Attualità

Mattarella protagonista della settimana del prime time

Le celebrazioni per la festa della Repubblica hanno dominato la prima parte della settimana: 11 le aperture tra lunedì e martedì, con Tg1 e Tg La7 che propongono integralmente il discorso del Presidente della Repubblica. In primo piano anche Salvini a comizio sul Tg4. Proteste Usa: anche il Tg2 denuncia l’incapacità di Trump. L’analisi dell’Osservatorio Tg Eurispes e Coris Sapienza dal primo al 5 giugno.

Proprio la figura di Mattarella è stata protagonista della narrazione del prime time, con ben 27 presenze nei titoli e molti servizi anche dopo mercoledì, quando il focus delle edizioni si è spostato sull’attesa riapertura della circolazione tra le Regioni.

L’immagine del Presidente della Repubblica ha incarnato l’Italia migliore, moderata e propositiva, cui si è contrapposta, in numerosi servizi, la polemica strisciante tra le forze politiche – scatenata dalle manifestazioni parallele delle destre. Le maggiori critiche sono arrivate da Tg La7 che oltre a censurare gli spregevoli slogan indirizzati (martedì) contro il Presidente dal corteo romano, ha parlato (giovedì) di un “clima politico fetido” per i nuovi attacchi contro il Quirinale ma, anche, per le staffilate all’opposizione di un insolito Bersani. Venerdì Mentana si esprime sulle polemiche sorte in Senato contro la Azzolina, etichettandole come una «pagliacciata a favor di telecamere». Da segnalare anche la forte esposizione del leader leghista Salvini che ha beneficiato di numerosi servizi su Tg2 (anche a causa del corteo di martedì), e giovedì di una lunghissima presenza da studio – oltre 20 minuti – su Tg4, che gli ha permesso di tenere un vero e proprio comizio.

Il rafforzamento del fondo anti pandemia della Bce – che si traduce in maggiori coperture per l’Italia sul piazzamento dei Btp – lascia, anche questa settimana, le testate abbastanza tiepide; aperture, comunque, su Tg3, Tg La7 e Tg5 (ed alcuni titoli venerdì). Il Tg di Mimun resta il solo ad avanzare proposte sul come investire queste risorse, dedicando la copertina di giovedì al problema delle grandi opere incompiute del Paese, le quali potrebbero sicuramente beneficiare di questi fondi.

Molta attenzione ricevono le proteste negli Stati Uniti per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd: 17 titoli ed apertura del Tg La7 di martedì. Duro il giudizio di molte testate sulla presidenza Trump, con un editoriale del Direttore di Repubblica Molinari (ospite del Tg5) ed uno del Direttore del Tg2 Sangiuliano – il quale sorprende lunedì con un intervento in cui si critica l’incapacità di Trump nel garantire la concordia nazionale e l’immobilismo contro «il demone del razzismo, la più atroce ed inaccettabile espressione della storia». La testata non rinnega, tuttavia, le sue simpatie, e venerdì festeggia i segnali di ripresa dell’economia americana (titoli per i Tg delle 20) rilanciando le vittoriose parole di Trump. Giovedì l’anniversario della strage di Piazza Tienanmen è apertura per Tg2; nei titoli per i Tg Rai e La7.

I dati relativi al contagio restano alti, mentre le testate documentano la ripresa della libera circolazione tra le Regioni. Un’attenzione prospettica va alle nuove complessità che attendono il Sistema sanitario, il quale devrà smaltire tutte le operazioni posticipate a causa dell’epidemia. Tg4 e Tg5 dedicano gli spazi maggiori alle proteste del personale medico, gli eroi di ieri che oggi si scoprono abbandonati dalle Istituzioni. Tg La7 si concentra, invece, sui messaggi diffusi martedì dai cosiddetti “gilet arancioni”, chiamandoli “fessi” e criticando da studio la vacuità delle loro argomentazioni “no vax”.

 

Ultime notizie
Società

Covid-19, paura e incertezza: un’emergenza esistenziale

Ci troviamo nel pieno di una tempesta, cerchiamo un riparo anche se l’acqua che cade non riusciamo a vederla se non dopo...
di Alfonso Lo Sardo
Futuro

L’incertezza della recidiva: se insieme al Covid cresce la paura del futuro

Il Covid mette a repentaglio le vite nel mondo, in generale cambia le abitudini. Collettive o individuali, importanti o meno, magari piccole...
di Angelo Perrone*
Società

Disuguaglianza di genere e violenza sulle donne. Un’emergenza nell’emergenza

La violenza di genere è un fenomeno che affonda le sue radici nella disuguaglianza di genere e persiste nell’affermarsi come una fra le più importanti violazioni dei diritti umani in tutte le società. Non a caso, è stata definita dall’ONU come un “flagello mondiale”.
di Lavinia Ferrari e Giulia Putzolu
Criminalità e contrasto

L’evasione fiscale brucia ogni secondo lo stipendio annuale di un infermiere

Il primo studio sullo Stato della giustizia fiscale realizzato da Tax Justice Network indica che ogni anno vanno in fumo 427 miliardi di dollari a causa dell’evasione fiscale. La fetta maggiore di evasione è praticata dalle multinazionali, che anziché pagare le tasse dovute al paese in cui originano e operano, trasferiscono la sede legale nei paradisi fiscali.
di Roberta Rega
Cultura

I primi cento anni di Gianni Rodari, genio “riverente” della letteratura per l’infanzia

Che cosa avrebbe pensato Gianni Rodari delle tante attenzioni che ha ricevuto in occasione della recente ricorrenza del centenario della nascita? Abbiamo pensato di rendergli omaggio con l’aiuto dei suoi critici più attenti: i bambini.
di Giuseppe Pulina
Lavoro

Gig economy e nuove frontiere del lavoro. Quali diritti per i riders?

La Gig economy è l’emblema di un sistema di produzione avanzato e non retrogrado, normato e fondato sul rapporto fra coloro che utilizzano il lavoro umano e coloro che invece lo forniscono, comprendendo una gamma assai ampia di lavoro autonomo fasullo. Anche l’Italia è investita da questo fenomeno, in particolar modo per quanto riguarda i riders.
di Marco Omizzolo
Intervista

11 milioni di italiani con meno cure. Sanità non è solo fermare il Covid

La prima ondata della pandemia ha causato importanti disagi e ripercussioni a carico degli undici milioni di cittadini affetti dalle patologie diverse dal Covid, cioè i pazienti oncologici, ematologici e cardiologici. Intervista al Prof. Francesco Cognetti Presidente Federazione Foce.
di Emilio Albertario
Cultura

Gli Hate speech online, quando la comunicazione dell’odio è organizzata

Nella Rete l’hate speech inizia ad essere sempre meno legato allo spontaneismo digitale e sempre più legato al fenomeno dei cosiddetti appaltatori dell’odio. L’intervento dell’Avv. Prof. Roberto De Vita, Presidente dell’Osservatorio Cybersecurity dell’Eurispes alla conferenza online promossa da Unar.
di Roberto De Vita
Criminalità e contrasto

L’emergenza della Calabria è un’emergenza nazionale. Intervista al Presidente della Commissione Parlamentare antimafia, Nicola Morra

La complessità della situazione in Calabria dove la Sanità resta senza una guida nel pieno della seconda ondata della pandemia, il ruolo dei boss in carcere e le infiltrazioni negli organi dello Stato. Questi i temi toccati nell’intervista a Nicola Morra, Presidente della Commissione Parlamentare antimafia.
di Emilio Albertario
Video

Come se non ci fosse più un Natale

  Una famosa frase attribuita a Mao, ma che in realtà era di Confucio, dice pressappoco cosi: «Grande è la confusione sotto il...
di Emilio Albertario