Tasse: taglio per 50 miliardi. Ma le coperture restano ancora un rebus

tasse

Si apre una settimana in cui il presidente del Consiglio dovrà spiegare come sarà possibile tagliare le tasse per 50 miliardi. Nonostante una serrata riunione tenuta ieri a Palazzo Chigi tra gli staff della Presidenza del Consiglio e del ministero dell’Economia, le coperture restano ancora un rebus. I tagli lineari ai Ministeri e l’annunciata chiusura delle partecipate non sembrano essere sufficienti. A pagare potrebbero essere i bilanci di Comuni e Regioni, così come denunciato dall’ANCI. Ad ogni modo, così come precisato nelle ultime ore, la diminuzione della pressione fiscale dovrà essere accompagnata dalle riforme. Su questo punto sarà fondamentale capire il comportamento delle forze presenti al Senato, banco di prova per la tenuta della maggioranza. Le proposte di legge sulla riforma della Rai saranno un test importante.

Domani pomeriggio il Senato riprenderà i suoi lavori confrontandosi con i disegni di legge in materia di riforma del sistema radiotelevisivo pubblico. Tra mercoledì e giovedì sarà avviata la discussione del disegno di legge di conversione del dl sugli enti locali e della legge europea 2014, quest’ultima già licenziata dalla Camera. Per tutta la settimana la commissione Affari costituzionali sarà impegnata con l’analisi delle proposte di riforma della seconda parte e del Titolo V della Costituzione. Domani e mercoledì saranno svolte dalla commissione Finanze una serie di audizioni connesse all’indagine conoscitiva sugli organismi della fiscalità e sul rapporto tra contribuenti e Fisco. Mercoledì, insieme alla commissione Giustizia, proseguirà l’analisi delle proposte di legge sull’impignorabilità della casa e sul leasing abitativo. Mercoledì e giovedì, la sola commissione Finanze, porterà avanti l’istruttoria della proposta di legge sulla riforma dell’attività di consulenza finanziaria. Domani i vertici della compagnia di navigazione Tirrenia saranno auditi dalla commissione Lavori pubblici; l’organo, nel corso della settimana, proseguirà il dibattito sul provvedimento per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sugli appalti pubblici. La commissione Industria, nelle sedute di domani e mercoledì, porterà avanti i lavori connessi alle proposte di legge sul recupero delle aree industriali dismesse. Domani saranno inoltre trattate le proposte in materia di politiche spaziali e aerospaziali. Mercoledì, insieme alla commissione Territorio e Ambiente, continuerà il confronto sullo schema di decreto legislativo relativo alla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi. Mercoledì la commissione Sanità esaminerà in terza lettura e in sede deliberante il testo unificato sull’autismo; giovedì il presidente della Regione Toscana sarà audito in merito al tema dei farmaci innovativi. Domani la commissione Territorio e Ambiente riprenderà l’analisi della proposta di legge sulla “Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente e disciplina dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale”, testo già licenziato dall’altro ramo del Parlamento.

Alle 11 la Camera avvierà il dibattito sul suo conto consuntivo e sul progetto di bilancio per l’anno finanziario in corso. Successivamente saranno discusse le linee generali del decreto-legge “Giustizia per la crescita”, relativo alla normativa fallimentare, provvedimento all’ordine del giorno anche nelle sedute di mercoledì e giovedì. Nel corso della settimana, saranno inoltre discusse le mozioni concernenti iniziative in ambito internazionale in relazione al fenomeno dei matrimoni precoci e forzati di minori e iniziative per contrastare i cambiamenti climatici, anche in vista della Conferenza di Parigi di dicembre 2015. Domani tutte le Commissioni permanenti procederanno al rinnovo dei propri uffici di presidenza, procedura prevista dal Regolamento, a forte impatto sugli equilibri della maggioranza di Governo; sicuri di perdere la propria carica gli attuali presidenti in quota opposizione, eletti a inizio legislatura quando il quadro politico delle alleanze era completamente diverso. La commissione Affari costituzionali, per tutta la settimana, sarà impegnata con l’esame delle proposte di legge in tema di riconoscimento della cittadinanza italiana. Alle 19 di oggi la commissione Finanze e la commissione Attività produttive porteranno avanti l’esame della legge annuale sulla concorrenza e il mercato, testo al centro dei lavori anche nella giornata di giovedì. Le Commissioni hanno l’intenzione di chiudere il testo prima della pausa estiva anche se il compito non è dei più agevoli visti gli oltre 1.300 emendamenti presentati. Domani le commissioni Ambiente e Attività produttive si confronteranno con il ddl di conversione del decreto-legge contenente “Misure urgenti in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l’esercizio dell’attività d’impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale”, provvedimento destinato a decadere visto che il Governo lo ha spacchettato presentando emendamenti ad altri decreti-legge in itinere che ne riprendono i contenuti; mercoledì, la sola commissione Ambiente, porterà avanti l’iter del disegno di legge delega per l’attuazione della direttiva Ue sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali. Mercoledì e giovedì la commissione Affari sociali porterà avanti l’esame delle proposte di legge sulle persone affette da disabilità grave. Mercoledì continuerà il confronto sulla relazione conclusiva dell’indagine conoscitiva sulle malattie rare.

 

 

 

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili