Terrorismo: Renzi incontra Hollande

terrorismo

Stamattina il presidente del Consiglio Matteo Renzi si incontrerà con il presidente della Repubblica francese, Francois Hollande. Al centro del delicatissimo incontro la lotta contro il terrorismo e il ruolo dell’Italia. Ieri sera il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha confermato che Parigi chiederà a Roma il sostegno su alcuni teatri. Intanto il governo dovrà fare i conti anche con la legge di Stabilità. La flessibilità concessa dall’Europa potrebbe non bastare, la discesa dell’euro sta infatti facendo temere l’avvicinarsi di una piccola tempesta finanziaria sui mercati. Tanto che la Bce ha già annunciato di voler lanciare un nuovo Quantitative easing. Tutto mentre in Italia sono calati il fatturato e gli ordinativi nell’Industria. Sintomi di una ripresa troppo timida.

Il Senato porterà avanti l’esame di dieci disegni di legge di ratifica ed esecuzione di altrettanti accordi internazionali. Alle 16 il governo si presenterà a Palazzo Madama per rispondere ad alcune interrogazioni sulle problematiche del settore lattiero-caseario e sulle prospettive delle imprese agricole italiane dopo Expo 2015. La commissione Affari costituzionali vaglierà i presupposti del decreto-legge contenente interventi sui territori e sulla città di Roma in vista del giubileo. In commissione Finanze proseguirà l’esame del documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea. Alle 14 i rappresentanti di Confedilizia saranno ascoltati dalla commissione Industria nell’ambito dell’esame della Legge annuale sul mercato e la concorrenza. Alle 15 le commissioni Esteri, Agricoltura, Industria e Politiche europee in seduta congiunta insieme alle commissioni Esteri, Attività produttive, Agricoltura e Politiche europee della Camere svolgeranno la videoconferenza con la Commissaria europea per il Commercio, Cecilia Malmström, sugli aspetti istituzionali della strategia commerciale dell’UE e sull’Accordo Transatlantico TTIP. Nel corso della mattinata saranno ascoltati dalla commissione Territorio i rappresentanti di Legambiente sul tema della fiscalità ambientale e della riconversione di impianti produttivi per la cogenerazione di energia. Nel pomeriggio saranno ascoltati il comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato per la regione Campania e il comandante provinciale per la provincia di Caserta nell’ambito dell’affare assegnato sulla ex Cava di tufo Monti.

Il governo sarà alla Camera per illustrare le sue comunicazioni in vista della XXI Conferenza delle Parti (COP 21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Proseguirà poi la discussione del disegno di legge di riforma costituzionale. Ieri è stato approvato l’articolo 1 del ddl Boschi. Scrutinio che spiana la strada verso l’approvazione in terza lettura del testo. Oggi ci sarà la discussione sul complesso degli emendamenti riferiti all’articolo 2, ma i voti sugli emendamenti riprenderanno martedì 1 dicembre. Intanto, la conferenza dei capigruppo ha deciso che l’esame degli emendamenti si concluderà entro il 4 dicembre. Il voto finale resta fissato per l’11 gennaio. Le commissioni Affari costituzionali e Giustizia porteranno avanti l’esame della proposta di legge sulla candidabilità dei magistrati. La commissione Bilancio proseguirà l’esame della legge di Stabilità. La conferenza dei capigruppo, sempre nella giornata di ieri, ha deciso che la manovra arriverà in Aula per la discussione generale il 14 dicembre. Il termine per la presentazione degli emendamenti in commissione Bilancio è stato fissato per venerdì 27 alle 18.30. I tecnici del Servizio bilancio hanno chiesto chiarimenti sulle norme inserite durante l’esame al Senato. Ci sono forti dubbi circa il funzionamento del canone Rai in bolletta e sulla sostenibilità di esenzioni sulla Tasi e bonus destinati a giovani coppie. La commissione Finanze continuerà l’esame della parti di competenza della legge di Stabilità. Lo schema di decreto legislativo per l’attuazione della direttiva UE relativa a pile e proseguirà il suo iter in seno alla commissione Ambiente. Anche la commissione Attività produttive sarà impegnata con l’esame delle parti di competenza dei documenti di bilancio, che saranno all’attenzione anche della commissione Affari sociali.

Stamattina il presidente del Consiglio Matteo Renzi si incontrerà con il presidente della Repubblica francese, Francois Hollande. Al centro del delicatissimo incontro la lotta contro il terrorismo e il ruolo dell’Italia. Ieri sera il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha confermato che Parigi chiederà a Roma il sostegno su alcuni teatri. Intanto il governo dovrà fare i conti anche con la legge di Stabilità. La flessibilità concessa dall’Europa potrebbe non bastare, la discesa dell’euro sta infatti facendo temere l’avvicinarsi di una piccola tempesta finanziaria sui mercati. Tanto che la Bce ha già annunciato di voler lanciare un nuovo Quantitative easing. Tutto mentre in Italia sono calati il fatturato e gli ordinativi nell’Industria. Sintomi di una ripresa troppo timida.

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili