Mattarella protagonista della settimana del prime time

Le celebrazioni per la festa della Repubblica hanno dominato la prima parte della settimana: 11 le aperture tra lunedì e martedì, con Tg1 e Tg La7 che propongono integralmente il discorso del Presidente della Repubblica. In primo piano anche Salvini a comizio sul Tg4. Proteste Usa: anche il Tg2 denuncia l’incapacità di Trump. L’analisi dell’Osservatorio Tg Eurispes e Coris Sapienza dal primo al 5 giugno.

Proprio la figura di Mattarella è stata protagonista della narrazione del prime time, con ben 27 presenze nei titoli e molti servizi anche dopo mercoledì, quando il focus delle edizioni si è spostato sull’attesa riapertura della circolazione tra le Regioni.

L’immagine del Presidente della Repubblica ha incarnato l’Italia migliore, moderata e propositiva, cui si è contrapposta, in numerosi servizi, la polemica strisciante tra le forze politiche – scatenata dalle manifestazioni parallele delle destre. Le maggiori critiche sono arrivate da Tg La7 che oltre a censurare gli spregevoli slogan indirizzati (martedì) contro il Presidente dal corteo romano, ha parlato (giovedì) di un “clima politico fetido” per i nuovi attacchi contro il Quirinale ma, anche, per le staffilate all’opposizione di un insolito Bersani. Venerdì Mentana si esprime sulle polemiche sorte in Senato contro la Azzolina, etichettandole come una «pagliacciata a favor di telecamere». Da segnalare anche la forte esposizione del leader leghista Salvini che ha beneficiato di numerosi servizi su Tg2 (anche a causa del corteo di martedì), e giovedì di una lunghissima presenza da studio – oltre 20 minuti – su Tg4, che gli ha permesso di tenere un vero e proprio comizio.

Il rafforzamento del fondo anti pandemia della Bce – che si traduce in maggiori coperture per l’Italia sul piazzamento dei Btp – lascia, anche questa settimana, le testate abbastanza tiepide; aperture, comunque, su Tg3, Tg La7 e Tg5 (ed alcuni titoli venerdì). Il Tg di Mimun resta il solo ad avanzare proposte sul come investire queste risorse, dedicando la copertina di giovedì al problema delle grandi opere incompiute del Paese, le quali potrebbero sicuramente beneficiare di questi fondi.

Molta attenzione ricevono le proteste negli Stati Uniti per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd: 17 titoli ed apertura del Tg La7 di martedì. Duro il giudizio di molte testate sulla presidenza Trump, con un editoriale del Direttore di Repubblica Molinari (ospite del Tg5) ed uno del Direttore del Tg2 Sangiuliano – il quale sorprende lunedì con un intervento in cui si critica l’incapacità di Trump nel garantire la concordia nazionale e l’immobilismo contro «il demone del razzismo, la più atroce ed inaccettabile espressione della storia». La testata non rinnega, tuttavia, le sue simpatie, e venerdì festeggia i segnali di ripresa dell’economia americana (titoli per i Tg delle 20) rilanciando le vittoriose parole di Trump. Giovedì l’anniversario della strage di Piazza Tienanmen è apertura per Tg2; nei titoli per i Tg Rai e La7.

I dati relativi al contagio restano alti, mentre le testate documentano la ripresa della libera circolazione tra le Regioni. Un’attenzione prospettica va alle nuove complessità che attendono il Sistema sanitario, il quale devrà smaltire tutte le operazioni posticipate a causa dell’epidemia. Tg4 e Tg5 dedicano gli spazi maggiori alle proteste del personale medico, gli eroi di ieri che oggi si scoprono abbandonati dalle Istituzioni. Tg La7 si concentra, invece, sui messaggi diffusi martedì dai cosiddetti “gilet arancioni”, chiamandoli “fessi” e criticando da studio la vacuità delle loro argomentazioni “no vax”.

