E-commerce, la pandemia stravolge le regole aprendo il mercato alle librerie indipendenti

Si dice che il vero talento fiorisca nella necessità di aggirare gli ostacoli, e che le opportunità siano l’altra faccia delle avversità. È quanto accaduto all’universo editoriale degli indipendenti negli ultimi mesi. Durante il lockdown, la chiusura forzata delle librerie ha rappresentato un duro colpo soprattutto per le realtà indipendenti, presìdi culturali già minati costantemente dai punti vendita di catena e da Amazon.

Il rischio era che, con la pandemia, le vendite online rosicchiassero l’esigua fetta di mercato riservata alle librerie fisiche. Ma tanti librai non si sono dati per vinti, si sono organizzati per consegnare i libri personalmente ai loro clienti, nelle grandi come nelle piccole città, e da quelle esperienze è nata Libri da Asporto, una network dove tutte le realtà indipendenti – ovvero editori e librai – si sono unite per facilitare gli acquisti presso le librerie del territorio, ed aggirare gli ostacoli imposti dalla pandemia.

Libri da Asporto non solo ha messo in comunicazione i lettori con i librai in un momento di isolamento forzato, ma col contributo degli editori ha abbattuto i costi di spedizione e agevolato gli acquisti da pare degli utenti. L’esperimento è stato positivo, ha permesso ai librai di continuare a fare il proprio lavoro soprattutto perché hanno mantenuto il loro indispensabile valore aggiunto, quello di accompagnare il lettore in una esperienza di lettura, cosa che il supermercato del libro non potrà mai offrire. La consapevolezza di questo valore e il consenso da parte di tanti lettori sono stati la spinta per creare una piattaforma di e-commerce in grado di coinvolgere le realtà editoriali indipendenti in maniera duratura e alternativa.

Nasce così Bookdealer, una vetrina virtuale che riunisce le librerie indipendenti nel primo sito di e-commerce dedicato unica, valida, alternativa ai grandi store online. Bookdealer dà la possibilità di conoscere la storia di una libreria, ritrovarne il calore e i consigli, scegliere tra i cataloghi selezionati e acquistare libri nel pieno rispetto della filiera indipendente. Ciò significa che anche l’e-commerce può favorire la bibliodiversità e la sopravvivenza di librerie che vivificano e sostengono il tessuto culturale in città come in provincia. E, cosa ancora più importante, è finalmente possibile comprare online in modo etico, nel rispetto dei lavoratori e delle realtà locali, a differenza di quanto proposto dai colossi della vendita online. L’iniziativa permette anche di raggiungere tante zone d’Italia che sono ancora tagliate fuori dal circuito dell’editoria indipendente, e che magari hanno solo un megastore di riferimento privo di qualsiasi attenzione al lettore o di alternativa all’egemonia dei grandi gruppi editoriali.

Le iniziative a sostegno delle librerie non sono mancate, come in Italia, nel resto del mondo. Negli Stati Uniti era partita già a gennaio la piattaforma online Bookshop.org, che riunisce le librerie indipendenti; l’idea è stata definita rivoluzionaria, in grado di intaccare il regno assoluto di Amazon, al punto da sbarcare, recentemente, anche nel Regno Unito. L’app cinese Meituan Dianping, che consegna cibo a domicilio, ha messo a disposizione delle librerie, gratuitamente, il proprio servizio di delivery, mentre la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha chiesto ai parigini di non acquistare libri su Amazon, in quanto «significa la morte delle nostre librerie e della nostra vita di quartiere». Quello che si temeva fosse il colpo di grazia alle librerie, provate da anni di concorrenza sleale e tribolazioni, sembra aver preso la forma di una grande spinta verso il futuro.

 

 

 

Ultime notizie
trinidad e tobago_
Cosa vuol dire Mafia?

Trinidad and Tobago: the fight against organized crime

In the common imagination, some countries are synonymous with beauty, and such are they. Yet because of their geographic location, they become...
di Sergio Nazzaro
trinidad e tobago_
trinidad e tobago
Cosa vuol dire Mafia?

Trinidad e Tobago: la lotta alla criminalità organizzata

Ci sono paesi che nell’immaginario comune sono sinonimo di bellezza, e tali sono. Eppure, a causa della loro posizione geografica, diventano luoghi...
di Sergio Nazzaro
trinidad e tobago
Europa

La falsa retorica dell’integrazione euro-mediterranea: un percorso ancora da costruire

La regione euro-mediterranea risulta essere una delle aree economicamente meno integrate a livello mondiale.
di Riccardo Testa*
ricostruzione dopo la pandemia
Società

L’Italia della ricostruzione dopo la pandemia

Un approfondimento su come dovrà essere l'Italia della ri-costruzione post-pandemia da coronavirus. Alcune importanti considerazioni.
di Massimiliano Cannata
ricostruzione dopo la pandemia
Cultura

Cosa mancherà di Battiato: “la cura” e il suo eterno significato

Ci sono brani del repertorio di Franco Battiato che resteranno: tra questi c'è "La cura", del cui successo si stupì l'autore stesso.
di Giuseppe Pulina
Europa

“I care”, l’Unione europea ha trovato il suo nuovo motto

L'Unione Europea, per anni alla ricerca di una vera "missione" alla quale ispirarsi e tenere uniti i popoli, ha forse trovato un nuovo motto che congiunge presente, passato e futuro: "I care".
di Alfonso Lo Sardo
brusca
Cosa vuol dire Mafia?

Giovanni Brusca or the victory of the State

The release of Giovanni Brusca has aroused wide reactions in the Italian public opinion: he is one of the perpetrators of the Capaci massacre, the confessed perpetrator of hundreds of murders, including the brutal killing of a 14 years' boy. Anyway, it is a victory of the State, according to the pentiti law.
di Sergio Nazzaro
brusca
ricostruire
Italia

Il momento di ri-costruire

Questo è il momento di ricostruire un Paese fermo all'eredità lasciata dagli italiani del dopoguerra. Bisogna ripartire dalle infrastrutture e dalle maglie della burocrazia che ne ostacolano l'ammodernamento per rilanciare l'economia e progettare il futuro.
di Gian Maria Fara*
ricostruire
Liberazione Giovanni Brusca, intervista esclusiva
Cosa vuol dire Mafia?

Giovanni Brusca, perché lo Stato ha vinto. L’intervista

La liberazione di Giovanni Brusca nell'intervista ad un poliziotto della "Catturandi" che ha partecipato alla sua cattura e a quella di altri pericolosi boss mafiosi come Bernardo Provenzano.
di Sergio Nazzaro
Liberazione Giovanni Brusca, intervista esclusiva
Crisi climatica globale
Briefing

Crisi climatica globale, la sfida geoeconomica e diplomatica

Nel maggio 2019, il Mauna Loa Observatory (Hawaii), ha registrato una quantità di CO2 nell’atmosfera di 415 parti per milione, la più...
di Marco Alberti*
Crisi climatica globale