Intervista

Il bello dell’Italia e l’autolesionismo italiano

96

Maarten van Aalderen, giornalista olandese, è stato Presidente dell’Associazione della Stampa Estera in Italia dal 2009 al 2011 e da marzo 2013 ad oggi. Laurea in filosofia presso l’università di Utrecht e Dottorato di ricerca in filosofia a Firenze, è da diciotto anni corrispondente del maggiore quotidiano olandese, De Telegraaf, per l’Italia e la Turchia. Nel 2005 ha pubblicato in Olanda presso l’editore BZZTôH il libro Johannes Paulus II. Een revolutionair conservatief (Giovanni Paolo II. Un conservatore rivoluzionario). È Condirettore del corso di Global journalism all’università telematica UniNettuno di Roma. Ha vinto il premio Sicilia Madre Mediterranea 2008 e il premio internazionale per la Cultura Santa Margherita Ligure 2009.

 

Maarten van Aalderen, giornalista del De Telegraaf, il principale quotidiano olandese, ha appena pubblicato con Albeggi Edizioni il suo libro “Il bello dell’Italia”, dove raccoglie il punto di vista, senza filtri, di altri 25 corrispondenti della stampa estera in Italia sul BelPaese. Un lavoro che tenta di far emergere l’unicità e la positività di un Paese che, secondo van Aalderen, soffre di autolesionismo e invece avrebbe bisogno, proprio in questo momento di crisi, di fare leva sulle proprie caratteristiche d’eccellenza per rialzarsi.

Gli olandesi sono consapevoli che il problema dell’immigrazione e degli sbarchi dei clandestini non è solo un problema che riguarda l’Italia. Sanno molto bene che il passaggio successivo per i profughi è spesso quello di raggiungere l’Olanda e i paesi del Nord. È difficile gestire questi flussi. Anche in Olanda, come in Italia, la questione è duplice, come direbbe Goethe “due anime che vivono nel mio petto”. Da una parte il dramma di migliaia di persone che muoiono in mare, in maniera tragica, dall’altra la questione dell’accoglienza e di tutti i problemi che essa comporta. Con ritardo, ma ormai anche l’Europa è cosciente di questa emergenza.

I mass media italiani, rispetto agli altri paesi, danno troppa attenzione alla politica interna. È inusuale che i giornali diano 10 pagine di spazio ai contrasti interni ai partiti o che i Tg ne parlino così ampiamente. Bisogna evitare che i mass media siano fatti per i partiti politici. In genere negli altri paesi europei questi argomenti non trovano così tanto spazio. Inoltre in Italia c’è una grande diffidenza nei confronti dei partiti politici e questo rappresenta un gap per la democrazia.

 

Il Bello dell'Italia copertina

Ultime notizie
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani