Pasqua, mattanza di agnelli. L’Enpa lancia la campagna: “Sono empatici come cani e gatti”

In Italia, lo scorso anno, sono stati uccisi quasi 2 milioni e 304mila agnelli di cui: 377.266 nel mese di aprile – in prossimità della Pasqua – e 520.659 a dicembre, sotto Natale. Una mattanza che va avanti nonostante siano sempre di più gli italiani che scelgono di essere vegani o vegetariani: l’8,9% della popolazione secondo il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes.
L’Ente Nazionale Protezione Animali lancia una campagna contro l’uccisione degli agnellini e racconta le storie di Torquato, Mucchi, Domenico, Bijoux, Nina e Pisolo, agnelli scampati al macello che hanno conquistato una nuova vita e che ora giocano a palla, socializzano con cani, gatti e cavalli, cercano coccole.
Mucchi viene recuperato nelle vicinanze di Roma in condizioni molto difficili. Un’encefalite ha compromesso la sua capacità di camminare. Di lui si prende cura Silvia, che vive nella campagna romana. Costruisce un carrellino ad hoc e Mucchi, pian piano, impara ad usarlo. «Ricordo perfettamente – racconta Silvia – il giorno in cui è successo. Ero in giardino, intenta a sistemare, quando lo vedo sfrecciare senza il suo carrellino. È stata un’emozione incredibile!».
Torquato lo hanno trovato nel leccese, con le zampe legate e visibilmente provato – probabilmente in attesa di essere macellato. Salvato e adottato da una volontaria dell’Enpa, Torquato è diventato parte della sua famiglia. «Abbiamo vissuto momenti incredibili ‒ racconta Amy – è diventato “pappa e ciccia” con i miei cani, inseparabile, affettuoso, giocherellone. Da qualche tempo Torquato non c’è più, ma per me e mio marito è stato un componente della nostra famiglia. La sua storia, ha aiutato molti a capire. L’indescrivibile intelligenza e sensibilità che contraddistingue questi animali non dovrebbe passare inosservata».
Domenico è nato a Perugia, con una zampetta traversa. È stato salvato da una volontaria dell’ENPA che lo ha portato al Rifugio di Perugia quando aveva circa sei mesi. Oggi, a distanza di quattro anni, Domenico è una vera star del posto. Le scolaresche che vanno in visita lo adorano. Gli piace giocare a nascondino e va sempre a nascondersi dietro una casetta; per non parlare della sua passione per la palla. È socievole con tutti: ha stretto amicizia con un gatto con il quale sono diventati inseparabili.
Bijoux, da tetraplegica a mamma di uno splendido cucciolo. È stata azzannata da un cane e trovata da una signora che l’ha consegnata a Marta, medico che vive nella provincia di Roma. Marta si accorge immediatamente che è molto grave. «Era diventata tetraplegica ‒ racconta Marta ‒ e, dopo la Tac, abbiamo scoperto che i morsi le avevano causato la compressione del midollo cervicale». Insieme ad un veterinario dell’Enpa porta Bijoux a Modena, dove viene operata e le viene inserita una placca di titanio nel collo. Il percorso di Bijoux e Marta è in salita: fisioterapia passiva – laser e massaggi – per un mese intero. Ma Bijoux è una combattente e, giorno dopo giorno, recupera le sue forze. Oggi, non solo cammina con le sue zampe, ma è anche diventata una mamma.
Carla Rocchi, presidente nazionale dell’Enpa spiega: «Abbiamo scelto di raccontare le loro storie perché in pochi conoscono e immaginano quali animali incredibili siano gli agnelli. Se solo ognuno di noi avesse modo di osservare da vicino come sono empatici e giocherelloni, sono certa che in tanti cambierebbero idea sulle proprie abitudini alimentari. Purtroppo, la strada verso il riconoscimento della dignità di questi animali è ancora lunga. Si pensi ai trasporti e alle condizioni in cui vengono fatti viaggiare. Eppure, una legge ci sarebbe, basterebbe, intanto, iniziare a far rispettare, in modo rigoroso, il Regolamento Europeo sul trasporto degli animali. Servono controlli e conseguenze certe per chi infrange le regole. La sensibilità degli italiani verso queste tematiche sta crescendo di giorno in giorno».

Ultime notizie
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze
scuola e università
Istruzione

Scuola e Università per il futuro dell’Italia, investire in formazione e digitale

Scuola e Università per il futuro dell’Italia è il tema dell’incontro promosso dall’Osservatorio sulle Politiche educative dell’Eurispes, che ha avuto luogo a Roma nella giornata di ieri. Emerge il ruolo fondamentale della scuola, della formazione degli educatori, del digitale; attenzione alla prospettiva occupazionale e umana legata all’istruzione e alla possibilità di usare i fondi europei per colmare lacune e divario territoriale.
di Susanna Fara
scuola e università