L'opinione

Donaldgate?

118

I Tg di mercoledì 17 maggio –Scelte agli antipodi per gli esteri. Mentre su Rai e La7 il possibile Donaldgate, come conseguenza del Russiagate, è assai alto e nei titoli di Tg1, Tg3 e TgLa7, su Mediaset lo troviamo appena accennato. Donaldgate, abbiamo detto. In realtà a esprimersi per il possibile impeachment del Presidente Trump è soprattutto Mentana, che vi dedica 2 titoli, il secondo dei quali sulla fibrillazione delle borse e la caduta del dollaro che rappresenterebbero un segnale a conferma che l’ “affare si ingrossa”. TgLa7 segnala che per la prima volta nel Congresso è risuonato il termine “impeachment”. Mentre anche alcuni leader repubblicani chiedono di capire quali sono stati i rapporti tra lo staff di Trump e l’entourage di Putin, e perché il capo dell’Fbi è stato silurato. I riflessi delle tensioni americane hanno raggiunto Gentiloni a Mosca (titoli o servizio “alto” per Rai e La7), dove Putin ha parlato della follia Usa scatenata contro Trump dai mezzi di comunicazione (anche perché lui problemi del genere non li ha (più) in patria).

Per gli interni si “accelera” sulla legge elettorale ad opera del Pd, che riceve i consueti attacchi dai Cinque Stelle cui si sommano quelli delle opposizioni (Lega esclusa). Nei titoli per Tg1 e, immancabilmente, su La7. La Consip compare ancora una volta (e a lungo) in quel di Mentana, che segnala che oltre le schermaglie della politica oramai la tensione è massima anche tra le Procure (Roma e Napoli).

I dati deprimenti dell’Istat sono ripresi da tutti, secondo diverse sfaccettature Apertura su Tg5, che invita a commentare Brunetta e Ichino. Un po’ troppo “sloganistica” da parte dell’Istat (ripresa per altro da tutti i Tg) la ventilata scomparsa della classe operaia e del ceto medio: come se fosse una novità!

Per la cronaca tutti riportano la sentenza sulla Jolly Nero, che ha generato vibrate proteste da parte dei familiari delle vittime della torre del porto di Genova abbattuta dal cargo. Anche il grave incidente del campione motociclistico Hayden è trasversalmente ripreso (titoli per Studio Aperto, Tg4, Tg1 e Tg5).

Una volta tanto il Parlamento ha licenziato quasi all’unanimità una legge: quella sul cyber-bullismo. E’ cosa buona e giusta, e così la giudicano tutte le testate. Tg1 titolano sulla giornata contro l’omofobia. Buone coperture e testimonianze anche su Tg3, che inoltre propone un servizio non scontato sull’aumento dei morti e degli incidenti sul lavoro nei primi mesi dell’anno.

Altre opinioni dell'Autore
Video

Non è più un lusso. Intervista a Martin Elsner, Rocco Forte Hotels

il turismo di lusso – solitamente immune a cali di profitto – ha registrato numerose cancellazioni e perdite dovute al periodo di lockdown che ha interessato tutto il mondo. Come si è riorganizzato questo settore?
di Emilio Albertario
Video

Zavoli, il socialista di Dio

      Non ho ricordi personali di Sergio Zavoli, se non la sua firma sotto la mia lettera di assunzione in Rai, 36 anni...
di Emilio Albertario
Metafore per l'Italia

Un piano straordinario di investimenti pubblici

«Quello che serve è un piano straordinario di investimenti pubblici, finalizzato al riassetto del Paese. Un piano che acquisti evidenza per ampie...
di Gian Maria Fara
Il punto a Mezzogiorno

Mezzogiorno: tre strade per ribaltare un destino già segnato

Secondo Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia, sono tre i passaggi obbligati per riuscire a riempire di contenuti e progettualità una “partenza nuova” alla quale in qualche modo ci obbliga il Recovery Fund per il Mezzogiorno.
di Nino Foti
scuola

Scuola, rischio abbandono con l’emergenza Covid. Le misure di sicurezza rischiano di favorirlo

Scuola, la chiusura forzata ha modificato profondamente le abitudini degli studenti e il lockdown potrebbe avere come effetto negativo l’aumento repentino degli abbandoni scolastici.
di Ilaria Tirelli
Ambiente

Bonus bici, impennata delle vendite. Ma l’Italia è un Paese bike friendly?

Il “bonus mobilità” – dedicato all’acquisto delle due ruote, ma anche monopattini elettrici, stabilito dal Governo nel decreto Rilancio –, ha fatto impennare le vendite che si stima, da maggio, siano state tra le 500 e le 600mila.
di Valentina Renzopaoli
Economia

Commercio elettronico: un fenomeno in crescita continua

Con la complicità del Coronavirus, il commercio elettronico prosegue nella sua marcia trionfale, alla conquista di nuovi consumatori. La sua crescita era già una tendenza consolidata, ma le trasformazioni registrate alla luce del virus, con il lockdown che ne è derivato, con le relative limitazioni e restrizioni, hanno causato una accelerazione.
di Alfonso Lo Sardo
Cultura

Arte, l’opera dell’art director Lorenzo Marini in mostra a Venezia

Negli spazi della Fondazione Bevilacqua La Masa, a piazza San Marco a Venezia. “Dal silenzio alla parola”, un’antologica di trenta opere che, oltre a un itinerario estetico, si configura come un percorso dello spirito che racconta i quarant’anni di carriera artistica di Lorenzo Marini.
di Massimiliano Cannata
Video

Uno sguardo dal ponte

        Come nel film di Sidney Lumet – tratto da un dramma di Arthur Miller – vogliamo anche noi scattare una foto cruda...
di Emilio Albertario
Sicurezza

Sicurezza, nel periodo del lockdown diminuiscono gli omicidi ma aumentano i femminicidi

Durante il periodo del lockdown è diminuito il numero totale degli omicidi, ma non degli omicidi con vittime di sesso femminile. È uno dei dati più significativi che emerge dal Report elaborato dalla Direzione Centrale della Polizia criminale - Servizio Analisi Criminale, diretta dal Prefetto Vittorio Rizzi. I numeri.
di redazione