Coronavirus: l’Italia non è l’untore del mondo. Il messaggio del prime time

I numeri crescenti dell’epidemia di coronavirus vengono scanditi ogni sera nelle aperture di tutte le testate, con la progressione che tra lunedì a venerdì porta i contagiati 1.835 di lunedì a 3.916. Di fronte a quella che si sta proponendo come la più grave emergenza per il sistema-paese dal dopoguerra, le diverse testate sono coese nel documentare gli sviluppi del contagio e le azioni di contenimento della malattia, registrando senza preconcetti l’attivismo del governo e le proposte delle forze politiche d’opposizione. L’analisi dell’Osservatorio sui Tg Eurispes e Coris Sapienza dal 2 al 6 marzo.

Le aperture di giovedì sono per tutti sul video messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella, con Tg La7 e Tg3 che lo mandano in versione integrale in sostituzione dei titoli. Ampio spazio il giorno precedente nei Tg delle 20 per l’appello del premier Conte. “Moderate” le obiezioni da parte delle opposizioni, anche in merito alla dura decisione di chiudere le scuole, con i Tg Mediaset che registrano e sottolineano l’opzione di aprire un “tavolo comune”. Tra le poche eccezioni, si segnala la staffilata del direttore di Libero Vittorio Feltri, che lunedì su Tg4 parla di un “emergenza Contevirus”, senza però strappare grande consenso.

La “vis polemica” dell’informazione emerge in modo più chiaro nei confronti di ciò che viene avvertito come l’attacco esterno. I Tg Mediaset e Tg2 denunciano, martedì, fin dai titoli (apertura per Tg4) lo “squallido spot satirico” della rete francese Canal Plus sulla “pizza covid19”, interpretato come un vero e proprio attacco al Made in Italy. Attenzione diffusa ai dati dell’epidemia in Germania, e alle ipotesi che vedrebbero in un cittadino tedesco il “paziente zero” da cui si sarebbe sviluppato il contagio anche nel nostro Paese. Questa la “risposta” alle slide della CNN, che identificano nell’Italia il principale focolaio di contagio in Occidente. Venerdì fin dai titoli vengono riportate le dichiarazioni di Bruxelles e dell’Oms, che elogiano l’Italia per le misure adottate e invitano il resto del mondo a prepararsi a seguire il nostro buon esempio. Giovedì Tg4, riportando un dialogo tra un neolaureato e il direttore Sallusti, suggerisce di assumere immediatamente tutti gli studenti di medicina ancora non specializzati.

Migranti, il “ricatto” di Erdogan e la condanna della risposta debole dell’Europa. Primarie Usa: la “rinascita” di Biden
La pagina degli esteri è quasi interamente dedicata all’emergenza profughi al confine greco-turco, dove la situazione è drammatica. I Tg Mediaset parlano esplicitamente del “ricatto di Erdogan”, giudizio declinato martedì su Tg4 dalla direttrice del quotidiano La Nazione Agnese Pini. I Tg Rai e Tg5 documentano con maggior dettaglio la situazione sul terreno, con la testata di Mimum che mercoledì dedica la copertina alla condizione dei profughi, obbligati ad attraversare il confine dai turchi e respinti dai poliziotti greci, anche con le armi. Tg La7 mercoledì si scaglia contro l’immobilismo europeo, definendo le iniziative balbettanti di Bruxelles “francamente fiacche”. Tg3 e Tg La7 registrano venerdì l’apertura di una nuova, probabile trattativa tra Erdogan e l’Europa.
Spazi per tutti ai risultati del Super Tuesday, nei titoli per i Tg delle 20 e Tg3, che vede il candidato Biden profilarsi come probabile sfidante di Trump

Contro il Corona virus, la ricerca di “leggerezza”
Non mancano i servizi sull’impatto che il virus sta avendo sulle nostre relazioni sociali; Tg2 propone la soluzione per scacciare le ansie: non pensarci troppo. Tg5 sceglie di distrarre il proprio pubblico dedicando diversi titoli all’epopea della casata Windsor, mettendoci al corrente della voglia della 93enne regina Elisabetta di rivedere al più presto il pupo di Harry e Meghan.

Ultime notizie
Criminalità e contrasto

Criminalità minorile e gang giovanili. I dati

Il Report “Criminalità minorile e gang giovanili”, il report realizzato dal Servizio analisi criminale è stato presentato questa mattina a Roma, presso la...
di redazione
Lavoro

La “mobilità circolare” dei giovani nell’area mediterranea

I giovani protagonisti del cambiamento Lo spazio Mediterraneo è un bene comune (“common good”) che appartiene a tutti gli Stati della UE ed...
di Avv. Angelo Caliendo*
Osservatorio sulla PA

Equo compenso o tariffazione?

Se solo il Codice dei Contratti fosse stato promulgato il 1° luglio 2023 (data della sua entrata in vigore) oggi non dovremmo affrontare questa spinosa questione, circa la portata e le modalità applicative della legge n. 49 del 21 aprile 2023 che ha introdotto “l’equo compenso” per i professionisti. Disposizione che di fatto modifica i criteri di aggiudicazione previsti nel Codice degli Appalti, vincolando il prezzo dei servizi professionali, o almeno così sembrerebbe.
di redazione
Intervista

Insularità, PNRR, fondi europei: il caso Sicilia

A più di un anno dall’introduzione nella nostra Costituzioni del principio di Insularità sono corrisposte politiche di sostegno e finanziamento delle attività necessarie a realizzare tale principio? Qual è l’incidenza dei fondi europei sulle attuali politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo delle isole? Ne abbiamo parlato con chi ogni giorno deve confrontarsi con la gestione di una realtà complessa come quella della città di Catania: l’ingegner Biagio Bisignani, Direttore URB@MET.
di redazione
corse
Intervista

L’insularità possibile: il caso Corsica. Intervista a Marie-Antoinette Maupertuis, Presidente dell’Assemblea corsa

La Corsica è uno dei modelli europei in merito all’insularità e alle iniziative intraprese per favorire la coesione territoriale e l’autonomia fiscale necessaria per l’economia corsa, dinamica ma gravata da una “crescita depauperante”. Ne parliamo con l’Onorevole Marie-Antoinette Maupertuis, economista e Presidente dell’Assemblea della Corsica.
di Daniela Pappadà
corse
corse
Osservatori

Insularité possible: le cas de la Corse. Entretien avec Marie-Antoinette Maupertuis, Présidente de l’Assemblée de Corse

Insularité possible: entretien avec l’Honorable Marie-Antoniette Maupertuis, Presidente de l’Assemblee de Corse.
di Daniela Pappadà
corse
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata
scuole italiane
Immigrazione

Scuola e cittadini italiani di domani

La questione della presenza degli stranieri nelle scuole implica un’ambivalenza di obiettivi: migliorare la qualità dell’istruzione a prescindere dalla discendenza, oppure comprimere il diritto costituzionale all’apprendimento. La scuola deve avere una funzione di istruzione e integrazione sociale.
di Angelo Perrone*
scuole italiane
insularità
Intervista

Insularità e perifericità: costi e correttivi nell’intervista al Prof. Francesco Pigliaru

L’insularità si lega spesso all’idea di una compensazione economica, ma bisogna distinguere tra condizioni di prima e seconda natura legate all’insularità, come spiega il Prof. Francesco Pigliaru nell’intervista dedicata al tema delle isole e della continuità territoriale.
di redazione
insularità