L’Eurispes parteciperà alla Conferenza internazionale “The rise of Asia”

Eurispes

L’Eurispes prenderà parte alla Conferenza internazionale e multidisciplinare “La crescita dell’Asia” (The rise of Asia) in programma dal 10 al 12 febbraio 2021 alla Sorbona di Parigi e all’Università di Le Havre. In tale occasione, il Segretario generale dell’Eurispes Marco Ricceri presenterà una relazione sui principali risultati delle analisi e riflessioni svolte nell’ambito del Laboratorio sui BRICS dell’Istituto ed co-presedierà tre sessioni specifiche dedicate alla valutazione dell’impatto della “crescita dell’Asia” nel mondo occidentale (Sessione n. 13), nell’area del Mediterraneo (Sessione n. 24), nell’ambito dei coordinamenti BRICS e G20 (Sessione n. 25).

Asia Centrale: teatro di scontro geopolitico e mercato energetico in rapida ascesa

Il ruolo dei paesi non allineati nella crescita globale

Un tema oggetto di particolare approfondimento sarà il ruolo dei cosiddetti paesi non allineati (NAM) nella costruzione di una ripresa più equilibrata e sostenibile secondo i princìpi delle Nazioni Unite e il loro contributo alla moderazione delle tensioni esistenti attualmente tra i maggiori attori dello sviluppo, tenendo conto che si tratta di 120 Stati i quali hanno mantenuto i loro collegamenti internazionali, come testimoniato dai vertici periodici (il 18° vertice si è svolto a Baku, in Azerbeijan, il 25-26 ottobre 2019).

La Conferenza raccoglie 140 relatori da 50 paesi

La Conferenza offre una piattaforma internazionale di discussione a esperti nelle più diverse discipline scientifiche, operatori di settore, esponenti della società civile. Organizzata in sessioni generali e 35 sessioni tematiche parallele, registra la partecipazione attiva di circa 140 relatori provenienti da 50 paesi, dal Giappone nell’Est, al Canada nell’Ovest, dal Sudafrica nel Sud, alla Svezia nel Nord.

L’importanza dell’Asia Centrale nello scacchiere geopolitico internazionale

La partecipazione attiva dell’Eurispes a questa importante iniziativa internazionale è maturata sulla base dei rapporti di collaborazione costruiti negli ultimi anni con il Prof. Darwis Khudori, dell’Università di Le Havre, promotore dell’iniziativa, che nel 2019 è entrato a far parte del Comitato Scientifico dell’Istituto. In segno di reciprocità, il Segretario generale dell’Eurispes è diventato membro permanente del Consiglio Scientifico della conferenza internazionale.

«L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo»

«L’ascesa dell’Occidente ha trasformato il mondo. L’ascesa dell’Asia porterà ad una trasformazione altrettanto significativa. […] L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo. Centinaia di milioni di persone saranno salvate dalle grinfie della povertà […] l’Occidente dovrebbe accogliere con favore la trasformazione della condizione asiatica»: queste parole dello scrittore e intellettuale di Singapore, Kishore Mahbubani, sono alla base del grande confronto tra esperti e studiosi organizzato dalle due Università francesi. Le parole di Kishore Mahbubani sollevano molte domande. «L’ascesa dell’Asia farà bene al mondo», che cosa significa? Bene per chi, o per che cosa? Per i popoli, le nazioni, gli Stati? In quale misura l’Unione europea, e l’Italia, in particolare, sono in grado di comprendere il valore di questi nuovi processi e attrezzati a coglierne le opportunità?

L’Italia è pronta a recepire i nuovi assetti globali?

La partecipazione dell’Eurispes all’iniziativa internazionale sull’Asia è collegata proprio a quest’ultima domanda ed è finalizzata a cogliere gli elementi che possono aiutare il nostro Paese a vivere in modo positivo la nuova situazione che si sta delineando a livello globale. A tale scopo, vale uno degli obiettivi principali della Conferenza, che è quello di favorire l’approfondimento delle conoscenze con ricerche e studi di carattere interdisciplinare e l’organizzazione di Reti internazionali tra Istituti e centri di analisi.

Il programma e la documentazione della Conferenza sono online sul sito:

http://www.bandungspirit.org/

 

Ultime notizie
Economia

Sindacato e cambiamenti globali: quale preparazione hanno i sindacalisti?

I sindacalisti di oggi hanno la preparazione e le competenze adeguate per rappresentare al meglio le esigenze dei lavoratori in questa fase...
di Marco Ricceri*
Internazionale

The task of politics is to be “regulating rooms” between the interests of finance and the society

The belief that the so-called European welfare state was an obstacle to the development of the modern market and that it was...
di Gian Maria Fara*
STATO
Metafore per l'Italia

La politica sia “stanza di regolazione” tra interessi di mercato e corpo sociale

Le esperienze recenti dimostrano che senza il suo sistema di welfare l’Europa non avrebbe retto all’urto delle crisi. Lo Stato e le Istituzioni hanno il compito di regolare ed equilibrare gli interessi del mercato e le esigenze del corpo sociale, non limitarsi all’esercizio di un ruolo esterno di vigili del mercato. Riaffermare tale posizione significa ripartire dalla crisi esistenziale generata dall’incertezza e riequilibrare i divari economici e di genere.
di Gian Maria Fara*
STATO
medicina
Recensioni

Da Ippocrate a Bill Gates, come la tecnologia ha cambiato la medicina

Il futuro della medicina è adesso. Fa il punto sullo stato dell’arte della tecnologia il nuovo libro del giornalista Claudio Barnini: Da Ippocrate a Bill Gates. Come la tecnologia ha cambiato la medicina. 
di redazione
medicina
Ue
Economia

La nuova proposta Ue di direttiva sul bilancio di sostenibilità “Corporate Sustainability Reporting Directive”

All’interno dell’Unione europea il dibattito sulle tematiche della trasparenza è senza dubbio ormai maturo ed esistono già regolamentazioni sulla rendicontazione non finanziaria che le aziende sono tenute ad applicare per essere in regola con gli obiettivi generali di sostenibilità
di Fabrizio Zucca*
Ue
Internazionale

Corruzione e nuove forme di infiltrazione nella Pa e nell’economia

A margine del 30° Forum Economico dell’Europa Centrale e dell’Est (Karpacz, Polonia - 7 al 9 settembre), nel panel dedicato alle prospettive...
di redazione
Gioia Tauro porto
Crescita

Porto di Gioia Tauro, una eccellenza italiana da promuovere

Il porto di Gioia Tauro è una eccellenza che si scontra con un territorio povero di infrastrutture e iniziative che dovrebbero invece contribuire alla creazione di una catena del valore nel territorio, generando ricadute positive sia a livello locale che nazionale.
di Antonio Testi*
Gioia Tauro porto
filosofia
Scuola

Tutti pazzi per la filosofia? La scuola si interroga sull’insegnamento negli istituti tecnici

Da Letizia Moratti all'attuale Bianchi, molti ministri dell'Istruzione si sono interrogati sul ruolo della filosofia e sul suo insegnamento nelle scuole, in particolare degli istituti tecnici. Del resto, nella riforma Gentile del 1929 essa già figurava come spartiacque e fondamento del sapere.
di Giuseppe Pulina
filosofia
Briefing

In Tunisia si gioca una partita ben più ampia

L’importanza della Tunisia La Tunisia in apparenza potrebbe sembrare un paese poco rilevante, ma è quello dove, nell’arco di un decennio, è iniziata,...
di Marco Carnelos*
legalità
Il punto a Mezzogiorno

Non può esistere legalità senza condivisione. Intervista al giudice Antonio Salvati

La legalità non può essere la risposta al timore della sanzione, bensì la condivisione di un precetto secondo Antonio Salvati, giudice del lavoro presso il Tribunale di Reggio Calabria e autore del romanzo Pentcho pubblicato da Castelvecchi editore.
di Maurizio Lovecchio
legalità