Politica

Tasse: taglio per 50 miliardi. Ma le coperture restano ancora un rebus

tasse

Si apre una settimana in cui il presidente del Consiglio dovrà spiegare come sarà possibile tagliare le tasse per 50 miliardi. Nonostante una serrata riunione tenuta ieri a Palazzo Chigi tra gli staff della Presidenza del Consiglio e del ministero dell’Economia, le coperture restano ancora un rebus. I tagli lineari ai Ministeri e l’annunciata chiusura delle partecipate non sembrano essere sufficienti. A pagare potrebbero essere i bilanci di Comuni e Regioni, così come denunciato dall’ANCI. Ad ogni modo, così come precisato nelle ultime ore, la diminuzione della pressione fiscale dovrà essere accompagnata dalle riforme. Su questo punto sarà fondamentale capire il comportamento delle forze presenti al Senato, banco di prova per la tenuta della maggioranza. Le proposte di legge sulla riforma della Rai saranno un test importante.

Domani pomeriggio il Senato riprenderà i suoi lavori confrontandosi con i disegni di legge in materia di riforma del sistema radiotelevisivo pubblico. Tra mercoledì e giovedì sarà avviata la discussione del disegno di legge di conversione del dl sugli enti locali e della legge europea 2014, quest’ultima già licenziata dalla Camera. Per tutta la settimana la commissione Affari costituzionali sarà impegnata con l’analisi delle proposte di riforma della seconda parte e del Titolo V della Costituzione. Domani e mercoledì saranno svolte dalla commissione Finanze una serie di audizioni connesse all’indagine conoscitiva sugli organismi della fiscalità e sul rapporto tra contribuenti e Fisco. Mercoledì, insieme alla commissione Giustizia, proseguirà l’analisi delle proposte di legge sull’impignorabilità della casa e sul leasing abitativo. Mercoledì e giovedì, la sola commissione Finanze, porterà avanti l’istruttoria della proposta di legge sulla riforma dell’attività di consulenza finanziaria. Domani i vertici della compagnia di navigazione Tirrenia saranno auditi dalla commissione Lavori pubblici; l’organo, nel corso della settimana, proseguirà il dibattito sul provvedimento per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sugli appalti pubblici. La commissione Industria, nelle sedute di domani e mercoledì, porterà avanti i lavori connessi alle proposte di legge sul recupero delle aree industriali dismesse. Domani saranno inoltre trattate le proposte in materia di politiche spaziali e aerospaziali. Mercoledì, insieme alla commissione Territorio e Ambiente, continuerà il confronto sullo schema di decreto legislativo relativo alla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi. Mercoledì la commissione Sanità esaminerà in terza lettura e in sede deliberante il testo unificato sull’autismo; giovedì il presidente della Regione Toscana sarà audito in merito al tema dei farmaci innovativi. Domani la commissione Territorio e Ambiente riprenderà l’analisi della proposta di legge sulla “Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente e disciplina dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale”, testo già licenziato dall’altro ramo del Parlamento.

Alle 11 la Camera avvierà il dibattito sul suo conto consuntivo e sul progetto di bilancio per l’anno finanziario in corso. Successivamente saranno discusse le linee generali del decreto-legge “Giustizia per la crescita”, relativo alla normativa fallimentare, provvedimento all’ordine del giorno anche nelle sedute di mercoledì e giovedì. Nel corso della settimana, saranno inoltre discusse le mozioni concernenti iniziative in ambito internazionale in relazione al fenomeno dei matrimoni precoci e forzati di minori e iniziative per contrastare i cambiamenti climatici, anche in vista della Conferenza di Parigi di dicembre 2015. Domani tutte le Commissioni permanenti procederanno al rinnovo dei propri uffici di presidenza, procedura prevista dal Regolamento, a forte impatto sugli equilibri della maggioranza di Governo; sicuri di perdere la propria carica gli attuali presidenti in quota opposizione, eletti a inizio legislatura quando il quadro politico delle alleanze era completamente diverso. La commissione Affari costituzionali, per tutta la settimana, sarà impegnata con l’esame delle proposte di legge in tema di riconoscimento della cittadinanza italiana. Alle 19 di oggi la commissione Finanze e la commissione Attività produttive porteranno avanti l’esame della legge annuale sulla concorrenza e il mercato, testo al centro dei lavori anche nella giornata di giovedì. Le Commissioni hanno l’intenzione di chiudere il testo prima della pausa estiva anche se il compito non è dei più agevoli visti gli oltre 1.300 emendamenti presentati. Domani le commissioni Ambiente e Attività produttive si confronteranno con il ddl di conversione del decreto-legge contenente “Misure urgenti in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l’esercizio dell’attività d’impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale”, provvedimento destinato a decadere visto che il Governo lo ha spacchettato presentando emendamenti ad altri decreti-legge in itinere che ne riprendono i contenuti; mercoledì, la sola commissione Ambiente, porterà avanti l’iter del disegno di legge delega per l’attuazione della direttiva Ue sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali. Mercoledì e giovedì la commissione Affari sociali porterà avanti l’esame delle proposte di legge sulle persone affette da disabilità grave. Mercoledì continuerà il confronto sulla relazione conclusiva dell’indagine conoscitiva sulle malattie rare.

 

 

 

Ultime notizie
Economia

Terzo settore, al via il Master per formare i nuovi manager del Welfare

Partiranno a febbraio i colloqui di selezione per il Master di II Livello “Terzo Settore, Innovazione Sociale e Governance dei Sistemi Locali di...
di redazione
mauro ceruti
Cultura

Nel mondo interconnesso la fraternità può rifondare la geopolitica: a colloquio con Mauro Ceruti

A colloquio con Mauro Ceruti, professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e direttore della PhD School for Communication Studies Università IULM di Milano.
di Massimiliano Cannata
mauro ceruti
Economia

Cantieri di legalità. PNRR, un banco di prova

Il 2021 si è concluso con un primo successo nell’ambito dell’ambizioso Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza (PNRR), con il raggiungimento...
di Roberto De Vita* e Marco Della Bruna
PNRR borghi
Futuro

Aree marginali nel PNRR: il rilancio parte dai borghi

Il PNRR presenta investimenti e riforme puntuali in aree marginali ben definite, come il Piano Nazionale per la valorizzazione dei borghi. L’investimento si origina dalla considerazione che tanti piccoli centri storici italiani rappresentano un enorme potenziale per un turismo sostenibile alternativo.
di Claudia Bugno*
PNRR borghi
third sector
Internazionale

Third sector: the new pillar to start again

Change is a natural consequence of crises, especially when they are global in scope. The Covid-19 pandemic hit people hard in all...
di Ida Nicotera*
third sector
urne elezioni libia
Briefing

Dalle urne ai proiettili. Libia, tutto da rifare

Dalle urne elettorali alle urne funerarie in Libia il passo è breve. Sfumano le speranze di una transizione democratica indolore. A decretare...
di Francesco Bechis
urne elezioni libia
terzo settore
Internazionale

Terzo settore: il nuovo pilastro da cui ripartire

Il Terzo settore ha fornito un contributo essenziale e si è posto come “faro” nella gestione dell’emergenza. Esperti e studiosi di Russia e Italia hanno affrontato, in un recente incontro, il tema della collaborazione tra i due paesi riguardo al Terzo settore e alla sostenibilità.
di Ida Nicotera*
terzo settore
PNRR
Economia

L’attuazione del PNRR e la prevenzione delle attività illecite

Garantire un’efficiente ed efficace attuazione del PNRR significa anche agire al fine di prevenire possibili infiltrazioni criminali e frodi, corruzioni e attività illecite nell’utilizzo delle risorse.
di Claudia Bugno*
PNRR
metaverso
Economia

Le regole giuridiche del metaverso e la tassazione degli NFT

Gli ordinamenti giuridici dovrebbero regolamentare le imprese attive nel metaverso, in particolare nella gestione fiscale di NTF, trovando nuove soluzioni normative in termini di privacy, diritti di proprietà intellettuale ed industriale, ed anche di fisco.
di Giovambattista Palumbo*
metaverso
europa
Immigrazione

In Europa troppi immigrati? Il 40% dei cittadini è favorevole a innalzare muri

L’Europa alza i suoi muri verso il mondo esterno, non solo per la pandemia: il 40% dei cittadini europei è favorevole alla costruzione di muri alle frontiere, mentre 6 su 10 pensano che in Europa ci siano troppi immigrati.
di Roberta Rega
europa