L’Eurispes parteciperà alla Conferenza internazionale “The rise of Asia”

Eurispes

L’Eurispes prenderà parte alla Conferenza internazionale e multidisciplinare “La crescita dell’Asia” (The rise of Asia) in programma dal 10 al 12 febbraio 2021 alla Sorbona di Parigi e all’Università di Le Havre. In tale occasione, il Segretario generale dell’Eurispes Marco Ricceri presenterà una relazione sui principali risultati delle analisi e riflessioni svolte nell’ambito del Laboratorio sui BRICS dell’Istituto ed co-presedierà tre sessioni specifiche dedicate alla valutazione dell’impatto della “crescita dell’Asia” nel mondo occidentale (Sessione n. 13), nell’area del Mediterraneo (Sessione n. 24), nell’ambito dei coordinamenti BRICS e G20 (Sessione n. 25).

Asia Centrale: teatro di scontro geopolitico e mercato energetico in rapida ascesa

Il ruolo dei paesi non allineati nella crescita globale

Un tema oggetto di particolare approfondimento sarà il ruolo dei cosiddetti paesi non allineati (NAM) nella costruzione di una ripresa più equilibrata e sostenibile secondo i princìpi delle Nazioni Unite e il loro contributo alla moderazione delle tensioni esistenti attualmente tra i maggiori attori dello sviluppo, tenendo conto che si tratta di 120 Stati i quali hanno mantenuto i loro collegamenti internazionali, come testimoniato dai vertici periodici (il 18° vertice si è svolto a Baku, in Azerbeijan, il 25-26 ottobre 2019).

La Conferenza raccoglie 140 relatori da 50 paesi

La Conferenza offre una piattaforma internazionale di discussione a esperti nelle più diverse discipline scientifiche, operatori di settore, esponenti della società civile. Organizzata in sessioni generali e 35 sessioni tematiche parallele, registra la partecipazione attiva di circa 140 relatori provenienti da 50 paesi, dal Giappone nell’Est, al Canada nell’Ovest, dal Sudafrica nel Sud, alla Svezia nel Nord.

L’importanza dell’Asia Centrale nello scacchiere geopolitico internazionale

La partecipazione attiva dell’Eurispes a questa importante iniziativa internazionale è maturata sulla base dei rapporti di collaborazione costruiti negli ultimi anni con il Prof. Darwis Khudori, dell’Università di Le Havre, promotore dell’iniziativa, che nel 2019 è entrato a far parte del Comitato Scientifico dell’Istituto. In segno di reciprocità, il Segretario generale dell’Eurispes è diventato membro permanente del Consiglio Scientifico della conferenza internazionale.

«L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo»

«L’ascesa dell’Occidente ha trasformato il mondo. L’ascesa dell’Asia porterà ad una trasformazione altrettanto significativa. […] L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo. Centinaia di milioni di persone saranno salvate dalle grinfie della povertà […] l’Occidente dovrebbe accogliere con favore la trasformazione della condizione asiatica»: queste parole dello scrittore e intellettuale di Singapore, Kishore Mahbubani, sono alla base del grande confronto tra esperti e studiosi organizzato dalle due Università francesi. Le parole di Kishore Mahbubani sollevano molte domande. «L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo», che cosa significa? Bene per chi, o per che cosa? Per i popoli, le nazioni, gli Stati? In quale misura l’Unione europea, e l’Italia, in particolare, sono in grado di comprendere il valore di questi nuovi processi e attrezzati a coglierne le opportunità?

L’Italia è pronta a recepire i nuovi assetti globali?

La partecipazione dell’Eurispes all’iniziativa internazionale sull’Asia è collegata proprio a quest’ultima domanda ed è finalizzata a cogliere gli elementi che possono aiutare il nostro Paese a vivere in modo positivo la nuova situazione che si sta delineando a livello globale. A tale scopo, vale uno degli obiettivi principali della Conferenza, che è quello di favorire l’approfondimento delle conoscenze con ricerche e studi di carattere interdisciplinare e l’organizzazione di Reti internazionali tra Istituti e centri di analisi.

Il programma e la documentazione della Conferenza sono online sul sito:

http://www.bandungspirit.org/

 

Ultime notizie
Italia

Reti europee di trasporto TEN-T: l’Italia penalizzata dalle nuove strategie adottate

Una premessa. Era il lontano 2004 quando l’Unione europea, per impulso di Romano Prodi Presidente della Commissione, immaginò di rafforzare il processo...
di Gianpaolo Basoli, Luca Danese, Marco Ricceri
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze