Attualità

Mes, la politica strappa al Covid 5 aperture. L’analisi dei Tg

Anche se le aperture delle testate per più dei due terzi riprendono i quotidiani aggiornamenti della Protezione civile, le tensioni tra maggioranza ed opposizioni, riesplose gli scorsi giorni, tornano a reclamare gli spazi del prime time, ricevendo nella prima parte della settimana numerosi titoli e 5 aperture. L’analisi dell’Osservatorio tg Eurispes e Coris Sapienza dal 13 al 17 aprile.
A riservare il maggior spazio alle polemiche è Tg La7, che in tre edizioni apre sullo scontro politico attorno a Mes ed Eurobond, con Mentana che risale in cattedra avanzando gli approfondimenti più interessanti. Tra questi un servizio che lunedì ricostruisce la storia e le trasformazioni del Meccanismo Europeo di Stabilità, utile per inquadrare l’origine degli attuali scontri. Sempre lunedì, Mentana rintuzza gli attacchi ricevuti per i suoi commenti al messaggio del premier Conte di venerdì 10, ribadendo che a suo giudizio il Presidente del Consiglio non può attaccare l’opposizione durante un messaggio istituzionale, facendo oltretutto affermazioni imprecise.

Sempre in tema di Mes, le testate Mediaset non danno particolare spazio alle posizioni “estreme” di Meloni e Salvini, mentre si fanno megafono dei messaggi di Berlusconi (4 citazioni nei titoli) e Tajani, entrambi favorevoli all’utilizzo di quelle risorse. Tg2, intervista lunedì il Presidente della Camera, Roberto Fico, che invece reputa il Mes uno strumento insufficiente. Sia Rai che Mediaset accolgono, giovedì, le “scuse” della Presidente Ursula von der Leyen, che riconosce come l’Unione avrebbe dovuto (e debba) fare di più per l’Italia.

Il dibattito tra Governo e Regioni sulla ripartenza acquista sempre spazio. Diffusa attenzione agli interventi dei vertici della Protezione civile, con il commissario Arcuri intervistato sia dal Tg3 che dal Tg1. Le testate si mostrano tutte caute, e anche quelle più in linea con le istanze delle Regioni del Nord, manifestano dubbi e perplessità sulle riaperture anticipate. Mediaset dà comunque spazio al primo intervento del neo Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, che ovviamente “spinge” per la riattivazione delle filiere produttive.

Interessante il sondaggio del Tg La7 di lunedì sulla fiducia dei cittadini europei verso le misure messe in atto da ciascun paese, che vede il 73% degli italiani apprezzare il fatto che «contro il contagio si stia facendo tutto il possibile».

Le inchieste sulle morti nelle Rsa sono nei titoli per tutti, ed oggetto di attenzione particolare da parte del Tg3 e del Tg1, che mercoledì vi dedicano l’apertura. La testata di Paterniti propone da lunedì una rubrica dedicata alle strutture in prima linea contro l’epidemia, cominciando con l’esperienza dell’ospedale di Lodi. Tg2 propone una rubrica analoga, che si concentra sull’impatto culturale e sociale generato dall’epidemia di Covid, proponendo il commento di vari intellettuali e divulgatori, tra cui Corrado Augias e Piero Angela.

La cronaca dell’epidemia assorbe anche questa settimana la pagina degli esteri, con i dati inquietanti ‒ sia in termini di vittime che di disoccupati ‒ provenienti in primo luogo dagli Stati Uniti. Infine, il tema degli sbarchi, riportato lunedì brevemente all’attenzione dei titoli, è relegato da martedì in alcuni servizi dei Tg Rai e Tg5.

Ultime notizie
Futuro

Fake news, molestie, furto di dati: la percezione del rischio su scala mondiale

Tracciare un profilo unico della percezione del rischio dei cittadini e delle imprese a livello mondiale. Questo è quello che hanno tentato di fare uno studio condotto dalla Lloyd’s Register Foundation e il Report Regional Risks for Doing Business del World Economic Forum.
di Roberta Rega
Immigrazione

Dossier Statistico Immigrazione 2020, minori stranieri in Italia: i senza patria

Anticipiamo, alcuni dati e rilievi proposti nel Dossier Statistico Immigrazione 2020, redatto dal Centro Studi e Ricerche Idos, in collaborazione con il Centro Studi Confronti, alla cui presentazione prenderà parte il sociologo dell’Eurispes, Marco Omizzolo.
di redazione
Crescita

PMI italiane e pandemia: un viaggio dal presente al futuro

il contesto della ricerca italiana conferma la sua attualità, grazie alla tradizionale “vivacità” delle micro e piccole imprese, che, più di altre, si confrontano (e si scontrano) con le particolari esigenze di innovazione dettate dalla trasformazione digitale e da un bisogno sempre crescente di flessibilità e resilienza.
di Renato Fontana, Ernesto Dario Calò, Milena Cassella*
International

Italian SMEs facing the global pandemic. A laborious journey from present to future

Italian SMEs facing the global pandemic. A laborious journey from present to future   Renato Fontana, Ernesto Dario Calò, Milena Cassella Sapienza, Università di Roma European Network...
di Renato Fontana, Ernesto Dario Calò, Milena Cassella 
Futuro

Le App: una finestra sulla nostra vita digitale

Se nel 2008 il mercato delle app era praticamente inesistente, negli otto anni successivi esso arriva a valere 1.300 miliardi di dollari, indotto compreso, e nel 2021 l’economia che ruota intorno alle App potrebbe diventare la terza a livello mondiale, con una crescita del 385% rispetto al 2016.
di redazione
Economia

Sugar tax, Italia ancora lontana dall’obiettivo

La Sugar Tax, approvata in Italia con la Legge di Bilancio 2020, sarebbe dovuta partire proprio da ottobre 2020, ma il Governo sembra ora orientato ad un ulteriore slittamento a luglio 2021
di redazione
Cultura

Una ridda di sigle per la scuola italiana

C’è la ddi, la dad, la dip, e se le si conta per bene, le sigle che caratterizzano oggi il mondo della scuola possono costituire tutte insieme l’indice di un corposo dizionario burocratico: se ne contano addirittura più di 500.
di Giuseppe Pulina
Diritti umani

Mandato di arresto europeo ed estradizione: la prima banca dati è emiliana

L'indagine condotta dall’Osservatorio Europa della Camera Penale di Bologna “Franco Bricola”, Fondazione Forense Bolognese ed Eurispes, ha monitorato, per la volta in Italia, i provvedimenti in materia di mandato di arresto europeo ed estradizione.
di redazione
Politica

La democrazia rende insoddisfatti?

Il malcontento verso la classe politica cresce nelle emergenze come il Covid, si diffonde la percezione che non vi siano risposte adeguate ed efficaci. La disaffezione verso la democrazia è tuttavia pericolosa e minaccia di spingerci in direzioni errate o avventurose. Il problema rimane la qualità della partecipazione pubblica e la consapevolezza di contribuire tutti al benessere collettivo.
di Angelo Perrone*
Criminalità e contrasto

Geopolitica, criminalità organizzata e terrorismo: riconoscere le nuove minacce

Il fenomeno mafioso è antico ma va stadiato a scadenze regolari allo stesso modo delle malattie nel campo medico. Gli intervalli sono quelli dettati dalla geopolitica che la storia ci presenta, i cambiamenti geopolitici mondiali comportano come conseguenza l’adeguamento di strutture e organizzazioni preesistenti ai nuovi paradigmi.
di Pasquale Preziosa*