International

L’Uzbekistan è più vicino. Accordo di collaborazione con l’Eurispes

90

L’Uzbekistan, che sta attraversando una fase di grande sviluppo economico, ha scelto l’Eurispes come “partner” di studio e analisi per valutare possibili forme di collaborazione future e, in seguito ad un incontro avvenuto presso la sede di Roma, è stato stipulato un accordo di collaborazione.

È stata la prima volta che l’Eurispes riceveva una rappresentanza proveniente da questo paese collocato in una posizione strategica, al centro della realtà euroasiatica. Presentata dal delegato dell’Ambasciata uzbeka in Italia, il Consigliere Rustam Kayumov, la delegazione era composta dai dirigenti del prestigioso Development Strategy Center, centro di analisi, studi e progettazione a sostegno dell’azione governativa, inserito tra i migliori Think Tank del mondo nel Rapporto annuale elaborato dall’Università di Pennsylvania (Usa): il Direttore on. Eldor Tulyakov, deputato al Parlamento uzbeko, e il capo della Divisione Progetti Sherzod O. Ata-Mirzaev. La delegazione è stata accolta dal Segretario generale dell’Eurispes, Marco Ricceri, e da due esperti del Laboratorio Brics: l’Ing. Giorgio Toscani (pianificazione territoriale) e il Prof. Giuliano Bifolchi, co-fondatore di Asrie, associazione specializzata nello studio della realtà euroasiatica.

Costituito nel 2017 in base ad un decreto del Presidente della Repubblica dell’Uzbekistan, il “Centro per la strategia dello sviluppo” è fortemente impegnato nel promuovere progetti ed azioni nelle cinque aree prioritarie di sviluppo individuate dal Governo uzbeko: ammodernamento delle strutture dello Stato, riforma del sistema giudiziario, rafforzamento dell’economia di mercato con particolare attenzione alla diffusione delle piccole e medie imprese nel sistema produttivo, promozione sociale, sicurezza, armonia tra i gruppi etnici, tolleranza religiosa. Un’azione complessa che richiede un approccio di tipo sistemico nella valutazione dei problemi da affrontare; approccio conforme al metodo di studio e analisi dell’Eurispes.

Per rendere più efficace ed incisiva la propria complessa iniziativa, il Centro uzbeko ha avviato una intensa attività a livello internazionale finalizzata a valutare le soluzioni migliori adottate nelle realtà più avanzate ed a costruire una rete di collaborazioni con i centri e le organizzazioni di maggior prestigio.

L’incontro con l’Eurispes ha consentito un approfondito confronto sulle rispettive iniziative, progetti e metodi di lavoro ed ha portato alla definizione di un Accordo di collaborazione (MOU) tra i due Istituti, firmato, per la parte italiana, dal Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara.

L’Uzbekistan è uno Stato indipendente dal 1991 (prima di questa data faceva parte dell’Unione Sovietica), con una popolazione di circa 33 milioni di abitanti (è lo Stato più popoloso dell’Asia centrale), la capitale è Taskhent; un paese che, negli ultimi dieci anni, ha registrato tassi di sviluppo segnati da un incremento medio annuo del Pil pari all’8%. Una realtà in grande e rapida evoluzione, dunque, impegnata in un vasto processo di modernizzazione.

Il “Centro per la strategia dello sviluppo” è uno dei motori di questo impegno alla accelerazione della crescita ed opera in base ad un programma stabilito per il periodo 2017-2021 ispirato al principio: “Affrontiamo insieme lo sviluppo”.

L’Uzbekistan ha una collocazione geografica di grande importanza perché si trova al centro di un sistema complesso: confina infatti con Kazakistan, Tagikistan, Kirghizistan, Turkmenistan, Afghanistan. Siamo, in sostanza, nel cuore del sistema euroasiatico, lungo la Via della Seta, oggetto di grandi progetti infrastrutturali. Una realtà che mantiene ottimi rapporti sia con gli Stati Uniti (basi militari, stabilimenti della General Motors) sia con la Russia (centrali nucleari per energia ad uso civile); un paese che ha grandi risorse naturali, in primis il petrolio e il gas, molte bellezze storiche ed artistiche “Patrimonio dell’Umanità”, in particolare nelle città di Samarcanda e Bukhara, in grado di attrarre sempre più turisti da tutto il mondo: 5,3 milioni nel 2018, per l’esattezza, una cifra raddoppiata rispetto al 2017.

Nella valutazione del Direttore Eldor Tulyakov, dall’Italia possono arrivare stimoli e contributi importanti allo sviluppo dell’Uzbekistan, a cominciare dalla diffusione del sistema produttivo delle piccole e medie imprese, dalle esperienze nello sviluppo delle economie locali, dalla tradizionale capacità di valorizzazione dei beni storici ed artistici. Molti sono, a suo avviso, gli àmbiti nei quali l’eccellenza italiana e una più intensa ed organica collaborazione tra i due paesi potrebbero dare degli ottimi risultati. E l’Eurispes, a suo avviso, può rappresentare il migliore canale di comunicazione possibile.

Ultime notizie
International

Asia Centrale: teatro di scontro geopolitico e mercato energetico in rapida ascesa

Europa e Cina con lo sguardo verso l’Asia Centrale, area di scontri geopolitici ma anche, e sempre di più, mercato economico in scesa verso il quale si stanno direzionando cospicui investimenti internazionali. L'approfondimento
di Giuliano Bifolchi
Criminalità e contrasto

Corpo Forestale assorbito nell’Arma, per la Corte Costituzionale è legittimo. Del Sette: “Sentenza netta”

La Corte Costituzionale, con la sentenza pubblicata lo scorso 10 luglio, ha confermato la legittimità della riforma legislativa concernente l’assorbimento nell’Arma dei Carabinieri del disciolto Corpo Forestale dello Stato. Tullio Del Sette: "Sentenza netta, che ha spazzato via definitivamente, senza possibilità di appello, le riserve di alcuni sulla legittimità costituzionale".
di Tullio Del Sette
Criminalità e contrasto

Sicurezza e scandalo in magistratura, Sorgi: “Rischio per l’indipendenza dei magistrati”

Dal fenomeno del caporalato a quello del lavoro nero, passando per le infiltrazioni mafiose e della 'ndrina, in particolare, nella regione Emilia Romagna; fino alle misure previste dai decreti “sicurezza”, e ai recenti scandali che hanno coinvolto la magistratura. Intervista al magistrato Carlo Sorgi.
di Marco Omizzolo
Europa

Il Gattopardo a Bruxelles. Le prime mosse dell’Europarlamento

Un brutto accordo è sempre migliore di un accordo mancato. Vista la situazione a cui è giunta l’Unione, sarebbe opportuno fare uno sforzo per leggere positivamente l’intesa raggiunta al vertice del 2 luglio, che non è poi diversa nel metodo e nel risultato rispetto a quanto fatto in passato.
di Carmelo Cedrone
Ambiente

Ricerca: insetti per produrre energia e fertilizzanti agricoli. Il progetto del Centro Enea

Utilizzare gli insetti che si nutrono di materia organica in decomposizione per la produzione di biocarburanti avanzati, materiali innovativi biodegradabili o fertilizzanti...
di redazione
Gioco

Giochi: la stretta normativa può accrescere l’illegalità. La Corte dei Conti conferma le tesi dell’Eurispes

La riduzione del numero degli apparecchi da intrattenimento unita all’inasprimento delle limitazioni delle distanze da luoghi cosiddetti sensibili e degli orari di gioco da parte di norme regionali e locali, hanno determinato una contrazione del mercato legale e un probabile incremento dei fenomeni illegali. Lo dice la Corte dei Conti.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
Economia

La criptovaluta diventa “moneta di Stato”. Il caso del “petro”

Il “petro” in Venezuela, lo “yuan digitale” in Cina, il “payMon” nella Repubblica islamica: l'avvento della “criptovauta di Stato” rappresenta il tentativo di “imbrigliare” una tecnologia nata in base ad un principio di “anarchia finanziaria” in un sistema regolato e, quindi, nuovamente controllato.
di Giovambattista Palumbo
Finanza

Banche, la donna che “traghetta” l’Italia verso le nuove sfide dell’open banking

Trasformazione e digitalizzazione del sistema finanziario: negli ultimi anni, il sistema dei pagamenti e l'organizzazione delle imprese e delle banche è profondamente cambiato. Tra gli artefici e i protagonisti di questa transizione, il Consorzio CBI, da poche settimane diventato una società consortile per azioni. Ne parliamo con Liliana Fratini Passi, Direttore Generale di CBI S.c.p.a.
di Valentina Renzopaoli
Economia

Fisco, agevolazioni e zone franche per le Isole. In Italia sono 31

Isole italiane: il riconoscimento di azioni a tutela della insularità è un obiettivo importante per un paese come l’Italia. Eppure, il primo ostacolo, seppure possa sembrare incredibile, è proprio definire che cosa si intenda per isola.
di Giovambattista Palumbo
Cultura & Turismo

I briganti erano “eroi”. Lo show al Parco della Grancìa, in Basilicata

L’ultimo fine settimana di giugno si apre la lunga stagione di eventi del Parco della Grancìa, il primo parco storico rurale ambientale d’Italia, nel cuore della Basilicata. L’attrazione più affascinante è “La storia bandita”, un affresco storico che ripropone il periodo delle Insorgenze e del Brigantaggio post-unitario nel Sud Italia.
di Valentina Renzopaoli