lunedì, agosto 20, 2018

Osservatorio TG

tragedia

Tragedia europea

I Tg di martedì 24 marzo: la tragedia del volo della Germanwings da Barcellona a Dusseldorf precipitato nelle Alpi francesi monopolizza le aperture di tutti i Tg. Il dramma che investe direttamente la Spagna e la Germania per le 150 vittime risulta al momento inspiegabile, vista l’assenza di qualsiasi comunicazione da parte dei piloti nei 10 lunghissimi minuti in cui l’aeromobile ha perso quota. La mobilitazione delle autorità francesi e tedesche (Merkel e Hollande in primo luogo) che intervengono immediatamente, a poche ore dalle prime notizie del disastro, dà al contempo il senso della commozione e della mobilitazione per arrivare a scoprirne le cause.
politica

La politica “pancia a terra”

Tg di lunedì 23 marzo: un Renzi in pole position sulle testate Rai e La7 per la vicenda dell’interim per il ministero delle infrastrutture e per l’ulteriore puntata della resa dei conti con la variegatissima e litigiosa sinistra del Pd.
mafia

Mafia: Il mondo di sopra

I Tg di giovedì 4 giugno. L’apologo contenuto in una delle intercettazioni di Carminati collocava lui stesso e i suoi sodali (Buzzi & C) nel mondo di mezzo, quello che mette in comunicazione la base della piramide popolata dai “morti”, ovvero la gente comune, con i “vivi” che stanno “di sopra” e comandano su tutto e tutti.

Tg investiti dal maltempo

Il maltempo imperversa nel Paese e conquista ancora una volta le aperture ed ampio spazio su Mediaset, Tg1 e Tg2, mentre Tg3 e TgLa7 privilegiano rispettivamente l’attesa per i primi colpi di bazooka di Draghi e i dati di Frontex che – guardate un po’ – ci racconta che dalla quarta sponda attendono di raggiungere l’Europa tra mezzo milione e un milione di profughi. Il Ministro Gentiloni ha invitato a non fare allarmismi, ma le testate Mediaset sembrano piacevolmente cadute dalle nuvole e rilanciano l’allarme terrorismo, di cui per altro il responsabile di Frontex non ha dato alcuna conferma.

Un calcio alla decenza e alla cultura

I Tg di giovedì 19 febbraio – Tutte le testate, con l’eccezione di Tg3, aprono con lo scempio nel centro di Roma ad opera degli holligans olandesi nella Capitale per un incontro di calcio.

Video-lottizzazione a destra?

I Tg di mercoledì 3 giugno. Rom e immigrati. La campagna delle regionali è finita ma l’inerzia di moto, con colonna sonora a base di slogan leghisti, continua a manifestarsi nell’informazione di serata, una parte della quale ha indossato e indossa le felpe di Salvini come se si trattasse di una linea griffata.
violenza

Assuefatti alla violenza?

I Tg di venerdì 20 marzo: tutte le edizioni traboccano di servizi da Tunisi e di interviste con i primi italiani rientrati oggi che raccontano le drammatiche ore dell’attentato al Museo del Bardo. Anche se qualcuno antepone la pagina di politica dedicata all’addio di Lupi giunto subito dopo l’intervento in Parlamento, il primo atto terroristico targato Isis che ha colpito direttamente cittadini italiani rimane centrale nelle scalette di serata.

A reti (quasi) unificate

La politica interna di certo non manca, ma i temi affrontati almeno stasera non riproducono il tradizionale “conflitto” di cui si è nutrita la Tv italiana, pubblica e commerciale, per lunghissimi anni.

I magnifici 7

I Tg di lunedì 1 giugno – Per i Tg Mediaset “magnifici” tra i nuovi presidenti regionali sono solo Toti e Zaia. Tg5 quanto...

Eppur si muove!

Qualcosa sembra muoversi sia in Italia che a Bruxelles, ma la direzione non è ancora ben definita. Partendo dall’Europa, la promessa della Commissione di un impegno reale sulle stragi nel Mediterraneo, nel giorno dell’ulteriore strage di 10 migranti e dei quasi mille salvati da Triton fa ipotizzare che a maggio qualcosa cambierà, mentre la consapevolezza che non si tratti di un “problema italiano” avanza, pur se lentamente.
di Corrado Giustiniani
È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno, mentre a [...]
Intervista
di Corrado Giustiniani
La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non [...]

Opinioni

International
di Marco Omizzolo
Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito [...]
Approfondimenti
di redazione
Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il [...]

Osservatorio TG

Informazione
di redazione
Matteo Salvini protagonista della televisione: dal 4 marzo in poi la sua presenza segna un’impennata nei servizi delle principali [...]

Recensioni

International
Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di [...]
di Alfonso Lo Sardo
Recensioni
La “Questione Meridionale” è un “caso eclatante di procreazione in laboratorio”, nata con l’Unità d’Italia che divise definitivamente [...]
di redazione
Recensioni
In Italia sono circa 15 mln gli incerti che non hanno orizzonte lavorativo stabile e non riescono a progettare il futuro. Il saggio di [...]
di Massimiliano Cannata
Recensioni
La drammatica vicenda della nave di Medici senza Frontiere “Aquarius” e il Consiglio europeo di fine giugno sulla modifica del [...]
di Corrado Giustiniani
Società
La democrazia non si trova in natura: è un prodotto artificiale, frutto della ragione e del desiderio di libertà. Se non è curata, [...]
di Alfonso Lo Sardo