Sondaggi & Ricerche

Sorpresa, lo stalking
è meno frequente
di quanto non si pensi

153

Un’italiana su dieci è stata costretta a subire quelle condotte vessatorie che passano sotto il nome di stalking nel corso di tutta la sua vita. Un’indagine effettuata dall’Eurispes su un campione rappresentativo di donne dai 18 anni in su, e presentata in occasione dell’8 marzo, porta a questa rivelazione consolante: la percezione diffusa di questo fenomeno di cui tanto si parla è peggiore di quanto non dicano i fatti. Se ben otto donne intervistate su dieci sono convinte infatti che negli ultimi due anni lo stalking si sia esteso (in particolare quelle che appartengono alla fascia d’età fra i 45 e i 64 anni), poi però soltanto il 12,6 per cento dell’universo femminile dichiara di esserne stata vittima, in misura più o meno pesante.

Sette volte su dieci l’atteggiamento persecutorio ha la forma di un messaggio o di telefonate ripetute, nel 58,5 per cento dei casi si materializza invece attraverso insulti. Quasi la metà delle intervistate (48,6 per cento) denuncia nell’intervista affermazioni diffamatorie e oltraggiose, mentre quattro su dieci sono state costrette  a subire appostamenti, pedinamenti e minacce, il 23 per cento danni a cose di proprietà. Ha subito una vera e propria violenza fisica il 17 per cento delle vittime di stalking (in particolare le più anziane): quindi all’incirca due su dieci di quell’universo di una su dieci di cui si è appena detto. Circostanza certamente grave, ma inferiore alle aspettative.

E chi è lo stalker? Nella maggioranza dei casi (34,3 per cento) si tratta dell’ex partner, nel 17 per cento è un conoscente, e il 14,3 per cento delle volte è invece un collega. Le più perseguitate sono le donne più giovani, fino a 34 anni d’età, e on ogni caso quelle che vivono in coppia senza figli (57 per cento dei casi). Un dato che fa però riflettere è che un terzo delle donne intervistate ha riferito di aver conosciuto altre vittime di stalking.

Ultime notizie
Sicurezza

Malaffare e politica, Franco Roberti: “Legame con la mafia ancora profondo”

Dal grande progetto di “videosorvegliare” Napoli e le sue periferie, al macrotema dell’immigrazione, a quello sulla legittima difesa; e poi il terrorismo e i pericoli per l’Italia. Intervista a 360 grandi a Franco Roberti
di Valentina Renzopaoli
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Immigrazione

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo