L'opinione

Donaldgate?

110

I Tg di mercoledì 17 maggio –Scelte agli antipodi per gli esteri. Mentre su Rai e La7 il possibile Donaldgate, come conseguenza del Russiagate, è assai alto e nei titoli di Tg1, Tg3 e TgLa7, su Mediaset lo troviamo appena accennato. Donaldgate, abbiamo detto. In realtà a esprimersi per il possibile impeachment del Presidente Trump è soprattutto Mentana, che vi dedica 2 titoli, il secondo dei quali sulla fibrillazione delle borse e la caduta del dollaro che rappresenterebbero un segnale a conferma che l’ “affare si ingrossa”. TgLa7 segnala che per la prima volta nel Congresso è risuonato il termine “impeachment”. Mentre anche alcuni leader repubblicani chiedono di capire quali sono stati i rapporti tra lo staff di Trump e l’entourage di Putin, e perché il capo dell’Fbi è stato silurato. I riflessi delle tensioni americane hanno raggiunto Gentiloni a Mosca (titoli o servizio “alto” per Rai e La7), dove Putin ha parlato della follia Usa scatenata contro Trump dai mezzi di comunicazione (anche perché lui problemi del genere non li ha (più) in patria).

Per gli interni si “accelera” sulla legge elettorale ad opera del Pd, che riceve i consueti attacchi dai Cinque Stelle cui si sommano quelli delle opposizioni (Lega esclusa). Nei titoli per Tg1 e, immancabilmente, su La7. La Consip compare ancora una volta (e a lungo) in quel di Mentana, che segnala che oltre le schermaglie della politica oramai la tensione è massima anche tra le Procure (Roma e Napoli).

I dati deprimenti dell’Istat sono ripresi da tutti, secondo diverse sfaccettature Apertura su Tg5, che invita a commentare Brunetta e Ichino. Un po’ troppo “sloganistica” da parte dell’Istat (ripresa per altro da tutti i Tg) la ventilata scomparsa della classe operaia e del ceto medio: come se fosse una novità!

Per la cronaca tutti riportano la sentenza sulla Jolly Nero, che ha generato vibrate proteste da parte dei familiari delle vittime della torre del porto di Genova abbattuta dal cargo. Anche il grave incidente del campione motociclistico Hayden è trasversalmente ripreso (titoli per Studio Aperto, Tg4, Tg1 e Tg5).

Una volta tanto il Parlamento ha licenziato quasi all’unanimità una legge: quella sul cyber-bullismo. E’ cosa buona e giusta, e così la giudicano tutte le testate. Tg1 titolano sulla giornata contro l’omofobia. Buone coperture e testimonianze anche su Tg3, che inoltre propone un servizio non scontato sull’aumento dei morti e degli incidenti sul lavoro nei primi mesi dell’anno.

Altre opinioni dell'Autore
Informazione

Comunità sostituite da “communities”. L’identità corre sui social

Ha un senso oggi parlare, nel nostro Paese, di comunità? Quand'é che un insieme di persone diventa una comunità e in quale circostanza perde questa sua connotazione?
di Alfonso Lo Sardo
Economia

Fed e Bce: la simmetria accomodante nelle politiche monetarie

Il mese di luglio ha registrato importanti segnali e decisioni riguardo le prospettive di politica monetaria sulle due sponde dell’Atlantico. Sia la Bce che la Fed hanno fornito elementi di valutazione delle prossime mosse in questo àmbito, sul fronte europeo, e una decisione concreta in casa americana.
di Antonio De Chiara
Politica

L’educazione civica torna sui banchi di scuola. L’Eurispes applaude

Con l’approvazione da parte del Senato del Ddl sull’introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica, la materia sarà reintrodotta nella scuola primaria e in quella secondaria. Al tema il magazine L’Eurispes.it ha dedicato una “campagna” di informazione e aperto un vero e proprio dibattito, consultando insegnanti, esperti di diritto e politici.
di redazione
International

Religione in Russia. Gli ortodossi praticanti sono solo il 3%. “Servono più sacerdoti”

Quanti sono i cittadini russi di religione ortodossa? Quanti i credenti-praticanti? Quale ruolo svolgono la Chiesa Ortodossa e l’associazionismo cristiano nella società russa? A queste domande ha messo un punto fermo una recente ricerca sociologica.
di Evpati Selov
International

Sudafrica, il Pil torna a volare. Ma la disuguaglianza alimenta l’immigrazione

I BRICS ospitano, in totale, circa il 42% della popolazione mondiale, ricoprono circa il 25% dell’estensione terrestre e il loro Pil ammonta...
di Bartolomeo Gatteschi
Cultura

Scuola e formazione. Italia, Paese delle riforme mancate

In Italia, i dati sulla dispersione scolastica, indice sensibile della qualità del sistema scolastico di una nazione, mostrano un generale miglioramento della...
di Roberto Bevacqua
Europa

L’Europa? Mattiello: “Un condominio litigioso dove ci si fa concorrenza sleale”

Sognare una “Repubblica d'Europa” che ricoscopra valori comuni, scavalchi le demagogie dei nazionalismi, costruisca una nuova realtà politica, economica e culturale: è l'idea proposta nel libro La Repubblica d'Europa (Add Editore). Ne parliamo con Davide Mattiello, coautore del testo.
di Pina Sodano
International

La riscossa dell’Uzbekistan, Paese “in fiore” dell’Asia Centrale

La Repubblica dell’Uzbekistan sta vivendo da tempo un lungo processo di trasformazione interna, e la sua posizione geografica la rende un punto focale della Nuova Via della Seta e luogo di interconnessione con l’intero mercato euroasiatico. L'analisi
di Giuliano Bifolchi
Società

Vita di coppia ancora tra i “massimi” desideri. Anche senza figli per 7 su 10

La vita di coppia è ancora una delle aspirazioni importanti della vita? I giovani italiani, donne e uomini, sono disposti a rinunciare alla carriera per curare figli? Qual è e come è cambiato l’atteggiamento rispetto a temi “tabù”? La ricerca dell'Eurispes “Coppie millennials tra stereotipi, nuovi valori e libertà”
di redazione
Informazione

La rivoluzione digitale può modificare il nostro cervello?

La rivoluzione digitale ha generato un salto “epistemologico”, ha modificando le categorie stesse della conoscenza, spazio e tempo non sono più le forme a priori kantiane delle nostre sensazioni siamo, insomma, un passo oltre.
di Massimiliano Cannata