Informazione

Gino Falleri “pietra miliare” del giornalismo. “Aveva sempre la parola giusta”. Il ricordo

48

Gino Falleri era considerato l’Highlander del giornalismo, il paladino dei Pubblicisti, per i quali ha combattuto lunghe battaglie. La sua corporatura minuta nascondeva una volontà di ferro, che gli ha consentito di essere, per decenni, il punto di riferimento per migliaia di giovani e meno giovani che hanno scelto questa professione. In tanti hanno voluto omaggiare lo storico Vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti, il giorno del suo funerale nella parrocchia di San Mattia a Talenti, quartiere dove viveva. Scomparso il 18 marzo, aveva 92 anni.
Bruno Tucci, ex Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio ricorda: «Gino per il mondo del giornalismo ha rappresentato tanto. Ho vissuto con lui 18 anni, tutti i giorni, tutte le mattine per parecchie ore; a volte litigando, cercando di prendere decisioni giuste, in un periodo in cui è stato molto difficile gestire l’Ordine perché i provvedimenti disciplinari erano stabiliti direttamente da noi e punire un collega è una decisione difficoltosa e dolorosa. Gino è stata una pietra miliare perché aveva sempre una parola al posto giusto, e aveva sposato questa professione».
Roberto Natale, dal 2007 al 2013 Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana dice: «Gino ha attraversato decenni del giornalismo italiano e li ha attraversati con un incredibile tratto umano. La sua straordinaria passione e la correttezza che utilizzava nei rapporti, anche quelli sindacali, hanno fatto sì che quando anche non si era d’accordo, la distanza non era mai così importante come quella che univa. Aveva veramente il senso forte della comunità professionale, che non è corporativismo, perché a questo senso della comunità lui collegava un senso vivissimo delle regole e della deontologia. In occasione del suo funerale, è emersa questa capacità di Gino di unire anche chi, negli anni, con lui aveva sindacalmente combattuto».
Nel 1982 Gino Falleri era stato cofondatore dell’Eurispes. Il Presidente Gian Maria Fara commenta: «Con Gino scompare un pezzo di storia dell’Istituto, che abbiamo fondato insieme nel 1982 e dal quale non si è mai allontanato, regalandoci l’aiuto del suo prezioso consiglio e dell’esperienza e della saggezza delle quali era portatore. Un dolore enorme. Cercheremo di mantenere la sua memoria, onorandolo con il nostro lavoro».

Ultime notizie
Cultura & Turismo

Viaggi alternativi. A “caccia” di “nicchie di vita”, lontano dal turismo del selfie

Gli italiani sono buoni viaggiatori ma sempre più mordi e fuggi. L’offerta turistica si sta differenziando, con la proposta di esperienze di viaggio alternative. Ne parliamo con Daniele Bellucci, fondatore dell’associazione “Festival nel mondo”.
di Raffaella Saso
Ambiente

L’agricoltura delle diversità può rilanciare l’economia dei territori. L’intervista

L'Osservatorio “Cibi, Produzioni, Territori” Eurispes/Uci/Università Mercatorum è entrato nel vivo delle sue attività . Ne parliamo con Mario Serpillo, Presidente dell'Uci.
di Matteo Bruno Ricozzi
Ambiente

Agromafie e cibi al veleno. Caselli: “Gli agropirati non conoscono crisi”

A tavola la criminalità non conosce l’ombra della crisi. Il VI Rapporto Agromafie ha alzato, anche quest’anno, il sipario su un business che ha raggiunto i 24,5 miliardi di euro con un incremento annuo del 12%. Gian Carlo Caselli: "Il fronte dei cibi al veleno è uno dei nuovi fenomeni da presidiare".
di Massimiliano Cannata
Economia

Beni confiscati alle mafie, Fara: “Creare una holding per gestire l’immenso patrimonio”

La crescente attenzione ai temi del contrasto patrimoniale al crimine ‒ che fa da contraltare alla connotazione sempre più economica delle più...
di Gian Maria Fara
Gioco

Esports mania: il business vale un miliardo di euro

Quello degli eSports è un fenomeno sociale in rapidissima ascesa e costante trasformazione. Chiara Sambaldi e Andrea Strata hanno pubblicato la prima opera completa dedicata ai giochi elettronici.
di Valentina Renzopaoli
Economia

Roma-Milano non è solo un treno ad alta velocità. L’eterno conflitto

Roma-Milano in eterna competizione. Alberto Mattiacci analizza gli aspetti della conflittualità e il divario "che viene da lontano" tra il "bel momento" di Milano e la crisi della Capitale.
di Alberto Mattiacci
Cultura

Da Dylan Dog a Nathan Never. Michele Medda: “Il fumetto popolare è destinato a morire”

Qual è il presente ed il futuro dei fumetti in Italia? Ne parliamo con Michele Medda, ideatore di Nathan Never con Antonio Serra e Bepi Vigna, autore per le più importanti testate del fumetto italiano.
di Raffaella Saso
Economia

Agromafie. “Inseguiamo i caporali e non ci accorgiamo di chi condiziona i prezzi”

Come è noto, il nostro Paese è ricco di storia, di cultura, di arte, di tradizioni che ci hanno lasciato le generazioni...
di Gian Maria Fara
Rapporto Italia

Giornata della salute, esplode il mercato dei “cibi senza”. I dati

Cibi per intolleranti, integratori alimentari ed antibiotici fai da te. Tra salutismo, moda e psicosi, esplode anche in Italia il mercato dei “cibi senza”. In occasione della Giornata della Salute, riproponiamo i dati del Rapporto Italia.
di redazione
Cultura & Turismo

Italia addio. La fuga all’estero dei pensionati italiani. La storia

Pensionati italiani che “fuggono” all'estero: si stima che siano circa 400mila, distribuiti in 160 diversi paesi del mondo. Rossana e Franco sono due delle tante coppie che hanno compiuto questa scelta.
di Raffaella Saso