Politica

Pensioni e riforma della PA ancora al centro dei lavori parlamentari

82

La settimana del governo sarà influenzata dall’evolversi della trattativa tra Unione europea e Grecia. Giorni nei quali Palazzo Chigi dovrà comprendere quale sarà la posizione migliore da assumere nei confronti di Atene e degli altri partner comunitari: nelle ore cruciali della trattativa Renzi e Padoan sono stati oscurati dal protagonismo tedesco e dall’iniziativa francese. Nei prossimi giorni Renzi dovrà capire quali saranno i confini della sua maggioranza. L’ingresso dei senatori vicini a Denis Verdini sembra ormai certo. Un apporto fondamentale per evitare fibrillazioni durante i prossimi voti a Palazzo Madama.

Il Senato riprenderà le sue attività domani confrontandosi con il disegno di legge di conversione del dl con cui si recepisce la sentenza della Corte costituzionale in materia di adeguamento delle pensioni, provvedimento che, in scadenza il prossimo 20 luglio, sarà al centro dei lavori per tutta la settimana. L’assemblea di Palazzo Madama sarà chiamata a confrontarsi anche con il ddl di conversione del decreto-legge recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali. Da mercoledì saranno trattati anche disegni di legge di ratifica ed esecuzione di trattati internazionali. Per tutte le sedute programmate nel corso della settimana la commissione Affari costituzionali porterà avanti l’istruttoria delle proposte di legge per la modifica della seconda parte e del Titolo V della Costituzione: articolati destinati ad approdare in assemblea solo al termine della pausa estiva. Mercoledì saranno auditi dalla commissione Finanze i rappresentanti del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, dell’Unione Nazionale della Camere degli Avvocati Tributaristi (Uncat), dell’Associazione Nazionale Tributaristi Lapet, di FP CGIL-CISL FP-UIL PA-SALFI-FLP e dell’Associazione Nazionale Magistrati Tributari nell’ambito dell’indagine conoscitiva sugli organismi della fiscalità e sul rapporto tra contribuenti e fisco. Giovedì, nell’ambito della stessa indagine, saranno ascoltati i rappresentanti di Associazione Nazionale Commercialisti (Anc), Dirpubblica, Istituto Nazionale Revisori Legali (Inrl), Equitalia, Agenzia delle entrate e Agenzia delle dogane e dei monopoli. Mercoledì, le commissioni Finanze e Giustizia, esamineranno i disegni di legge sull’impignorabilità della prima casa. Nel corso della settimana la commissione Lavori pubblici avvierà l’esame dello schema di decreto del presidente del Consiglio dei ministri concernente il piano strategico nazionale della portualità e della logistica. I provvedimenti sugli orari degli esercizi commerciali e le aree industriali dismesse saranno al centro dei lavori della commissione Industria nella seduta di domani; mercoledì, insieme alla commissione Territorio, sarà portato avanti il dibattito sullo schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva Ue sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi. Mercoledì la commissione Sanità continuerà l’esame del disegno di legge sullo screening neonatale; giovedì sarà audito il presidente della Regione Toscana in materia di farmaci innovativi. La commissione Territorio proseguirà i lavori connessi all’approvazione del provvedimento sull’Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente e disciplina dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, già licenziato dall’altro ramo del Parlamento.

Nel pomeriggio di oggi prenderà il via la discussione sulle linee generali del disegno di legge “Madia” sulla riforma della Pubblica amministrazione, provvedimento che sarà al centro dei lavori per tutta la settimana. Domani saranno discusse e votate le questioni pregiudiziali presentate al ddl di conversione del decreto-legge contenente Misure urgenti in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l’esercizio dell’attività d’impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale. Testo che sarà analizzato nel corso della sedute programmate nei prossimi giorni. Domani e mercoledì la commissione Affari costituzionali riprenderà l’esame delle proposte di legge sul contrasto del conflitto di interessi. Mercoledì la commissione Finanze porterà avanti la discussione della risoluzione concernente le misure a sostegno del credito in favore dei soggetti esercenti impianti fotovoltaici di produzione di energia. Domani e mercoledì le commissioni Ambiente e Attività produttive esamineranno il disegno di legge di conversione del dl in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l’esercizio dell’attività d’impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale. Mercoledì la commissione Ambiente audirà Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, nell’ambito dell’esame del disegno di legge, approvato dal Senato, recante delega al Governo per l’attuazione della direttiva Ue sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali. Mercoledì i rappresentanti di Tirrenia saranno auditi dalla commissione Trasporti sulla situazione e sulle prospettive dei collegamenti marittimi con la Sardegna, anche in relazione alle modifiche dell’assetto proprietario della società. Giovedì la commissione Affari sociali avvierà l’esame del documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sulle malattie rare.

Ultime notizie
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Società

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Legittima difesa, Urraro: “Tra Lega e M5S nessuna distanza”

“Nessuna distanza tra Lega e M5S sulla volontà di riformare la legittima difesa”. Il senatore pentastellato Francesco Urraro, membro della Commissione Giustizia spiega quali sono le “zone d'ombra” da chiarire per arrivare ad un momento di sintesi che contemperi le diverse esigenze.
di Valentina Renzopaoli