Salute

Giornata della salute, esplode il mercato dei “cibi senza”. I dati

86

Cibi per intolleranti, integratori alimentari ed antibiotici fai da te. Tra salutismo, moda e psicosi, esplode anche in Italia il mercato dei “cibi senza”.

Un fenomeno non solo italiano ma di portata mondiale, in crescita esponenziale negli ultimissimi anni. Con conseguenze non soltanto in termini di spesa, ma anche di carenze nutritive.
Molti italiani assumono alimenti speciali per evitare glutine, lievito o lattosio, pur non avendo ricevuto una diagnosi di intolleranza dal proprio medico. Si tratta di alimenti negli ultimi anni molto al centro dell’attenzione mediatica e, in conseguenza di ciò, assurti in un certo senso a spauracchi dell’alimentazione.
Quasi un quinto del campione dichiara di acquistare alimenti privi di glutine; tuttavia, solo al 6,4% è stata diagnosticata una intolleranza, mentre il 12,9% li assume senza essere intollerante al glutine. Una situazione simile si rileva per gli alimenti senza lievito, che vengono comprati da quasi un quinto degli intervistati: il 4,6% è stato effettivamente riconosciuto intollerante, a differenza del 14% che ammette di non esserlo. L’8,5% degli italiani acquista prodotti alimentari senza lattosio perché ha avuto una diagnosi di intolleranza e ben il 17,5% pur dichiarando di non essere intollerante. La tendenza risulta leggermente più diffusa tra le donne. Benché si possa maturare la convinzione di digerire con fatica alcuni cibi, pur non avendo ricevuto una diagnosi di intolleranza, è forte il sospetto che le auto-diagnosi e le diete auto-gestite abbiano poco fondamento, in mancanza di una validazione medico-scientifica.
Anche gli integratori alimentari sono sempre più presenti nella comunicazione pubblicitaria, nelle farmacie, nelle diete particolari (sia quella vegetariana o vegana, sia quella senza lattosio e non solo). Il 10,5% degli italiani dichiara di farne uso abitualmente, il 46,5% qualche volta, il 43% mai. Le donne acquistano integratori più spesso degli uomini, come riflesso della maggiore attenzione femminile nei confronti dell’alimentazione, della cura di sé e del benessere in generale. Il 45,6% del campione assume integratori solo su indicazione di un medico. Tuttavia, il 28,3% effettua l’acquisto su propria iniziativa, mentre il 26,1% alterna acquisti prescritti dal medico ad acquisti su iniziativa personale. Anche in questo caso è legittimo ipotizzare che molte scelte non supportate dal consiglio medico, stimolate dalla pubblicità o da sensazioni soggettive, possano rivelarsi inutili se non inopportune.
Quasi quattro italiani su dieci, inoltre, ricorrono agli antibiotici senza consultare il proprio medico, trascurando il rischio di assuefazione e le eventuali controindicazioni. Un terzo degli intervistati afferma di assumere antibiotici senza prescrizione medica qualche volta (33%); a farlo spesso è il 4,8%.

Per approfondire, si può consultare il sondaggio pubblicato nel Rapporto Itali 2019

Rapporto Italia 2019. Vegetariani e vegani: le nuove diete si consolidano

Ultime notizie
Intervista

Camilleri come Verga e Pirandello. “Il vigatese è italiano come la lingua dei Malavoglia”

Andrea Camilleri non è solo un caso letterario. È una figura poliedrica di intellettuale, capace di esprimere la corda universale della sicilianità, come hanno fatto i grandi della letteratura isolana: da Verga a Pirandello. Ne parliamo con Franco Lo Piparo, professore filosofia del linguaggio all’Università di Palermo.
di Massimiliano Cannata
Il punto

Regioni: tutte a statuto speciale

Occorre che lo Stato ritorni ad essere protagonista e guida del futuro degli italiani. Occorrerebbe riscoprire il senso di comunità e di...
di Gian Maria Fara
agricoltura

Mafia nei mercati ortofrutticoli. Sud Pontino epicentro della filiera criminale

Mafia nei mercati ortofrutticoli: quando la criminalità riesce a mettere le mani sui grandi mercati ortofrutticoli o sul sistema della logistica, condiziona l'intera filiera agricola italiana e internazionale. Si tratta di un avanzamento importante e pericoloso della strategia delle agromafie italiane.
di Marco Omizzolo
Intervista

Salvini e il bluff della crisi di “ferragosto”. Il Papeete è un format politico

Crisi di governo: Matteo Salvini protagonista del “mistero buffo” di Ferragosto. L'analisi di Aldo Cazzullo, cronista di razza, editorialista e firma di punta del Corsera. «Più passano i giorni, più l'azzardo di Salvini si rivela sempre più tale. La mia impressione è che abbia sbagliato i tempi».
di Massimiliano Cannata
Informazione

Comunità sostituite da “communities”. L’identità corre sui social

Ha un senso oggi parlare, nel nostro Paese, di comunità? Quand'é che un insieme di persone diventa una comunità e in quale circostanza perde questa sua connotazione?
di Alfonso Lo Sardo
Economia

Fed e Bce: la simmetria accomodante nelle politiche monetarie

Il mese di luglio ha registrato importanti segnali e decisioni riguardo le prospettive di politica monetaria sulle due sponde dell’Atlantico. Sia la Bce che la Fed hanno fornito elementi di valutazione delle prossime mosse in questo àmbito, sul fronte europeo, e una decisione concreta in casa americana.
di Antonio De Chiara
Istruzione

L’educazione civica torna sui banchi di scuola. L’Eurispes applaude

Con l’approvazione da parte del Senato del Ddl sull’introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica, la materia sarà reintrodotta nella scuola primaria e in quella secondaria. Al tema il magazine L’Eurispes.it ha dedicato una “campagna” di informazione e aperto un vero e proprio dibattito, consultando insegnanti, esperti di diritto e politici.
di redazione
International

Religione in Russia. Gli ortodossi praticanti sono solo il 3%. “Servono più sacerdoti”

Quanti sono i cittadini russi di religione ortodossa? Quanti i credenti-praticanti? Quale ruolo svolgono la Chiesa Ortodossa e l’associazionismo cristiano nella società russa? A queste domande ha messo un punto fermo una recente ricerca sociologica.
di Evpati Selov
International

Sudafrica, il Pil torna a volare. Ma la disuguaglianza alimenta l’immigrazione

I BRICS ospitano, in totale, circa il 42% della popolazione mondiale, ricoprono circa il 25% dell’estensione terrestre e il loro Pil ammonta...
di Bartolomeo Gatteschi
Cultura

Scuola e formazione. Italia, Paese delle riforme mancate

In Italia, i dati sulla dispersione scolastica, indice sensibile della qualità del sistema scolastico di una nazione, mostrano un generale miglioramento della...
di Roberto Bevacqua