Rapporto Italia

Menu “a la carta”: la realtà è “un’opzione”, a seconda della convenienza

460

“Realtà e apparenza, realtà e percezione, realtà e illusione, realtà e falsità, reale e virtuale: espressioni che abbinano una dimensione ed il suo contrario, di cui facciamo grande uso anche nella nostra quotidianità, e sulle quali vale la pena di riflettere”.

Da questo concetto parte il saggio di Alberto Baldazzi, dal titolo Così è (se vi pare). La realtà come opzione, in apertura della sezione Realtà-Rappresentazione del Rapporto Italia 2019.
Ricostruendo il percorso lungo il quale nella modernità si sono incontrate e scontrate le differenti definizioni di “realtà”, Baldazzi segnala la progressiva attenuazione del ruolo dell’ “oggetto” rispetto al “soggetto”. La contemporaneità è infatti caratterizzata da una pulsione che tende ad annullare i tempi di riflessione, e a realizzare una meccanica coincidenza tra istanza soggettiva (dei singoli o di gruppi aggregati), e riconoscimento sociale della stessa. La politica è sempre più impegnata a risolvere la propria funzione nell’assecondare i “bisogni” dei cittadini così come si manifestano e, quindi, invece di progettare il contesto sociale in cui questi “bisogni” potrebbero trovare risposte, semplicemente li “rincorre”. Il consenso è ricercato non in una “visione sociale” da condividere, non nella costruzione di “futuro”, ma attraverso la sommatoria di tanti piccoli “consensi”, spesso in contraddizione tra loro, generati dall’accoglimento, almeno apparente, di una pluralità di bisogni.
Baldazzi, nel saggio che qui si propone nella versione integrale, analizza le questioni più dibattute nel Paese, e intorno alle quali la politica gioca la partita del consenso: il lavoro, le pensioni, la sicurezza, l’immigrazione. Il tutto condito con dosi industriali di sondaggi che hanno la funzione di “sintonizzare” l’offerta politica alle istanze pre-politiche dei cittadini. I risultati non possono che essere aleatori, contraddittori e ondivaghi. Avviene sempre così quando invece che “interpretare” le dinamiche sociali, ci si limita a “fotografarle”.

Eurispes Rapporto Italia 2019 Saggio Realtà/Rappresentazione

Ultime notizie
Europa

European Parliament elections: Europe seen from Russian

"The European elections are a complex process of rethinking the balance between national and supranational sovereignty". The European views from Russia.
di Elena Alekseenkova
Europa

Europee 2019, l’Europa vista dalla Russia. “Il rafforzamento dei sovranisti è opportunità di dialogo”

"Le elezioni europee sono il riflesso di una tendenza più profonda che si sta sviluppando nell'Ue. Oggi è in corso un complesso processo di ripensamento dell'equilibrio tra sovranità nazionale e sovranazionale". Le europee viste dalla Russia.
di Elena Alekseenkova
Europa

Europee, campagna elettorale tra social e fast politics. “Ma la dimensione rimane nazionale”

I temi della campagna elettorale, il suo linguaggio e le modalità espressive. L'uso dei social e l'affermazione della fast politics. Ne parliamo con Alberto Bitonti, docente di Teoria politica e di Comunicazione politica presso l’Università della Svizzera Italiana.
di Raffaella Saso
Europa

Elezioni europee, sei italiani su dieci affezionati all’Europa

Italiani più “affezionati” all’Europa di quanto si possa immaginare: negli ultimi due anni è, infatti, aumentata di oltre 12 punti la percentuale di coloro che sono convinti che il nostro Paese debba rimanere all’interno dell’Unione. I dati del Rapporto Italia 2019.
di redazione
Criminalità e contrasto

Strage di Capaci, Caselli: “Ancora troppo ingombrante il nesso mafia-politica. Meglio non vedere”

Il 1992 è l’anno del punto più alto di una strategia assassina decisa da Cosa Nostra finalizzata a cancellare per sempre l’azione di quel pool antimafia, ideato da Giovanni Falcone, che aveva cambiato profondamente i metodi investigativi e di conseguenza la capacità di contrasto del fenomeno criminale. Il ricordo di Gian Carlo Caselli.
di Massimiliano Cannata
Cultura

La rivincita del libro. Salone di Torino: il regionalismo al centro del “gioco del mondo”

Al Salone di Torino, la “comunità del libro” ha vinto, celebrando il rito del ritorno alla lettura, insieme al recupero di uno spazio di ascolto, dialogo e confronto.
di Massimiliano Cannata
Europa

Elezioni europee, il 5/26 sarà una data storica?

Domenica 26 maggio voteremo per il rinnovo del Parlamento Europeo. A noi piace sperare che il 5/26 segnerà il punto di partenza di una nuova età di quell’idea di Europa che ha già dimostrato di saperla fare, eccome, la Storia.
di Alberto Mattiacci
Attualità

Video selfie, poi lo schianto. I numeri tragici del “killfie”

Video selfie a 220 km all'ora, poi lo schianto mortale. È l'ultima tragedia “killfie” avvenuta, questa volta, alla guida di un'auto lanciata a tutta velocità sull'asfalto di un'autostrada e documentata da un video postato sui Social. I numeri.
di redazione
Cultura

Serie Tv-mania, delirio dei fan per il “the end” del Il trono di spade

Il delirio dei fan per la conclusione, dopo otto stagioni, de Il Trono di Spade. Raffaella Saso ricostruisce la “serie tv-mania” dagli anni Cinquanta agli ultimi grandi successi.
di Raffaella Saso
Cultura

Il cartoon, l’arte che spiega il mondo ai bambini. Concluso il Festival School in Motion

Si è concluso il Primo Festival Internazionale dell'Animazione Educativa School in Motion, che nasce dall’esigenza di inserire elementi di didattica innvativa all’interno dell’insegnamento, facendo interfacciare animatori professionisti e creativi con il mondo dell’istruzione.
di Valentina Renzopaoli