Giampiero Massolo, Presidente Osservatorio internazionale Eurispes: “aiutare l’Italia a navigare in mare aperto”

©agrpress - www.agrpress.it

Cari amici di Eurispes,

mi rivolgo a voi per la prima volta per presentarvi un progetto nuovo, a cui con l’Istituto abbiamo lavorato negli ultimi mesi. Il mio auspicio è che questa sia la prima di molte altre volte e che il progetto in questione susciti il vostro interesse.

L’Eurispes svolge da anni preziose attività di osservazione della realtà italiana, analisi dei trends, opzioni di policy e di comportamenti, concentrandosi sugli aspetti socio-economici del mondo del lavoro e dei territori. Sviluppando in questi campi una rete di rapporti internazionali funzionali alle analisi di settore, l’Istituto ha interpretato al meglio la nozione di “casa” approfondendone molti aspetti, curandone ogni dettaglio come fosse in un condominio di lusso in un quartiere residenziale.

Insieme al Presidente Fara abbiamo, dunque, pensato che sia giunto il momento di ampliarne l’orizzonte, costruendo sul prezioso lavoro svolto, per cominciare a occuparci del “quartiere” in cui la nostra “casa” si trova. Ciò per assicurarci che le nostre esigenze (quelle del nostro condominio!) siano tenute in debito conto ogni volta che nel quartiere sia necessario un intervento.

Abbiamo cioè pensato che la nozione di “mondo” sia il contrappeso inevitabile a quella di “casa”. Infatti, a ben vedere, nulla di ciò che capiti nel quartiere può essere alieno da quello che capita nella nostra casa e, alla lunga, casa non può pensarsi compiutamente se non guarda al mondo, nel quale, dopotutto, abitiamo.

Ecco il senso del progetto, sin dall’inizio promosso e sostenuto con entusiasmo dall’Istituto: dotare l’Eurispes di un Osservatorio internazionale. L’idea di fondo è far crescere la consapevolezza di come il “mondo” influenzi la “casa” e di come la “casa” debba/possa cogliere opportunità e proteggersi dalle minacce promananti dal “mondo”.

Nel far ciò, intendiamo avvalerci del collaudato metodo dell’Istituto: l’analisi dei trends, la valutazione dell’impatto e il criterio dell’interesse nazionale come prisma attraverso cui guardare al mondo circostante e alle sue dinamiche sempre più veloci. D’altra parte, l’incertezza e i mutamenti che stiamo vivendo, impongono un approccio “evolutivo”, che permetta a un ambiente e ai suoi abitanti di comprendersi a vicenda e di adattarsi in maniera mutuamente strategica.

La sfida che vogliamo raccogliere è quella di aiutare l’Italia a navigare in mare aperto, senza più reti di protezione scontate. Senza ambizione di dare consigli ai naviganti, ma nel tentativo, questo sì ambizioso, di cercare almeno di fornire una mappa attendibile degli iceberg da schivare e dei venti da sfruttare.

*L’Ambasciatore Giampiero Massolo è il Presidente dell’Osservatorio Eurispes sui Temi Internazionali

Il prossimo mercoledì 11 novembre dalle 15,30 alle 16,30 ai svolge il webinar organizzato dall’Osservatorio Eurispes sui Temi Internazionali dal titolo US 2020: che cosa cambia per l’Italia? (https://zoom.us/webinar/register/WN_7_6V-H0MTdCMxs2M6xHi5Q) Intervengono: Vincenzo Amendola, Ministro per le Politiche Europee, Maurizio Molinari, Direttore la Repubblica, Giovanna Pancheri, corrispondente dagli USA SkyTG24, Armando Varricchio, Ambasciatore d’Italia a Washington.

https://eurispes.eu/news/webinar-us-2020-che-cosa-cambia-per-litalia-incontro-organizzato-dallosservatorio-permanente-eurispes-sui-temi-internazionali/

Ultime notizie
Osservatori

Web tax: il 2021 sarà l’anno della svolta?

Il tema della tassazione dei grandi colossi del Web è da tempo al centro del dibattito mondiale. Queste multinazionali (Google, Apple, Facebook...
di Giovambattista Palumbo*
Video

La luce, oltre la siepe

Quante volte vi siete chiesti: quando finirà? E quante volte vi siete sentiti rispondere: quando arriverà un vaccino. Ora sembra che stia...
di Emilio Albertario
Società

Covid-19, paura e incertezza: un’emergenza esistenziale

Ci troviamo nel pieno di una tempesta, cerchiamo un riparo anche se l’acqua che cade non riusciamo a vederla se non dopo...
di Alfonso Lo Sardo
Futuro

L’incertezza della recidiva: se insieme al Covid cresce la paura del futuro

Il Covid mette a repentaglio le vite nel mondo, in generale cambia le abitudini. Collettive o individuali, importanti o meno, magari piccole...
di Angelo Perrone*
Società

Disuguaglianza di genere e violenza sulle donne. Un’emergenza nell’emergenza

La violenza di genere è un fenomeno che affonda le sue radici nella disuguaglianza di genere e persiste nell’affermarsi come una fra le più importanti violazioni dei diritti umani in tutte le società. Non a caso, è stata definita dall’ONU come un “flagello mondiale”.
di Lavinia Ferrari e Giulia Putzolu
Criminalità e contrasto

L’evasione fiscale brucia ogni secondo lo stipendio annuale di un infermiere

Il primo studio sullo Stato della giustizia fiscale realizzato da Tax Justice Network indica che ogni anno vanno in fumo 427 miliardi di dollari a causa dell’evasione fiscale. La fetta maggiore di evasione è praticata dalle multinazionali, che anziché pagare le tasse dovute al paese in cui originano e operano, trasferiscono la sede legale nei paradisi fiscali.
di Roberta Rega
Cultura

I primi cento anni di Gianni Rodari, genio “riverente” della letteratura per l’infanzia

Che cosa avrebbe pensato Gianni Rodari delle tante attenzioni che ha ricevuto in occasione della recente ricorrenza del centenario della nascita? Abbiamo pensato di rendergli omaggio con l’aiuto dei suoi critici più attenti: i bambini.
di Giuseppe Pulina
Lavoro

Gig economy e nuove frontiere del lavoro. Quali diritti per i riders?

La Gig economy è l’emblema di un sistema di produzione avanzato e non retrogrado, normato e fondato sul rapporto fra coloro che utilizzano il lavoro umano e coloro che invece lo forniscono, comprendendo una gamma assai ampia di lavoro autonomo fasullo. Anche l’Italia è investita da questo fenomeno, in particolar modo per quanto riguarda i riders.
di Marco Omizzolo
Intervista

11 milioni di italiani con meno cure. Sanità non è solo fermare il Covid

La prima ondata della pandemia ha causato importanti disagi e ripercussioni a carico degli undici milioni di cittadini affetti dalle patologie diverse dal Covid, cioè i pazienti oncologici, ematologici e cardiologici. Intervista al Prof. Francesco Cognetti Presidente Federazione Foce.
di Emilio Albertario
Cultura

Gli Hate speech online, quando la comunicazione dell’odio è organizzata

Nella Rete l’hate speech inizia ad essere sempre meno legato allo spontaneismo digitale e sempre più legato al fenomeno dei cosiddetti appaltatori dell’odio. L’intervento dell’Avv. Prof. Roberto De Vita, Presidente dell’Osservatorio Cybersecurity dell’Eurispes alla conferenza online promossa da Unar.
di Roberto De Vita