Eurogruppo: l’Italia chiederà di alleggerire il debito

eurogruppo

Il premier greco Tsipras mette a punto la strategia con cui affronterà i colleghi e le istituzioni della zona euro a Bruxelles. Per prima cosa ha sostituito il troppo contestato Varoufakis con Euclid Tsakalotos, a cui aveva affidato i negoziati dopo che l’Eurogruppo sfiduciò l’ex titolare delle Finanze. Secondo: avverte la Merkel che oggi porterà all’Eurosummit le sue proposte, compresa la richiesta di alleggerire il debito che non avrà cammino facile, perché per Berlino “non è un tema”. Merkel e Hollande decidono di tenere la porta del negoziato aperta, ricordando però a Tsipras che l’Eurozona è fatta da altre 18 democrazie, il cui parere conta quanto il suo. La sfida di Atene è anche contro il tempo: senza nuovi aiuti il 20 luglio farà default verso la Bce, e anche le sue banche rischiano il collasso per mancanza di liquidità, tanto che il Governo ne ha prolungato la chiusura almeno fino a domani, nonostante la Bce abbia confermato – ma non aumentato – la liquidità d’emergenza (Ela). Matteo Renzi, dopo alcune prese di posizione in sintonia con Berlino, torna a chiedere che l’Europa abbandoni l’austerità per tornare a puntare sulla crescita. Per il premier la parola d’ordine deve essere “politica”. Il tempo di “parametri e numeri è finito”.

Nel pomeriggio i disegni di legge costituzionali sulla riforma dello statuto speciale della Regione Friuli-Venezia Giulia saranno al centro dei lavori del Senato, chiamato a votarli in prima lettura. Nel corso della serata riprenderà inoltre il confronto sulle proposte in tema di agricoltura sociale. La commissione Affari costituzionali vaglierà i presupposti costituzionali dei decreti-legge sul recepimento della sentenza della Corte costituzionale in materia di rivalutazione delle pensioni e sulla sicurezza e il controllo del territorio. Riprenderà inoltre l’istruttoria delle riforme costituzionali, tema molto sentito dalla maggioranza e dal governo, con la lettura della relazione della presidente Anna Finocchiaro. Una partita in cui conterà l’approdo ad un punto di caduta con le istanze della minoranza dem, verso la quale, si sottolinea in ambienti renziani, c’è la volontà di un’apertura ma senza toccare l’articolo 2, che prevede l’elettività indiretta dei senatori. Ed è proprio su questo punto che ruoterà il dibattito. Secondo il documento di venticinque senatori della minoranza, una modifica dell’art. 2 è necessaria in seguito ad una correzione, apportata nel testo approvato alla Camera, che disciplina come “la durata del mandato dei senatori coincida con quella degli organi delle istituzioni territoriali dai – e non più ‘nei’ – quali sono stati eletti”. In commissione Finanze proseguirà l’esame degli emendamenti presentati al disegno di legge sulla riorganizzazione delle attività di consulenza finanziaria. Dalle 14 le proposte sulla riforma del sistema radiotelevisivo pubblico continueranno ad essere al centro dei lavori della commissione Lavori pubblici. Il disegno di legge sulle aree industriali dismesse proseguirà il suo iter in seno alla commissione Industria. La commissione Sanità si confronterà sui provvedimenti in materia di screening neonatale e assistenza ai senza fissa dimora.

L’assemblea della Camera porterà avanti la discussione sulle mozioni concernenti iniziative volte a sospendere le procedure di espropriazione relative ad immobili adibiti ad abitazione principale e iniziative di competenza in relazione alla vicenda della cooperativa “Il Forteto”. Successivamente saranno esaminate e votate le questioni pregiudiziali riferite al disegno di legge di conversione del dl recante misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria. Sarà inoltre discusso il testo unificato sull’autismo. In serata prenderà il via il dibattito sul ddl “La buona scuola”, provvedimento che sarà al centro dei lavori parlamentari per tutta la settimana e sul quale si scaricheranno le tensioni tra maggioranza e opposizioni. La commissione Affari costituzionali proseguirà l’esame degli articoli e degli emendamenti del ddl “Madia” sulla riforma della Pubblica amministrazione. Le commissioni Finanze e Attività produttive, esaurito il ciclo di audizioni informali, riprenderà l’esame del disegno di legge in materia di concorrenza e mercato. La delega al governo per l’attuazione delle direttive Ue sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali sarà al centro dell’ordine del giorno della commissione Ambiente.

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili