Countdown Quirinale, l’informazione Tg si concentra sulle manovre dei partiti

Tg

I Tg dal 17 al 21 gennaio – Le manovre dei partiti per il Quirinale dominano le edizioni del prime time, ottenendo tra lunedì e venerdì 19 aperture. In assenza di candidati “bipartisan”, l’informazione naviga a vista in attesa di concreti segnali della politica, e ricercandoli negli incontri del Premier Mario Draghi e nelle trattative tra i leader e non solo, come l’ultima che coinvolgerebbe il pentastellato Riccardo Fraccaro “in dialogo” con Matteo Salvini. Al centro della scena rimane Silvio Berlusconi, nominato ben 28 volte nei titoli e presente nei servizi di tutte le edizioni. Nell’attesa che sciogliesse la sua riserva (ovvero, fino alle 19,15 di sabato con la notizia della rinuncia, data in diretta da Tg3 e Tg4), il leader di Forza Italia è  tornato al centro della scena politica, con le testate Mediaset che ne caldeggiano l’elezione mandando in onda interviste ed appelli di varie figure internazionali che ne rilanciano la figura di europeista e “padre nobile”. Tg3 e Tg La7 non sorvolano, però, sull’irrequietezza interna al centro-destra che lascia intravedere, da parte di Salvini e Meloni, l’apertura verso differenti opzioni. Interessante le interviste proposte dal Tg2, che raccoglie le riflessioni di alcune figure storiche della politica nazionale sui possibili scenari futuri.

Corsa al Quirinale e ruolo di Berlusconi. Pandemia, la quarta ondata rallenta

Le dure cifre della pandemia restano argomento d’apertura per i Tg di martedì, anche se si segnala, fin dai titoli, che gli elevati numeri del contagio – con diverse regioni che passano in arancione –, registrano comunque un generale rallentamento che si accompagna ai buoni dati sulle prime dosi tra gli over 50. Le ulteriori restrizioni imposte con il super green pass non suscitano particolari reazioni, mentre continua nei servizi la messa alla berlina dei no vax.  Si mantiene alta la preoccupazione per il contagio tra i minorenni, con la scuola che rimane al centro dell’attenzione dell’informazione.

Economia: il crollo dell’occupazione femminile

Aperture sparse sui dati economici, con particolare accento, nei Tg Mediaset, sul fronte dei rincari energetici, con gli appelli di Confindustria e Confcommercio. Oltre ai problemi generati dal caro bollette per famiglie ed imprese, l’informazione indaga i nuovi scenari di disagio e povertà prodotti dalla pandemia. Il Tg1 (mercoledì) dedica l’apertura al crollo dell’occupazione femminile, tornata ai livelli del 2012, intervistando la Prof.ssa Veronica De Romanis. Interessante anche l’approfondimento del Tg4 sui debiti che le impresse hanno contratto verso l’erario durante il primo anno di Covid.

Leggi anche

I Tg Mediaset rilanciano il tema sicurezza. Gli attentati a Foggia sotto tono

Assorbita dai retroscena sul Colle, l’informazione dedica poco tempo in settimana all’attività dell’esecutivo. A farne le spese è anche la visita del Ministro, Luciana Lamorgese, nel foggiano, a seguito di numerosi attentati mafiosi: la notizia riceve, lunedì, menzione solo nei titoli del Tg3 e Tg1, con il Tg5 che vi ritorna giovedì. Spazio sui Tg Mediaset al tema sicurezza con diversi servizi che denunciano le difficoltà di Milano. Da segnalare l’approfondimento del Tg3 sulle periferie milanesi, dopo l’arresto di alcuni giovani rapper. L’inchiesta che coinvolge il fondatore del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, indagato per traffico di influenze illecite è, in settimana, oggetto di 8 titolazioni. Assai zelante il Tg4, che nei confronti del tradizionale “avversario politico” invoca la nemesi storica.

Caso Attanasio, il prime time dei Tg fa propri i dubbi della famiglia

Gli sviluppi dell’inchiesta per l’uccisione in Congo dell’Ambasciatore Attanasio, del carabiniere Iacovacci e del loro autista, sono ripresi nei titoli da Tg1, Tg3 e Tg4 dando nei servizi spazio agli appelli dei genitori perché si faccia chiarezza su di una vicenda che ha ancora troppe ombre.

Usa e Russia ai ferri corti

Per gli esteri, la complessa situazione sul confine ucraino che vede ai ferri corti Usa e Russia, forse pronta ad un intervento armato, trova spazio nei titoli solo per Tg1, Tg3 e Tg La7, che venerdì offre un ottimo approfondimento. Dei Tg Mediaset solo Tg5 affronta la questione ucraina, mentre maggiore attenzione è riservata alla figura traballante del Presidente Biden. Trasversalmente diffuse nei servizi le immagini della catastrofe naturale che si è abbattuta sulle isole Tonga. Grande spazio sui Tg del servizio pubblico alla vicenda Mustafà, bambino nato senza gli arti e divenuto uno dei simboli più drammatici del conflitto siriano, il quale è stato accolto nel nostro Paese. Titoli, servizi ed interviste ai familiari che ringraziano l’Italia per la sua generosità.

Ultime notizie
Italia

Reti europee di trasporto TEN-T: l’Italia penalizzata dalle nuove strategie adottate

Una premessa. Era il lontano 2004 quando l’Unione europea, per impulso di Romano Prodi Presidente della Commissione, immaginò di rafforzare il processo...
di Gianpaolo Basoli, Luca Danese, Marco Ricceri
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
reati informatici
Senza categoria

Reati informatici e non solo, i rischi di stare in Rete

Sempre più diffusi i reati informatici, a rischio una buona parte della popolazione che naviga su internet e usa le nuove tecnologie. Nel 2022, quasi 3 italiani su 10 sono rimasti vittime di truffe informatiche (27,2%).
di Susanna Fara
reati informatici
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale