Il futuro del Sud. Molti possibili scenari: occorrerà sceglierne uno

La questione meridionale è tornata in modo prepotente al centro dell’agenda politica ed economica ed è quindi divenuta oggetto di discussione da parte dei mass media e degli esperti. Sino ad ora, comunque, ci si è impegnati nell’individuazione delle soluzioni alle annose problematiche relative al Mezzogiorno, prescindendo da un progetto unitario o quanto meno organico e, quindi, compatibile con prospettive reali di riuscita. Oggi l’approccio sembra essere cambiato, visto che la Fondazione Magna Grecia ha pensato di organizzare a Palermo, nel cuore del Mediterraneo, un convegno internazionale dal 4 al 6 ottobre presso il Palace Hotel di Mondello (I Annual International Meeting, dal titolo “Sud e Futuri”), un primo rapporto sul futuro del Mezzogiorno. La Fondazione Magna Grecia è un think tank internazionale che promuove la crescita culturale, sociale ed economica del Sud Italia.

Di possibili modelli di sviluppo e di crescita, per la parte meridionale del Paese ne esistono diversi e, se non si vuole rischiare di rimanere fuori dalle dinamiche globali più significative, più o meno consapevolmente, più o meno collegialmente, servirà adottarne uno al quale uniformarsi. In questa prospettiva, il contributo che Magna Grecia, insieme ad Eurispes, e ad altri partner (Fondazione con il Sud, Svimez, Skopia, LabSud, l’Università di Trento, Unit Robin, Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo, Lottomatica) vuole offrire, è quello di un dialogo sulle strategie complessive da perseguire mettendo in rete i vari comparti e le conoscenze. L’obiettivo è quello di uno studio innovativo sugli scenari economici, sociali e culturali dei prossimi vent’anni. Per fare questo, Magna Grecia ha chiamato a raccolta 50 protagonisti dell’economia, del giornalismo, delle Università italiane e internazionali che presenteranno le loro proposte e daranno le loro indicazioni sulle politiche di sviluppo possibili.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento – alla quale hanno preso parte Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia; Saverio Romano Vice Presidente della Fondazione Magna Grecia e responsabile del Dipartimento Mezzogiorno dell’Eurispesr Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia; Giovanni Immordino, Presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo – sono state illustrate le ragioni del meeting e i tavoli tematici che ne costituiranno la struttura, elencati di seguito: 1) presentazione del rapporto sul futuro del Mezzogiorno: 2) Governare il Mezzogiorno, I mille volti delle mafie; 3) Informazione per resistere: il dovere di raccontare; 4) Sud Europa e Africa; 5) Legalità e democrazia; 6)Lavorare per lo sviluppo: orientamento, lavoro e occupabilità; 7) Sviluppo territoriale: case history, esempi e best practices; 8) Interventi e politiche per il Sud: operazione verità; 9) Futuro e intelligenza artificiale: la nuova rivoluzione industriale, innovazione nuovi scenari.

Tra i relatori che interverranno: Nino Foti, Federico Faggin, Sandra Savaglio, Melinda Chen, Roberto Poli, Domenico Arcuri, Luca Bianchi, Carlo Borgomeo, Paolo Mieli, Giuseppina Paterniti, Giovanna Casadio, Fabrizio Frullani, Roberto Napoletano, Gian Maria Fara, Roberto Napoletano, Federico Cafiero De Raho, Nicola Gratteri, Antonio Baldassarre, Mira Daher Violides, Pandeli Majko, Arthur J.Gajarsa, Panagiotis Roumeliotis, Fulvio Lucisano, Mimmo Calopresti, Antonio Scuderi, Paride Leporace.

Ultime notizie
esame di stato
Istruzione

Generazioni sotto esame. Dalla maturità all’esame di Stato, che ne sarà della prova scritta?

L’esame di Stato, un tempo esame di maturità, continua a far discutere ministri dell’Istruzione e studenti su quale sia la formula migliore. Una formula che è cambiata negli anni, fino ad arrivare alla richiesta odierna di abolire la prova scritta fatta dagli studenti e non ancora smentita dal Ministero.
di Giuseppe Pulina
esame di stato
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, omicidi e reati spia in aumento nel 2021

La violenza di genere è aumenta nei primi 11 mesi del 2021, sia per gli omicidi che per i reati spia di tali violenze. Secondo il report del servizio analisi della Polizia Criminale, su un totale di 263 omicidi volontari compiuti in Italia dal primo gennaio ad oggi, 109 hanno riguardato donne.
di redazione
violenza di genere
Economia

Colonialismo digitale, è l’Africa la terra promessa

Quando parliamo di crescita e di aiuti ai paesi dell'Africa omettiamo spesso il tema del colonialismo digitale e degli investimenti massicci dei colossi del tech, come ad esempio Google, per accaparrarsi i nuovi mercati.
di Susanna Fara
Italia Domani

Italia Domani. Il PNRR per il rilancio e la crescita

  La mission del magazine online dell’Istituto Eurispes è quella di raccontare “l’Italia che verrà”. Nasce così l’idea di fornire sulle nostre pagine...
di Claudia Bugno*
europa e africa
Briefing

Europa e Africa, un futuro condiviso oltre “l’inerzia del mondo”

La recente visita di Mattarella in Algeria ha gettato lo sguardo oltre le tradizionali dinamiche europee, evidenziando che Europa e Africa sono due continenti legati da un destino condiviso in economia come nella lotta alla crisi climatica. La crescita economica africana può coinvolgere in primo luogo in nostro Paese, per posizione geografica e per opportunità.
di Amb. Paolo Sannella*
europa e africa
muri di sabbia
Istituzioni

Muri di sabbia, l’ultima frontiera contro le migrazioni dall’Africa

Mentre l’Europa resta a guardare di fronte alle forze di Minsk che usano i profughi come arma politica, in Africa si usano altre forme per bloccare i flussi migratori. Muri di sabbia vengono eretti e ampliati in Marocco, Algeria, Niger, Libia: lo scopo è far sì che i profughi non superino i confini nazionali.
di Marco Omizzolo*
muri di sabbia
Futuro

Oltre la pandemia, una innovativa esperienza americana

Le difficoltà del post pandemia Ormai sono due anni dall’inizio della pandemia dovuta al virus Covid-19, con oltre 5 milioni di morti, che...
di Laura Dryjanska*
sfruttamento del lavoro
Lavoro

Sfruttamento del lavoro e caporalato, le voci sommerse delle lavoratrici agricole

Lo sfruttamento del lavoro agricolo e il caporalato non riguardano solo i giovani lavoratori immigrati, ma colpiscono anche molte lavoratrici. Una indagine della Ong WeWorld tra le lavoratrici dell’Agro Pontino documenta lo sfruttamento del lavoro delle donne nei campi, fatto di orari assurdi, violenze e vessazioni.
di Marco Omizzolo*
sfruttamento del lavoro
Luciano Maria Teodori

Tempi Moderni

Viviamo in un’epoca dove tutto appare complicato, così complicato che molti rinunciano a pensare con la propria testa e si affidano ai...
di Luciano Maria Teodori
giustizia
Recensioni

Il valore della giustizia raccontato ai ragazzi di ogni età

“La giustizia conviene - Il valore delle regole raccontato ai ragazzi di ogni età” di Gian Carlo Caselli e Guido Lo Forte si configura come un libro dalla duplice natura, dedicato ai non addetti ai lavori e in particolare ai ragazzi. Il racconto delle conseguenze sociali e del valore della legalità avviene da parte di due autori che hanno dedicato la loro intera vita a perseguire giustizia e legalità.
di Ilaria Tirelli
giustizia