“Irricevibili”, ma l’ostuzionismo rimane con 383.500 emendamenti

Il Senato riprenderà i suoi lavori alle 15. Orario scelto per permettere ai senatori di partecipare ai funerali di Pietro Ingrao, ex presidente della Camera. Nel pomeriggio si entrerà nel vivo della discussione sul disegno di legge di revisione della costituzione. Ieri il presidente Pietro Grasso ha definito irricevibili i 72 milioni di emendamenti presentati dal leghista Roberto Calderoli che, citando una famosa battuta di un film interpretato da Alberto Sordi, ha detto che da ora in poi, in Senato, vigerà il regolamento del Marchese del Grillo. Inizieranno quindi le votazioni sul testo, con l’obiettivo di arrivare all’approvazione il 13 ottobre. Ma sul campo restano ben 383.500 emendamenti. Perciò il governo, pur ottimista sul traguardo finale, si dichiara non del tutto soddisfatto dalla decisione di Grasso: “È stato posto un limite al sabotaggio – osserva il sottosegretario Luciano Pizzetti – ma l’ostruzionismo rimane”. “Se Berlusconi decide di votare la riforma sono contento ma se non vota per me non cambia nulla perché vinceremo”, ha rimarcato Matteo Renzi, ribadendo tranquillità sui numeri. Le insidie sono comunque rappresentate dai voti segreti sull’articolo 1: anche nella giornata di ieri la minoranza Dem ha manifestato malcontento per le aperture ai verdiniani. La commissione Affari costituzionali esaminerà il ddl sui rendiconti dei partiti politici. La commissione Finanze porterà avanti l’analisi del ddl contenente “Misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo” e il testo relativo all’istituzione di una commissione d’inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena. L’ufficio di presidenza della commissione Industria audirà informalmente i rappresentanti dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico in relazione all’affare assegnato sull’aggiornamento delle linee guida in materia di certificati bianchi.. La nota di aggiornamento del Def sarà al centro dell’ordine del giorno della commissione Sanità. La commissione Territorio e Ambiente porterà avanti l’esame del Collegato ambientale.

Dalle 9 alle 10.30 la Camera riprenderà le votazioni degli emendamenti presentati alla Legge annuale sul mercato e la concorrenza. I lavori riprenderanno poi alle 16 al termine dei funerali di Pietro Ingrao, che saranno celebrati in piazza Montecitorio. L’ordine del giorno prevede il seguito della discussione sulla proposta di legge relativa all’abolizione del finanziamento pubblico all’editoria e l’illustrazione e la votazione della questione pregiudiziale presentata al testo unificato sulla concessione della cittadinanza. Alle 14 le commissioni Affari costituzionali e Giustizia porteranno avanti l’analisi dello schema di presidente della Repubblica concernente l’istituzione della banca dati nazionale del DNA e del laboratorio centrale per la banca dati nazionale del DNA. Alle 20.30 la commissione Ambiente riprenderà il confronto sulla delega al governo relativa all’attuazione della direttiva Ue del 26 febbraio 2014 del Parlamento europeo e del Consiglio sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali. La commissione Attività produttive esaminerà lo schema di decreto legislativo sull’efficienza energetica; sarà inoltre trattata la proposta di legge contenente “Disposizioni per l’introduzione di un sistema di tracciabilità dei prodotti finalizzato alla tutela del consumatore”. La commissione Affari costituzionali e la commissione Giustizia continueranno l’analisi dello schema di decreto legislativo recante “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n.1223/2009 sui prodotti cosmetici”.

Il presidente del Consiglio sarà alle 15 alla Camera per rispondere alle interrogazioni a risposta immediata in tema di finanza pubblica. Il premier utilizzerà il confronto con i deputati per illustrare alcune delle linee di intervento della manovra di finanza pubblica allo studio di Palazzo Chigi e del ministero dell’Economia. A fare il punto sulle scelte che il governo si appresta a fare con la Legge di stabilità è stata la Banca d’Italia, che, in audizione sulla nota di aggiornamento del Def, ha promosso la revisione verso l’alto delle stime per il prossimo biennio ma allo stesso tempo ha avvertito che sulla ripresa pesano ancora rischi esterni. Bene fa il governo, ha detto il vicedirettore generale Luigi Federico Signorini, a disinnescare le clausole di salvaguardia. Resta da capire se Bruxelles concederà la flessibilità richiesta dall’esecutivo.

Ultime notizie
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, i dati degli ultimi sei mesi della Polizia Criminale

Violenza di genere, i dati del Servizio Analisi Criminale della Polizia Criminale documentano un trend in crescita dal 2021 al 2023, ma i dati degli ultimi sei mesi evidenziano una flessione rispetto allo stesso periodo del 2023, soprattutto per i reati spia e gli omicidi volontari.
di redazione
violenza di genere
work life balance
Parità

Work life balance, c’è ancora un gap di genere da colmare

Il work life balance, ovvero l’equilibrio tra vita privata e professionale, riguarda anche la parità di genere, soprattutto in merito al caregiving, che troppo spesso ancora ricade principalmente sulle donne. Adnkronos evidenzia inoltre che il 66% degli utenti si dichiara insoddisfatto del proprio life work balance, e che questo incide nella scelta dell’impiego.
di redazione
work life balance
mediterraneo
Sostenibilità

Giornata internazionale del Mediterraneo, un ecosistema da difendere da plastica e sfruttamento

La Giornata internazionale del Mediterraneo è stata dedicata al dibattito sul nostro mare, un ecosistema che va difeso dallo sfruttamento intensivo della pesca e dalle plastiche. Un incontro presso la Camera dei Deputati organizzato da Fondazione Aqua ha visto numerosi studiosi esprimersi in merito al fragile equilibrio di questa risorsa fondamentale.
di redazione
mediterraneo
Uricchio ANVUR
Intervista

Antonio Uricchio, Presidente ANVUR: la valutazione come strumento per migliorare la qualità di ricerca e didattica

Antonio Uricchio, Presidente di ANVUR interviene nel merito delle critiche mosse verso una eccessiva burocratizzazione delle Università italiane, affermando la valutazione delle stesse come importante strumento per migliorare la qualità della ricerca e della didattica attraverso la raccolta di dati, documenti e informazioni.
di Mario Caligiuri*
Uricchio ANVUR
Corridoi TEN-T
Infrastrutture

Segnali positivi nella nuova strategia dei corridoi europei dei trasporti TEN-T

Il Parlamento europeo ha approvato il nuovo Regolamento sui Corridoi TEN-T. Il testo ha l’obiettivo di completare alcuni importanti collegamenti, aggiornando il piano europeo per una rete di ferrovie, strade, vie navigabili interne e rotte marittime a corto raggio collegate attraverso porti e terminali in tutta l’Unione.
di Gianpaolo Basoli*
Corridoi TEN-T
Intervista

Pierluigi Petrone, Presidente Assoram: sfide globali e nuove competenze del comparto healthcare

Il comparto healthcare oggi si trova ad affrontare nuove sfide che vanno oltre gli anni della pandemia: le mutate esigenze dei consumatori, sempre più vicini all’e-commerce, e gli equilibri internazionali che condizionano logistica e distribuzione. Uno sguardo alle sfide del futuro con il Presidente di Assoram Pierluigi Petrone.
di Susanna Fara
scuola
Istruzione

La Scuola di domani: tecnologie digitali e valorizzazione delle eccellenze

Tecnologie digitali e una gestione oculata dei fondi per valorizzare le eccellenze e la qualità: è questa la prospettiva sulla Scuola italiana individuata da Alessandro Curioni, Docente (Università Cattolica di Milano) e Presidente di DI.GI Academy.
di Massimiliano Cannata
scuola
maternità surrogata
Società

Maternità surrogata: italiani contrari, solo dai giovani segnali di apertura

Il 62,9% degli italiani si dichiara oggi contrario alla maternità surrogata, e solo i giovani mostrano segnali di apertura, dal momento che il 58% dei 18-24enni si dichiara favorevole. Ma il tema è complesso e maggiormente avversato dall’opinione pubblica italiana, da Nord a Sud e a dispetto anche del titolo di studio.
di redazione
maternità surrogata
animali
Animali

Vivisezione, caccia, allevamenti intensivi: cresce la sensibilità degli italiani verso il benessere animale

I diritti degli animali contano sempre di più per una maggioranza di italiani: il 76% è contrario alla vivisezione, il 73% agli allevamenti intensivi. I temi etici legati agli animali raccolgono quote consistenti di italiani contrari anche rispetto a vivisezione, caccia, pellicce, uso degli animali nei circhi.
di redazione
animali
corruzione
Internazionale

G7 Anticorruzione, un fenomeno che richiede un’azione globale

Il tema corruzione entra in agenda al G7 con il Gruppo di lavoro anticorruzione, proposto dal nostro Paese per avviare una azione collettiva rispetto a un fenomeno diffuso. Tra i punto fondamentali, l’educazione fin dalla prima età alla cultura della legalità e l’acquisizione di metodi di misurazione della corruzione su basi oggettive.
di Avv. Angelo Caliendo*
corruzione