 

Ultime notizie
moda fashion
Economia

L’industria della moda tra fast fashion e moda etica

Nei primi nove mesi del 2020 le maggiori aziende del fashion hanno subìto una significativa contrazione. Le stime indicano che la ripresa inizierà nel corso del 2021, ma l’assestamento del volume d’affari sulle cifre precedenti alla crisi si avrà soltanto nel 2023. Intanto, l’industria della moda è in bilico tra il fast fashion usa-e-getta e nuovi modelli produttivi ecosostenibili.
di redazione
moda fashion
oceani plastica
Ambiente

Riuso e riciclo possono salvare gli oceani dalla plastica

È possibile prevenire quasi la metà della plastica presente negli oceani in un anno riutilizzando il 10% dei nostri rifiuti in plastica. Questo, e molto altro, è presente nel report "The Future of Reusable Consumption Models" del World Economic Forum in collaborazione con Kearney.
di redazione
oceani plastica
trasporto ferroviario
Europa

Green Deal, fondamentale una strategia comune sul trasporto ferroviario

Il trasporto ferroviario è un punto fondamentale per la transizione ecologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green deal europeo. Basti pensare che il settore trasporti genera un quarto delle emissioni di gas serra nell'Ue. Per questo il 2021 è l'Anno Europeo delle Ferrovie, e l'Italia ha destinato all'ammodernamento della rete ferroviaria 28,30 miliardi euro di risorse del PNRR.
di Giampaolo Basoli*
trasporto ferroviario
libro
Cultura

Città del libro, anche in editoria la filiera deve essere etica e sostenibile

I recenti scioperi di Stradella, la "città del libro", sono il sintomo di una distribuzione editoriale centralizzata e inserita in logiche che non favoriscono i lavoratori della logistica. C'è bisogno, come in agricoltura, di una filiera etica e sostenibile anche per i libri, oltre a una discussione seria sui diritti dei lavoratori della logistica.
di Roberta Rega
libro
salute mentale
Salute

Salute mentale e pandemia nel mercato della psiche

In Italia si consumano circa 12 milioni di confezioni di antipsicotici l’anno. Dal Rapporto Italia 2021 emerge che Il 20% degli italiani ha sperimentato i sintomi della depressione nel corso della pandemia e il 27% si è rivolto a uno psicologo. Eppure, la salute mentale è ancora un tabù anche per il Sistema sanitario nazionale.
di redazione
salute mentale
calcio
Italia

Europei, il calcio come modello di un Paese che vuole ripartire

Il trionfo degli Azzurri agli Europei contro un'Inghilterra troppo sicura di sé è la vittoria di un calcio come progetto e gioco di squadra, da coltivare con dedizione e impegno. La squadra voluta da Mancini, fatta di innovazione e giovani talenti, è simbolo di un Paese che vuole ripartire.
di Alfonso Lo Sardo
calcio
prison
Cosa vuol dire Mafia?

“A prison is a place of transit” says magistrate Sebastiano Ardita

The magistrate Sebastiano Ardita talks about the theme of prison in Italy, in the main national debate after Santa Maria Capua Vetere's facts. Why is the management of approximately 54,000 inmates in a nation of 65 million inhabitants so problematic? Interview by Sergio Nazzaro.
di Sergio Nazzaro
prison
carcere
Cosa vuol dire Mafia?

Il carcere deve essere un transito verso il reinserimento: intervista a Sebastiano Ardita

Le carceri rappresentano un argomento delicato nel nostro Paese, sebbene si tratti di gestire circa 54.000 detenuti in una nazione di 65 milioni di abitanti. Il Magistrato Sebastiano Ardita affronta il tema del reinserimento, dei diritti costituzionali dei detenuti e le criticità dei luoghi detentivi in un'intervista di Sergio Nazzaro.
di Sergio Nazzaro
carcere
tecnologia adolescenti
Rapporto Italia

La biologia delle relazioni: uso e abuso della tecnologia negli adolescenti

La natura dinamica e continua delle interazioni tramite social network comporta disturbi ampiamente associati agli adolescenti e ai giovani adulti. A fasce di età diverse corrisponderebbero disturbi più o meno specifici. Nei bambini il problema principale è lo sviluppo cognitivo e comportamentale, mentre negli adolescenti e nei giovani adulti ansia e depressione.
di redazione
tecnologia adolescenti
morin
Cultura

Buon compleanno, Edgar! I cento anni di Morin, filosofo della complessità

L'otto luglio compie cento anni Edgar Morin, l'ultimo ad entrare nella hall of fame dei grandi pensatori centenari. Morin è filosofo della complessità, dell'universo-ologramma secondo cui la società è presente in ogni uomo, e della "terrestrità".
di Giuseppe Pulina
morin