg di serata. Tg5 apre su quest’ultimo tema, segnalando una situazione cha appare irrecuperabile e che porterà con ogni probabilità ad un vertice straordinario domenica prossima a Bruxelles. TgLa7 sottolinea le parole durissime di Juncker contro Tsipras “racconta bugie al suo popolo..”), e di Tsipras contro l’FMI (è responsabile di politiche criminali ...). C’è solo da augurasi, che si possa immaginare la quiete dopo la tempesta.

L’Europa senza frontiere (!?!)

L’Europa senza frontiere (!?!)

I Tg di lunedì 15 giugno. La sconfitta del Pd nei ballottaggi è in apertura su tutti i Tg, ma quelli Rai hanno in primissimo piano lo scontro Francia-Italia e l’aggiornamento sulla situazione di Ventimiglia e sui profughi bloccati davanti quelle che non dovrebbero esser più delle frontiere. Per la politica va in onda un po’ su tutti la prima sconfitta “senza se e senza ma” del Pd di Renzi, che perde la guida di diversi comuni al nord come al sud, e ne conquista solo 2. Forza Italia che rialza la testa è in primissimo piano su Mediaset, con Berlusconi che appare ringalluzzito e Toti che funge da suo profeta.