Premiati per merito. Lo studio non è un gioco. La Sapar premia 14 studenti

Gli imprenditori del gioco pubblico premiano gli studenti più bravi a scuola perché il gioco fa parte della vita ma è lo studio che permette di progredire e raggiungere gli obiettivi desiderati.
Roberta, Armando, Antonio, Alberica, Angela, Tommaso, Matilde: sono alcuni dei quindici ragazzi premiati dall’Associazione Sapar (Associazione Nazionale Servizi Apparecchi per Pubbliche Attrazioni Ricreative), per aver brillantemente superato l’anno scolastico o conquistato una media dei voti da “piccoli geni” nel corso della carriera universitaria.
Dalle scuole medie all’Università, sono loro i “migliori” tra gli studenti che hanno partecipato alla selezione per ottenere le borse di studio, tra i figli dei dipendenti degli associati Sapar, in tutta Italia.
Premiati, dunque, per merito. Può sembrare scontato ma non lo è affatto. Al contrario, è un segnale forte, un riconoscimento all’impegno, alla tenacia, alla volontà. Perché studiare è faticoso ma è l’unica strada possibile per crescere culturalmente e umanamente; ed è questo l’insegnamento che Domenico Distante, Presidente Sapar, vuole che arrivi alle giovani generazioni: la classe dirigente, manageriale e intellettuale di domani. Ci crede così tanto, il Presidente Distante, che nel prendere la parola, durante la cerimonia di premiazione, si è commosso. Nel pensare ai suoi quattro figli, è sfuggita qualche lacrima; ma anche nel considerare le difficoltà economiche che stanno affrontando in questo momento moltissimi tra i 150mila lavoratori impiegati nelle 1.500 imprese associate, tra gestori, produttori e rivenditori di apparecchi da intrattenimento. Il caos legislativo nel settore dei giochi sta, infatti, rivoluzionando e scompaginando uno dei settori produttivi più importanti per l’economia del Paese.

«Siamo la spina dorsale dell’intrattenimento in Italia, creiamo occupazione e indotto e siamo una delle professioni più controllate in assoluto nel Paese. E non ci dobbiamo vergognare del lavoro che svolgiamo. Sono nato con un flipper tra le mani e vorrei che anche i miei figli riuscissero a fare questo bellissimo mestiere. Ma serve una legge nazionale che uniformi le regole e riordini l’intero settore», ha spiegato Distante.
Le borse di studio sono state assegnate, in particolare, a sei ragazzi della scuola secondaria di primo grado con almeno la media del 9; cinque studenti delle scuole superiori che abbiano raggiunto la media dell’8; tre studenti universitari con la media del 28. Infine, un premio speciale è stato assegnato ad una giovane laureata in Formazione che, all’indomani del conseguimento della laurea, ha già trovato il lavoro dei sogni.

Le interviste ai ragazzi vincitori

 

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili