Giornata della salute, esplode il mercato dei “cibi senza”. I dati

199

Cibi per intolleranti, integratori alimentari ed antibiotici fai da te. Tra salutismo, moda e psicosi, esplode anche in Italia il mercato dei “cibi senza”.

Un fenomeno non solo italiano ma di portata mondiale, in crescita esponenziale negli ultimissimi anni. Con conseguenze non soltanto in termini di spesa, ma anche di carenze nutritive.
Molti italiani assumono alimenti speciali per evitare glutine, lievito o lattosio, pur non avendo ricevuto una diagnosi di intolleranza dal proprio medico. Si tratta di alimenti negli ultimi anni molto al centro dell’attenzione mediatica e, in conseguenza di ciò, assurti in un certo senso a spauracchi dell’alimentazione.
Quasi un quinto del campione dichiara di acquistare alimenti privi di glutine; tuttavia, solo al 6,4% è stata diagnosticata una intolleranza, mentre il 12,9% li assume senza essere intollerante al glutine. Una situazione simile si rileva per gli alimenti senza lievito, che vengono comprati da quasi un quinto degli intervistati: il 4,6% è stato effettivamente riconosciuto intollerante, a differenza del 14% che ammette di non esserlo. L’8,5% degli italiani acquista prodotti alimentari senza lattosio perché ha avuto una diagnosi di intolleranza e ben il 17,5% pur dichiarando di non essere intollerante. La tendenza risulta leggermente più diffusa tra le donne. Benché si possa maturare la convinzione di digerire con fatica alcuni cibi, pur non avendo ricevuto una diagnosi di intolleranza, è forte il sospetto che le auto-diagnosi e le diete auto-gestite abbiano poco fondamento, in mancanza di una validazione medico-scientifica.
Anche gli integratori alimentari sono sempre più presenti nella comunicazione pubblicitaria, nelle farmacie, nelle diete particolari (sia quella vegetariana o vegana, sia quella senza lattosio e non solo). Il 10,5% degli italiani dichiara di farne uso abitualmente, il 46,5% qualche volta, il 43% mai. Le donne acquistano integratori più spesso degli uomini, come riflesso della maggiore attenzione femminile nei confronti dell’alimentazione, della cura di sé e del benessere in generale. Il 45,6% del campione assume integratori solo su indicazione di un medico. Tuttavia, il 28,3% effettua l’acquisto su propria iniziativa, mentre il 26,1% alterna acquisti prescritti dal medico ad acquisti su iniziativa personale. Anche in questo caso è legittimo ipotizzare che molte scelte non supportate dal consiglio medico, stimolate dalla pubblicità o da sensazioni soggettive, possano rivelarsi inutili se non inopportune.
Quasi quattro italiani su dieci, inoltre, ricorrono agli antibiotici senza consultare il proprio medico, trascurando il rischio di assuefazione e le eventuali controindicazioni. Un terzo degli intervistati afferma di assumere antibiotici senza prescrizione medica qualche volta (33%); a farlo spesso è il 4,8%.

Per approfondire, si può consultare il sondaggio pubblicato nel Rapporto Itali 2019

Rapporto Italia 2019. Vegetariani e vegani: le nuove diete si consolidano

Ultime notizie
Gioco

Lotta al gioco illegale: Agenzia delle Dogane e Monopoli e Forze dell’ordine firmano il nuovo regolamento

Il Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, Marcello Minenna, insieme al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri, al Comandante Generale della Guardia di Finanza, Giuseppe Zafarana, e al Capo della Polizia, Franco Gabrielli, hanno firmato il Regolamento Operativo del “Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori”.
di redazione
Gioco

E-Sport, il gaming è in salute dopo il Covid. Olimpiadi più vicine

Che cosa è accaduto nel mondo del gaming nel periodo della pandemia del Covid-19? Secondo le ultime previsioni, l’emergenza sta rappresentando una incredibile opportunità di crescita per il settore degli E-Sports.
di Valentina Renzopaoli
Cultura

Fellini-Sordi a 100 anni dalla nascita. La mostra dell’Archivio Riccardi a Spazio 5

Il 20 gennaio e il 15 giugno di quest'anno Federico Fellini e Alberto Sordi avrebbero compiuto 100 anni. Per celebrarne il genio e il peso avuto nel panorama cinematografico italiano e non solo, è stata organizzata la mostra: "Fellini-Sordi, 100 anni per i protagonisti del cinema italiano".
di redazione
scuola

Il ritorno dell’educazione civica nelle Scuole: italiani favorevoli

L’importanza di reintrodurre l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole ha trovato il favore della maggior parte degli italiani (67,8%) nell’ultima indagine condotta sul...
di redazione
Osservatori

Iva e scuola: nei Tg l’anticipo di campagna elettorale. Azzolina al centro delle polemiche. Sileri e il dilemma del Mes

L’analisi dell’Osservatorio Tg Eurispes e Coris Sapienza dal 22 al 26 giugno – Il dibattito tra le forze politiche su molti fronti...
di Eurispes e Coris Sapienza
Europa

Superare la “democrazia del ricatto”. Un Piano per la prossima generazione Ue

Il Piano anticrisi dell’Unione rappresenta un passo piccolissimo, ma comunque importante perché rompe un tabù ed indica una nuova direzione di marcia per l’Europa, con un profondo significato politico. Restano però molti nodi aperti in Europa, dove ancora ci sono paesi che usano il diritto di veto come un’arma per impedire che gli altri avanzino.
di Carmelo Cedrone*
Criminalità e contrasto

Abbassare la soglia di spendibilità del contante davvero favorisce la lotta al riciclaggio?

Il contante rappresenta, da sempre, il principale canale di riciclaggio dei proventi di attività illecita e contingentarne l’uso ha dato nel tempo risultati strategici, apprezzabili anche in termini di prevenzione e contrasto al finanziamento del terrorismo internazionale. Quanto maggiore è stata l’attenzione investigativa verso il contante, tanto più le organizzazioni criminali hanno saputo diversificare la forma di manifestazione di quei proventi in un complesso processo di dematerializzazione delle attività criminali.
di Giuseppe Miceli*
Cultura

Luciano Canfora all’Eurispes: “I fascismi hanno immense praterie a loro disposizione. Gli aiuti europei? Vengano utilizzati contro le disuguaglianze sociali”

Luciano Canfora nell'intervista rilasciata all'Eurispes auspica, senza ottimismo, che “questa rabbia sociale riesca a imporre all’attenzione un malessere profondo che attraversa il Paese, vissuto dalle fasce più deboli della popolazione, sostanzialmente abbandonate a se stesse”.
di Alfonso Lo Sardo
Cultura

Riscopriamo l’etica pubblica per uscire dalla crisi

Il quarto shock è il titolo di un interessante scritto del filosofo della politica, Sebastiano Maffettone, sulla “filosofia del presente”. «Il virus ha cambiato il nostro modo di vedere e abitare il mondo, stiamo acquisendo la consapevolezza che bisogna fare qualcosa perché il modo in cui abbiamo proceduto nell’ultimo periodo storico non ha funzionato».
di Massimiliano Cannata
Innovazione

Lo sviluppo della telemedicina: una opportunità da non perdere

L’utilizzo della tecnologia elettronica in àmbito sanitario costituisce una delle componenti fondamentali del futuro modello di governance alla cui implementazione si dovrà provvedere sollecitamente per garantire al meglio, e in modo uniforme, la tutela della salute delle persone.
di Francesco Giulio Cuttaia