L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura

Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e ripristinare gli habitat critici e migliorare la salute dei suoli e la qualità delle risorse idriche.

Si tratta di un vero e proprio cambio di paradigma incoraggiato dall’inserimento della transizione verde nelle agende governative e sempre più richiesto anche dai consumatori: in agricoltura si sta passando da un sistema di riduzione dei costi e coltivazioni intensive con una visione a breve termine ad un sistema che punta alla sostenibilità ecologica di lungo periodo e un’alta qualità agroalimentare.

Agroscienze: un mercato in espansione

È proprio questa progressiva tendenza a livello globale ad aver favorito la crescita del mercato delle agroscienze costituito da prodotti – tra cui biostimolanti e biopesticidi derivati da materiali naturali come animali, piante, batteri e alcuni minerali – e tecnologie innovative per la produzione e la trasformazione dei prodotti agricoli.

Secondo il report della Business Research Company*, ricerca che copre vasti segmenti di mercato – Asia-Pacifico, Europa, Nord America, Sud America, Medio Oriente e Africa – il settore globale delle agroscienze crescerà da 203,81 miliardi di dollari nel 2021 a 216,60 miliardi di dollari nel 2022, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR – crescita percentuale media di una grandezza in un arco temporale) del 6,3%, mentre il mercato mondiale dei prodotti agroalimentari dovrebbe crescere fino a 263,17 miliardi di dollari nel 2026 a un tasso del 5%. Nel 2021 il Nord America è stata l’area più influente del mercato delle agroscienze e, secondo le previsioni, manterrà il primato nei prossimi anni.

Agroscienze: collaborare e meglio che competere

I principali operatori del mercato delle agroscienze stanno intensificando le loro attività di ricerca e sviluppo attraverso partnership strategiche piuttosto che seguire logiche di concorrenza, mettendo in essere negli ultimi anni significative esperienze di collaborazione.

Un esempio interessante è quello di Agoro Carbon Alliance, il programma di agricoltura sostenibile promosso da Yara, uno dei leader mondiali nel settore della nutrizione delle colture e prodotti chimici e soluzioni ambientali, multinazionale con più di 17mila dipendenti che opera in più di 60 paesi. Lanciato con un evento globale in streaming a giugno 2021, il progetto mira a creare un futuro alimentare più sostenibile e redditizio sostenendo e informando le imprese agricole.

Trasformare la decarbonizzazione da necessità a opportunità

Il principio di base è il seguente: l’agricoltura può trasformarsi in una fonte netta di assorbimento di gas a effetto serra invece di essere una fonte di emissioni, determinando netti benefici per gli addetti ai lavori, ma anche per la collettività in termini di sicurezza alimentare e per l’ambiente in termini di decarbonizzazione. Come? Nel medio periodo riducendo, grazie all’innovazione degli ultimi ritrovati delle agroscienze, le emissioni di CO2 e compensando con i crediti di carbonio, grazie all’aumento del potenziale di stock di carbonio del suolo, per arrivare nel lungo periodo ad aumentare la salute, la resistenza e la sostenibilità dei terreni. In altre parole, l’obiettivo è quello di trasformare la decarbonizzazione da necessità – data dalla crisi climatica – a opportunità di sviluppo e di crescita non solo a livello industriale, ma anche nel campo agroalimentare, mantenendo e anzi aumentando la redditività e la produttività del settore.

*“AgroScience Global Market Report 2022 – Market Size, Trends, And Global Forecast 2022-2026”.

Leggi anche

Ultime notizie
Italia

Reti europee di trasporto TEN-T: l’Italia penalizzata dalle nuove strategie adottate

Una premessa. Era il lontano 2004 quando l’Unione europea, per impulso di Romano Prodi Presidente della Commissione, immaginò di rafforzare il processo...
di Gianpaolo Basoli, Luca Danese, Marco Ricceri
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze