La crisi italiana non oscura il giuramento di Biden nel prime time

prime time

Nella settima appena trascorsa, le incertezze sul futuro del Governo Conte bis hanno interessato tutto il mondo dell’informazione, occupando in maniera importante il prime time. La crisi di Governo, evitata con la doppia fiducia ottenuta in Parlamento, satura l’informazione d’inizio settimana, monopolizzando le edizioni di lunedì e martedì; diverse le edizioni speciali, oltre alle consuete maratone di Mentana. Di fronte ad un Governo che dal voto al Senato esce comunque incerto e che sembra privo di bussola, anche l’informazione “naviga a vista”, rilanciando gli interventi dei principali esponenti in attesa del prossimo test per l’esecutivo, previsto per giovedì 28 con la relazione del ministro Alfonso Bonafede sulla giustizia. Ampio spazio per i Tg Mediaset e La7 alle difficoltà di Conte nel radunare i cosiddetti “costruttori” che possano fungere da “quarta gamba” per la maggioranza, mentre Tg1 e Tg3 risultano più possibilisti.

Si torna a parlare di Europa e Recovery Plan

Tra le diverse valutazioni di scenario si segnala il giudizio assai critico di Milena Gabanelli, che nel report del lunedì su Tg La7 analizza gli effetti di questa crisi sulla credibilità del Paese, con i rischi di non riuscire ad impiegare – e addirittura ottenere – parte dei 209 miliardi dei fondi europei. Amaro anche il commento di Mentana, che lamenta come «il pendolo della politica italiana non si è mai fermato», valutando che «dovremmo cercare modelli migliori a cui ispirarci». Rispetto alla scorsa settimana, le testate entrano nel merito del Recovery Plan, con aperture per i Tg più seguiti (Tg1, Tg5 e Tg3) sull’incontro tra Conte ed i leader sindacali, mentre venerdì il Tg2 interpella, sul tema, il Commissario europeo Paolo Gentiloni.

Recovery Plan, è scontro sul “metodo”

A pesare sulla scena politica anche la maxi operazione contro la ’Ndrangheta che vede indagato il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, ora dimissionario (6 titoli, aperture giovedì per Tg5 e Tg La7). Tg4 coglie l’occasione per rievocare la teoria della “giustizia ad orologeria”, dedicando l’apertura di venerdì anche all’inchiesta che vede coinvolto il leader Pd Nicola Zingaretti.

Grande preoccupazione per il ritardo nelle forniture del vaccino Pfizer

La pandemia resta un tema di grande interesse, con gli aggiornamenti sul fronte della pandemia a metà edizioni, i dati in miglioramento e le nuove classificazioni delle regioni. Lo scontro tra Fontana e Speranza sulla zona rossa della Lombardia, per il Governo riconducibile a dati erronei forniti dalla Regione, è uno dei principali temi settimanali e va in onda venerdì su Tg1, Tg3, Tg4 e Tg5. Grande preoccupazione, poi, per il ritardo nelle forniture del vaccino di Pfizer – 14 menzioni nei titoli – che allontana la vaccinazione per gli over 80. Ampio spazio sul Tg La7 all’indagine della Procura di Bergamo sul mancato aggiornamento del piano pandemico, dalla quale emergerebbe un inquietante scenario di mancanze e impreparazioni.

Sleepy Joe, che ha svegliato l’America

La crisi italiana non oscura l’ascesa di Biden

Anche in edizioni tanto compresse dalla crisi politica italiana, il giuramento di Joe Biden a Capital Hill da 46° Presidente degli Stati Uniti reclama mercoledì la prima pagina, con aperture per tutti (ad eccezione del Tg4). Numerose le coperture nel corso di tutta la settimana (15 titoli), dedicate alle ultime azioni presidenziali di Trump e ai primi decreti avviati dalla presidenza Biden che già imprimono un forte cambio di passo rispetto al predecessore sui temi dell’ambiente, della sanità e dell’immigrazione. Nel complesso, l’addio di Trump viene proposto con un evidente distacco. Tg5 riflette in un servizio sull’accoglienza riservata a Trump da Obama al suo arrivo alla Casa Bianca quattro anni fa: una “cortesia” che il Presidente uscente ha valutato di non ricambiare.

Scollegati e scappa. I guru dei Social: “diffidate del mondo che abbiamo creato”

Da segnalare in conclusione l’attenzione riservata al caso della bimba di 10 anni morta nel tentativo di emulare una sfida estrema sul social cinese Tik Tok, al quale molti bambini accedono in mancanza degli opportuni controlli (titoli per Tg La7 e Tg3).

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili