Salute

Sconti fiscali per favorire il “fumo alternativo”. La proposta

428

E’ un male che non lascia scampo. Francesco Cognetti lo dimostra con un dato impressionante: «Soltanto il 16 per cento delle persone alle quali sia stato scoperto un tumore al polmone, dopo cinque anni è ancora viva. Questo – precisa il direttore del Dipartimento di Oncologia medica dell’Istituto Regina Elena – mentre dopo cinque anni è in vita il 90 per cento delle donne colpite da tumore alla mammella, l’80 per cento di chi lo ha al colon, il 60-70 per cento di chi invece lo ha alla prostata». E aggiunge un particolare essenziale, il professore: «Nove volte su dieci, il tumore al polmone viene ai fumatori». Nell’ampia sala conferenze dell’Associazione Stampa Estera si sta discutendo infatti del Rapporto Eurispes “Fumo: nuovi prodotti e riduzione del danno”. Quanto sia difficile smettere lo prova la risposta ad una delle domande sottoposte a un campione di 1.135 fumatori: solo il 9 per cento ha risposto di volerlo fare entro sei mesi. Ma il 60 per cento sarebbe disposto ad abbandonare le sigarette, passando ad altri prodotti del tabacco che, in base a una prova scientifica, risultassero meno dannosi.
Si confessa fumatore incallito, ma intenzionato a passare all’iQuos, la sigaretta che scalda ma non brucia tabacco, lo stesso presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, il quale saluta e ringrazia i convenuti. Oltre a Cognetti c’è un altro medico, Damiano Parretti, della Società italiana di Medicina generale, e poi Antonio Catricalà, nella veste di professore di Diritto dei consumatori alla Luiss, Giovambattista Palumbo, direttore dell’Osservatorio Eurispes sulle politiche fiscali, Alberto Baldazzi, coordinatore della ricerca e Gerardo D’Amico, giornalista Rai, che fa da moderatore.

Baldazzi ha ricordato che il 12 per cento circa dei consumatori italiani è passato alle due alternative meno dannose: il 10,5 per cento alla sigaretta elettronica, e l’1,6-1,7 per cento al tabacco riscaldato, che riduce gli effetti negativi del 90 per cento e che ha uno straordinario successo in Paesi come il Giappone. Il Regno Unito ha completamente annullato la tassazione sulla sigaretta elettronica, per favorirne la diffusione. In Francia, Macron ha reso meno conveniente l’acquisto di sigarette, che costano oggi 8 euro a pacchetto, con la prospettiva di arrivare a 10 euro nel 2020, come ricorda Stefano Caliciuri, direttore di Sigmagazine, il bimestrale dell’alternativa al fumo tradizionale. L’Italia, invece, è fra i Paesi che hanno la tassazione più elevata, anche se non quanto le sigarette tradizionali, ed è un dovere della politica aprirsi alla tematica della riduzione del danno. Giovambattista Palumbo, che è dirigente dell’Agenzia delle Entrate, ha raccomandato però di non abbandonarsi all’improvvisazione, sulle norme di carattere fiscale: «Ci vuole una strategia – ha detto – e non può essere decisa soltanto da un Paese: deve essere comune a tutti i membri dell’Unione».

I medici generali, ha ricordato il loro rappresentante, Damiano Parretti, debbono invitare preventivamente i loro pazienti a non fumare, senza invece limitarsi a chiedere se fumano o no. Un’azione educativa, dunque, senza aspettare che subentri la patologia. Antonio Catricalà ha ricordato un episodio della sua vita: era allora capo di gabinetto del ministero della Ricerca, anno 1987, e un giorno entrò nel suo ufficio Francesco Cognetti, che, annusando una nuvola di fumo sopra la sua scrivania, gli disse: «Devi smettere di fumare, o rischi di prendere un tumore. Se lo fai entro i 35 anni, salvi i polmoni. Quanti anni hai?». Ne aveva allora proprio 35, Catricalà. E smise. Senza se e senza ma.

Ultime notizie
Informazione

La rivoluzione digitale può modificare il nostro cervello?

La rivoluzione digitale ha generato un salto “epistemologico”, ha modificando le categorie stesse della conoscenza, spazio e tempo non sono più le forme a priori kantiane delle nostre sensazioni siamo, insomma, un passo oltre.
di Massimiliano Cannata
Fisco

Autonomia differenziata. “Rischia di alimentare la fake news del Sud che “campa” alle spalle del Nord”

Per la prima volta nella storia della Repubblica è stata chiesta in maniera ufficiale un’indagine conoscitiva per appurare in modo oggettivo quale...
di Marco Ascione
International

Asia Centrale: teatro di scontro geopolitico e mercato energetico in rapida ascesa

Europa e Cina con lo sguardo verso l’Asia Centrale, area di scontri geopolitici ma anche, e sempre di più, mercato economico in scesa verso il quale si stanno direzionando cospicui investimenti internazionali. L'approfondimento
di Giuliano Bifolchi
Ambiente

Corpo Forestale assorbito nell’Arma, per la Corte Costituzionale è legittimo. Del Sette: “Sentenza netta”

La Corte Costituzionale, con la sentenza pubblicata lo scorso 10 luglio, ha confermato la legittimità della riforma legislativa concernente l’assorbimento nell’Arma dei Carabinieri del disciolto Corpo Forestale dello Stato. Tullio Del Sette: "Sentenza netta, che ha spazzato via definitivamente, senza possibilità di appello, le riserve di alcuni sulla legittimità costituzionale".
di Tullio Del Sette
Criminalità e contrasto

Sicurezza e scandalo in magistratura, Sorgi: “Rischio per l’indipendenza dei magistrati”

Dal fenomeno del caporalato a quello del lavoro nero, passando per le infiltrazioni mafiose e della 'ndrina, in particolare, nella regione Emilia Romagna; fino alle misure previste dai decreti “sicurezza”, e ai recenti scandali che hanno coinvolto la magistratura. Intervista al magistrato Carlo Sorgi.
di Marco Omizzolo
Europa

Il Gattopardo a Bruxelles. Le prime mosse dell’Europarlamento

Un brutto accordo è sempre migliore di un accordo mancato. Vista la situazione a cui è giunta l’Unione, sarebbe opportuno fare uno sforzo per leggere positivamente l’intesa raggiunta al vertice del 2 luglio, che non è poi diversa nel metodo e nel risultato rispetto a quanto fatto in passato.
di Carmelo Cedrone
Ambiente

Ricerca: insetti per produrre energia e fertilizzanti agricoli. Il progetto del Centro Enea

Utilizzare gli insetti che si nutrono di materia organica in decomposizione per la produzione di biocarburanti avanzati, materiali innovativi biodegradabili o fertilizzanti...
di redazione
Gioco

Giochi: la stretta normativa può accrescere l’illegalità. La Corte dei Conti conferma le tesi dell’Eurispes

La riduzione del numero degli apparecchi da intrattenimento unita all’inasprimento delle limitazioni delle distanze da luoghi cosiddetti sensibili e degli orari di gioco da parte di norme regionali e locali, hanno determinato una contrazione del mercato legale e un probabile incremento dei fenomeni illegali. Lo dice la Corte dei Conti.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
Economia

La criptovaluta diventa “moneta di Stato”. Il caso del “petro”

Il “petro” in Venezuela, lo “yuan digitale” in Cina, il “payMon” nella Repubblica islamica: l'avvento della “criptovauta di Stato” rappresenta il tentativo di “imbrigliare” una tecnologia nata in base ad un principio di “anarchia finanziaria” in un sistema regolato e, quindi, nuovamente controllato.
di Giovambattista Palumbo
Finanza

Banche, la donna che “traghetta” l’Italia verso le nuove sfide dell’open banking

Trasformazione e digitalizzazione del sistema finanziario: negli ultimi anni, il sistema dei pagamenti e l'organizzazione delle imprese e delle banche è profondamente cambiato. Tra gli artefici e i protagonisti di questa transizione, il Consorzio CBI, da poche settimane diventato una società consortile per azioni. Ne parliamo con Liliana Fratini Passi, Direttore Generale di CBI S.c.p.a.
di Valentina Renzopaoli