La crisi italiana non oscura il giuramento di Biden nel prime time

prime time

Nella settima appena trascorsa, le incertezze sul futuro del Governo Conte bis hanno interessato tutto il mondo dell’informazione, occupando in maniera importante il prime time. La crisi di Governo, evitata con la doppia fiducia ottenuta in Parlamento, satura l’informazione d’inizio settimana, monopolizzando le edizioni di lunedì e martedì; diverse le edizioni speciali, oltre alle consuete maratone di Mentana. Di fronte ad un Governo che dal voto al Senato esce comunque incerto e che sembra privo di bussola, anche l’informazione “naviga a vista”, rilanciando gli interventi dei principali esponenti in attesa del prossimo test per l’esecutivo, previsto per giovedì 28 con la relazione del ministro Alfonso Bonafede sulla giustizia. Ampio spazio per i Tg Mediaset e La7 alle difficoltà di Conte nel radunare i cosiddetti “costruttori” che possano fungere da “quarta gamba” per la maggioranza, mentre Tg1 e Tg3 risultano più possibilisti.

Si torna a parlare di Europa e Recovery Plan

Tra le diverse valutazioni di scenario si segnala il giudizio assai critico di Milena Gabanelli, che nel report del lunedì su Tg La7 analizza gli effetti di questa crisi sulla credibilità del Paese, con i rischi di non riuscire ad impiegare – e addirittura ottenere – parte dei 209 miliardi dei fondi europei. Amaro anche il commento di Mentana, che lamenta come «il pendolo della politica italiana non si è mai fermato», valutando che «dovremmo cercare modelli migliori a cui ispirarci». Rispetto alla scorsa settimana, le testate entrano nel merito del Recovery Plan, con aperture per i Tg più seguiti (Tg1, Tg5 e Tg3) sull’incontro tra Conte ed i leader sindacali, mentre venerdì il Tg2 interpella, sul tema, il Commissario europeo Paolo Gentiloni.

Recovery Plan, è scontro sul “metodo”

A pesare sulla scena politica anche la maxi operazione contro la ’Ndrangheta che vede indagato il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, ora dimissionario (6 titoli, aperture giovedì per Tg5 e Tg La7). Tg4 coglie l’occasione per rievocare la teoria della “giustizia ad orologeria”, dedicando l’apertura di venerdì anche all’inchiesta che vede coinvolto il leader Pd Nicola Zingaretti.

Grande preoccupazione per il ritardo nelle forniture del vaccino Pfizer

La pandemia resta un tema di grande interesse, con gli aggiornamenti sul fronte della pandemia a metà edizioni, i dati in miglioramento e le nuove classificazioni delle regioni. Lo scontro tra Fontana e Speranza sulla zona rossa della Lombardia, per il Governo riconducibile a dati erronei forniti dalla Regione, è uno dei principali temi settimanali e va in onda venerdì su Tg1, Tg3, Tg4 e Tg5. Grande preoccupazione, poi, per il ritardo nelle forniture del vaccino di Pfizer – 14 menzioni nei titoli – che allontana la vaccinazione per gli over 80. Ampio spazio sul Tg La7 all’indagine della Procura di Bergamo sul mancato aggiornamento del piano pandemico, dalla quale emergerebbe un inquietante scenario di mancanze e impreparazioni.

Sleepy Joe, che ha svegliato l’America

La crisi italiana non oscura l’ascesa di Biden

Anche in edizioni tanto compresse dalla crisi politica italiana, il giuramento di Joe Biden a Capital Hill da 46° Presidente degli Stati Uniti reclama mercoledì la prima pagina, con aperture per tutti (ad eccezione del Tg4). Numerose le coperture nel corso di tutta la settimana (15 titoli), dedicate alle ultime azioni presidenziali di Trump e ai primi decreti avviati dalla presidenza Biden che già imprimono un forte cambio di passo rispetto al predecessore sui temi dell’ambiente, della sanità e dell’immigrazione. Nel complesso, l’addio di Trump viene proposto con un evidente distacco. Tg5 riflette in un servizio sull’accoglienza riservata a Trump da Obama al suo arrivo alla Casa Bianca quattro anni fa: una “cortesia” che il Presidente uscente ha valutato di non ricambiare.

Scollegati e scappa. I guru dei Social: “diffidate del mondo che abbiamo creato”

Da segnalare in conclusione l’attenzione riservata al caso della bimba di 10 anni morta nel tentativo di emulare una sfida estrema sul social cinese Tik Tok, al quale molti bambini accedono in mancanza degli opportuni controlli (titoli per Tg La7 e Tg3).

Ultime notizie
moda fashion
Economia

L’industria della moda tra fast fashion e moda etica

Nei primi nove mesi del 2020 le maggiori aziende del fashion hanno subìto una significativa contrazione. Le stime indicano che la ripresa inizierà nel corso del 2021, ma l’assestamento del volume d’affari sulle cifre precedenti alla crisi si avrà soltanto nel 2023. Intanto, l’industria della moda è in bilico tra il fast fashion usa-e-getta e nuovi modelli produttivi ecosostenibili.
di redazione
moda fashion
oceani plastica
Ambiente

Riuso e riciclo possono salvare gli oceani dalla plastica

È possibile prevenire quasi la metà della plastica presente negli oceani in un anno riutilizzando il 10% dei nostri rifiuti in plastica. Questo, e molto altro, è presente nel report "The Future of Reusable Consumption Models" del World Economic Forum in collaborazione con Kearney.
di redazione
oceani plastica
trasporto ferroviario
Europa

Green Deal, fondamentale una strategia comune sul trasporto ferroviario

Il trasporto ferroviario è un punto fondamentale per la transizione ecologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green deal europeo. Basti pensare che il settore trasporti genera un quarto delle emissioni di gas serra nell'Ue. Per questo il 2021 è l'Anno Europeo delle Ferrovie, e l'Italia ha destinato all'ammodernamento della rete ferroviaria 28,30 miliardi euro di risorse del PNRR.
di Giampaolo Basoli*
trasporto ferroviario
libro
Cultura

Città del libro, anche in editoria la filiera deve essere etica e sostenibile

I recenti scioperi di Stradella, la "città del libro", sono il sintomo di una distribuzione editoriale centralizzata e inserita in logiche che non favoriscono i lavoratori della logistica. C'è bisogno, come in agricoltura, di una filiera etica e sostenibile anche per i libri, oltre a una discussione seria sui diritti dei lavoratori della logistica.
di Roberta Rega
libro
salute mentale
Salute

Salute mentale e pandemia nel mercato della psiche

In Italia si consumano circa 12 milioni di confezioni di antipsicotici l’anno. Dal Rapporto Italia 2021 emerge che Il 20% degli italiani ha sperimentato i sintomi della depressione nel corso della pandemia e il 27% si è rivolto a uno psicologo. Eppure, la salute mentale è ancora un tabù anche per il Sistema sanitario nazionale.
di redazione
salute mentale
calcio
Italia

Europei, il calcio come modello di un Paese che vuole ripartire

Il trionfo degli Azzurri agli Europei contro un'Inghilterra troppo sicura di sé è la vittoria di un calcio come progetto e gioco di squadra, da coltivare con dedizione e impegno. La squadra voluta da Mancini, fatta di innovazione e giovani talenti, è simbolo di un Paese che vuole ripartire.
di Alfonso Lo Sardo
calcio
prison
Cosa vuol dire Mafia?

“A prison is a place of transit” says magistrate Sebastiano Ardita

The magistrate Sebastiano Ardita talks about the theme of prison in Italy, in the main national debate after Santa Maria Capua Vetere's facts. Why is the management of approximately 54,000 inmates in a nation of 65 million inhabitants so problematic? Interview by Sergio Nazzaro.
di Sergio Nazzaro
prison
carcere
Cosa vuol dire Mafia?

Il carcere deve essere un transito verso il reinserimento: intervista a Sebastiano Ardita

Le carceri rappresentano un argomento delicato nel nostro Paese, sebbene si tratti di gestire circa 54.000 detenuti in una nazione di 65 milioni di abitanti. Il Magistrato Sebastiano Ardita affronta il tema del reinserimento, dei diritti costituzionali dei detenuti e le criticità dei luoghi detentivi in un'intervista di Sergio Nazzaro.
di Sergio Nazzaro
carcere
tecnologia adolescenti
Rapporto Italia

La biologia delle relazioni: uso e abuso della tecnologia negli adolescenti

La natura dinamica e continua delle interazioni tramite social network comporta disturbi ampiamente associati agli adolescenti e ai giovani adulti. A fasce di età diverse corrisponderebbero disturbi più o meno specifici. Nei bambini il problema principale è lo sviluppo cognitivo e comportamentale, mentre negli adolescenti e nei giovani adulti ansia e depressione.
di redazione
tecnologia adolescenti
morin
Cultura

Buon compleanno, Edgar! I cento anni di Morin, filosofo della complessità

L'otto luglio compie cento anni Edgar Morin, l'ultimo ad entrare nella hall of fame dei grandi pensatori centenari. Morin è filosofo della complessità, dell'universo-ologramma secondo cui la società è presente in ogni uomo, e della "terrestrità".
di Giuseppe Pulina
morin