Il futuro del Sud. Molti possibili scenari: occorrerà sceglierne uno

La questione meridionale è tornata in modo prepotente al centro dell’agenda politica ed economica ed è quindi divenuta oggetto di discussione da parte dei mass media e degli esperti. Sino ad ora, comunque, ci si è impegnati nell’individuazione delle soluzioni alle annose problematiche relative al Mezzogiorno, prescindendo da un progetto unitario o quanto meno organico e, quindi, compatibile con prospettive reali di riuscita. Oggi l’approccio sembra essere cambiato, visto che la Fondazione Magna Grecia ha pensato di organizzare a Palermo, nel cuore del Mediterraneo, un convegno internazionale dal 4 al 6 ottobre presso il Palace Hotel di Mondello (I Annual International Meeting, dal titolo “Sud e Futuri”), un primo rapporto sul futuro del Mezzogiorno. La Fondazione Magna Grecia è un think tank internazionale che promuove la crescita culturale, sociale ed economica del Sud Italia.

Di possibili modelli di sviluppo e di crescita, per la parte meridionale del Paese ne esistono diversi e, se non si vuole rischiare di rimanere fuori dalle dinamiche globali più significative, più o meno consapevolmente, più o meno collegialmente, servirà adottarne uno al quale uniformarsi. In questa prospettiva, il contributo che Magna Grecia, insieme ad Eurispes, e ad altri partner (Fondazione con il Sud, Svimez, Skopia, LabSud, l’Università di Trento, Unit Robin, Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo, Lottomatica) vuole offrire, è quello di un dialogo sulle strategie complessive da perseguire mettendo in rete i vari comparti e le conoscenze. L’obiettivo è quello di uno studio innovativo sugli scenari economici, sociali e culturali dei prossimi vent’anni. Per fare questo, Magna Grecia ha chiamato a raccolta 50 protagonisti dell’economia, del giornalismo, delle Università italiane e internazionali che presenteranno le loro proposte e daranno le loro indicazioni sulle politiche di sviluppo possibili.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento – alla quale hanno preso parte Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia; Saverio Romano Vice Presidente della Fondazione Magna Grecia e responsabile del Dipartimento Mezzogiorno dell’Eurispesr Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia; Giovanni Immordino, Presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo – sono state illustrate le ragioni del meeting e i tavoli tematici che ne costituiranno la struttura, elencati di seguito: 1) presentazione del rapporto sul futuro del Mezzogiorno: 2) Governare il Mezzogiorno, I mille volti delle mafie; 3) Informazione per resistere: il dovere di raccontare; 4) Sud Europa e Africa; 5) Legalità e democrazia; 6)Lavorare per lo sviluppo: orientamento, lavoro e occupabilità; 7) Sviluppo territoriale: case history, esempi e best practices; 8) Interventi e politiche per il Sud: operazione verità; 9) Futuro e intelligenza artificiale: la nuova rivoluzione industriale, innovazione nuovi scenari.

Tra i relatori che interverranno: Nino Foti, Federico Faggin, Sandra Savaglio, Melinda Chen, Roberto Poli, Domenico Arcuri, Luca Bianchi, Carlo Borgomeo, Paolo Mieli, Giuseppina Paterniti, Giovanna Casadio, Fabrizio Frullani, Roberto Napoletano, Gian Maria Fara, Roberto Napoletano, Federico Cafiero De Raho, Nicola Gratteri, Antonio Baldassarre, Mira Daher Violides, Pandeli Majko, Arthur J.Gajarsa, Panagiotis Roumeliotis, Fulvio Lucisano, Mimmo Calopresti, Antonio Scuderi, Paride Leporace.

Ultime notizie
last20
Mondo

Oltre il G20: The Last20, il mondo visto dagli ultimi

The Last20 è l’iniziativa nata per portare in primo piano storie e testimonianze dai paesi collocati agli ultimi posti nel mondo per ricchezza e prestigio, in contrapposizione alla egemonia economica e politica dei Grandi del G20.
di Tonino Perna e Ugo Melchionda
last20
loot box
Economia

Loot box e gacha games: intrattenimento o gioco d’azzardo?

Loot box e gacha games sono due forme di intrattenimento virtuale e di profitto ancora non regolamentate in ambito fiscale. Utilizzate soprattutto dai giovanissimi nei giochi online, determinano una serie di microtransazioni il cui premio, o risultato, è sconosciuto, e dunque possono rientrare nel gioco d’azzardo.
di Giovambattista Palumbo*
loot box
giustizia riparativa
Giustizia

La giustizia che ripara. Nascono anche in Italia le prime città riparative

La giustizia riparativa mira a ricostruire lo strappo che un reato genera all’interno della collettività, mettendo in comunicazione e collaborazione vittima e autore del reato. A tale scopo sono nate anche in Italia delle città-laboratorio, come nel caso di Tempio Pausania, in Sardegna.
di Giuseppe Pulina
giustizia riparativa
ismea
Agricoltura

Proteggere i redditi agricoli da crisi ed eventi climatici: intervista a Camillo Zaccarini Bonelli, ISMEA

Camillo Zaccarini Bonelli, agronomo esperto di fondi comunitari in agricoltura e politica agricola comunitaria, descrive le soluzioni emerse recentemente per la gestione dei rischi in agricoltura, settore sempre più minacciato da eventi climatici estremi e crisi internazionali.
di Andrea Strata
ismea
gioco
Gioco

Giochi: rischio illegalità all’attenzione delle Regioni

Nei dati forniti dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, nel periodo 2020-2021 sono state scoperte 250 sale illegali in pochi mesi, chiuse 100 bische e sequestrate 2 mila slot. Serve indagare le cause di un fenomeno in crescita, nonché sottrarre spazi alle attività illegali.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
gioco
pnrr
Economia

Pnrr, raggiunti tutti gli obiettivi del primo semestre 2022

Pnrr, il nostro Paese ha raggiunto tutti i target del primo semestre 2022 stabiliti dalla Commissione Europea: 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Il Mef ha poi inviato la richiesta di pagamento della relativa tranche alla Commissione per un totale di 21 miliardi di euro.
di Claudia Bugno*
pnrr
algoritmo antievasione
Fisco

Un algoritmo antievasione aiuterà l’azione di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza

Si chiama VeRa l’algoritmo antievasione in grado di incrociare e confrontare i dati dei contribuenti per evidenziarne le irregolarità. Sarà un valido contributo alla lotta all’evasione fiscale per Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, che avranno accesso ai database nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.
di Giovambattista Palumbo*
algoritmo antievasione
AFCTA
Economia

AfCTA un anno dopo: il continente africano guarda al modello Ue per il libero mercato

L’AfCTA è un accordo commerciale firmato e ratificato dalla maggior parte dei paesi africani che prevede tra gli Stati firmatari l’abbattimento dei dazi doganali e la semplificazione degli aspetti burocratico-amministrativi al fine di implementare la libera circolazione delle merci nel continente.
di ODDI EMANUELE
AFCTA
REPowerEU
Economia

REPowerEU, la transizione energetica nel nuovo scenario emergenziale

Il Piano REPowerEU è stato messo a punto dalla Commissione Europea per garantire la sicurezza energetica in Ue, accelerando al contempo la transizione verde delle fonti di energia. Il cambio di marcia è legato alla nuova emergenza energetica causata dal conflitto in Ucraina.
di Claudia Bugno*
REPowerEU
corporate warfare
Economia

Corporate Warfare: un fenomeno sottotraccia con riflessi importanti sulla collettività

La Corporate Warfare, ovvero la guerra aziendale compiuta con ogni mezzo e con le più moderne tecnologie, minaccia le sorti di imprese e settori economici, pubblici e privati, con riflessi sull’intera collettività.
di Alfonso M. Balotta
corporate warfare