La città del quarto d’ora


 

La città del quarto d’ora, come tante promesse elettorali, poteva rimanere in un cassetto, ma la Sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, vuole che finisca almeno sui libri di architettura.

Il modello della città attuale, messo a nudo dalla pandemia, non può permettersi tempi dilatati da passare sul metrò per andare in ufficio, al supermercato o in palestra. Tutto ciò di cui si ha bisogno dovrà essere a 15 minuti da casa.

La rivoluzione urbana pensata a Parigi punta sull’innovazione tecnologica: un cocktail di ingredienti con un po’ di lavoro da casa, ma anche uffici di coworking di quartiere, ambulatori dove si usa la telemedicina, e negozi di prodotti ad alta qualità. E ancora: servizi alla persona h24, trasporti pubblici prenotati con le app che leggono affollamento e puntualità.

In piena pandemia le città sembrano vuote, ma vuote sono solo le piazze, il loro simbolo. Piene, anzi strapiene, le case, i centri commerciali, gli ospedali.

In attesa di tornare alla vita di sempre, ad abitare lo spazio pubblico in maniera diversa. Pensiamo al tempo presente. Siamo tornati a respirare un ambiente più pulito e riflettiamo su ciò che potremmo perdere tornando indietro.

Contiamo le cose che ci mancano, ma non consideriamo il tempo – quello utile e quello sprecato – tolto alla qualità della vita. La città del quarto d’ora, dove tutto è più piccolo e umano, potrebbe essere una soluzione. Un po’ come diceva Giorgio Gaber: «respirare Shakespeare, senza andare a teatro».

Leggi anche

https://www.leurispes.it/categoria/in-primissimo-piano/

Ultime notizie
Attualità

Può esistere una società dopo il Covid?

Le nostre abitudini sono state stravolte. Non è bastato. Ci ha turbato il senso di confusione provocato dal continuo mutamento delle regole....
di Angelo Perrone *
Ambiente

Energy sharing, verso la creazione di comunità energetiche

Le rinnovabili in Italia In Italia continua a crescere l’impiego delle fonti energetiche rinnovabili (FER): in questo senso, per consumi totali il nostro...
di redazione
Innovazione

Le innovazioni scientifiche e tecnologiche nella lotta al Covid

Il mondo è ancora immerso nel caos provocato dalla diffusione del Covid-19 e molte rimangono le incertezze riguardanti le conseguenze e le...
di Silvia Muscas
Economia

Mercato del lavoro, non solo Covid. La crisi è strutturale

Il XXII Rapporto del CNEL sul mercato del lavoro e della contrattazione collettiva, mette in luce alcune problematiche non originate dal Covid-19 ma da una persistente fragilità del Paese.
di Marco Omizzolo*
Opinioni e commenti

La politica della ignoranza

Prima del tragico assalto a Capitol Hill, il 6 gennaio, il presidente Joe Biden aveva scritto: «L’America è tornata ed è pronta a...
di Luciano Maria Teodori
Recensioni

Ezio Cesarini. Italiano, antifascista, giornalista

Ezio Cesarini – Italiano Antifascista Giornalista è il titolo dell’ultimo libro di Claudio Santini (Minerva Edizioni), che ripercorre, in poco più di...
di Ilaria Tirelli
Cultura

Il mondo del libro regge all’onda d’urto della pandemia

Il mondo del libro regge nell’anno più buio per molti settori chiave dell’economia. Dopo un anno passato per lo più tra le...
di Roberta Rega
Video

La città del quarto d’ora

  La città del quarto d’ora, come tante promesse elettorali, poteva rimanere in un cassetto, ma la Sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, vuole...
di Emilio Albertario
Metafore per l'Italia

Cittadelle mummificate

Rimanere ancorati a modelli economici formalmente perfetti serve solo a salvaguardare le cittadelle mummificate dei soloni dell'economia ufficiale e a tutelare il diritto dinastico all’interno di corporazioni alla deriva in un mondo che non solo esse non riescono a interpretare, ma neanche a comprendere nelle sue strutture più elementari.
di Gian Maria Fara
Criminalità e contrasto

Traffico di farmaci: la frontiera in una fiala

Dopo armi e droga, i farmaci sono uno dei traffici illegali più redditizi. Non a caso la criminalità organizzata opera da tempo in questo settore con una capacità di penetrazione che tocca tutti i livelli del sistema.
di Sergio Nazzaro