Amministrative, il prime time tra vincitori e vinti

amministrative

I Tg dal 4 all’8 ottobre – I risultati delle elezioni amministrative dominano il prime time; è dedicata a loro la prima parte della settimana dell’informazione: aperture per tutti, tra lunedì e martedì, con Tg4 e Tg La7 che dedicano allo spoglio dei voti edizioni straordinarie. Al consolidarsi dei risultati, le testate tracciano un quadro abbastanza fedele, sebbene non privo delle consuete partigianerie. Per i Tg Mediaset il focus è sul crollo dei 5 Stelle, che avvicina il ritorno del bipartitismo, mentre Tg4 elogia la vittoria di Roberto Occhiuto in Calabria parlando di “un successo di Berlusconi”. Le vittorie del centrosinistra nelle principali città sono invece al centro della narrazione di Tg1 e Tg3. L’attenzione di tutti si concentra sulla Capitale, che vede al ballottaggio Michetti e Gualtieri, con il “tesoretto” di Calenda (intervistato dal Tg2) che fa gola a tutti.

Frattura e riconciliazione tra Draghi e Salvini

Diversi e vari i contributi degli editorialisti, con Tg4 che martedì consulta il direttore de Il Giornale, Augusto Minzolini, mentre Tg3 raccoglie il commento di Massimo Giannini de La Stampa, che analizza la frattura di martedì da parte della Lega con il Cdm disertato per l’avversione alla riforma del catasto. Questo atteggiamento, motivato secondo Giannini dalla volontà di “batter un colpo” per cercare d’inseguire Fratelli d’Italia, che alle urne ha ribaltato i rapporti di forza nella coalizione del centrodestra, viene criticato venerdì anche da Pierluigi Battista sul Tg5. Spazio, giovedì, per tutti alla riconciliazione tra Mario Draghi e Matteo Salvini, con i Tg Rai che rilanciano il duro commento del leader Pd Enrico Letta.

Inchiesta Fanpage, Meloni “ripudia” i nostalgici

Parallelamente al commento dei risultati corrono le inchieste che toccano duramente alcune personalità del centrodestra, con titoli e servizi per tutti, e particolare attenzione per Tg La7. Se Tg1 e Tg3 si soffermano sull’inchiesta di Fanpage, che in settimana si allarga coinvolgendo esponenti leghisti oltre che l’eurodeputato Fidanza di Fratelli d’Italia, Tg2 e Tg5 tengono bassi i toni, lasciando che nei servizi a dominare siano le prese di posizione tanto di Matteo Salvini che di Giorgia Meloni, che giovedì ribadisce come nel suo partito: «Non c’è spazio per razzisti e nostalgici». Agguerritissimo il Tg4, che nei confronti di queste indagini si profonde anche in conduzione con il mantra della giustizia ad orologeria, glissando venerdì sugli ultimi sviluppi dell’inchiesta di Fanpage e derubricando a “ignobili macchinazioni” le vicende che hanno riguardato il leghista Luca Morisi.

Leggi anche

Nobel a Parisi produce più fondi per la ricerca

L’assegnazione del premio Nobel per la Fisica all’italiano Giorgio Parisi per i suoi studi sui sistemi complessi viene vissuto dall’informazione come un’occasione di profondo orgoglio nazionale, e martedì riceve l’apertura di Tg3, Tg La7 e Tg2; quest’ultimo esplora nei servizi la storia dei contribuiti dati alla scienza dagli italiani (copertina mercoledì per il Tg5). Nei servizi i Tg Rai raccolgono l’appello del professor Parisi che si augura che il suo successo contribuisca al concreto aumento degli investimenti per la ricerca.

Immigrazione: i numeri degli sbarchi scalzano quelli del Covid

La proposta di 12 paesi dell’Unione di servirsi di fondi europei per erigere nuovi muri per contrastare l’immigrazione riceve venerdì le aperture di tutti, salvo Studio Aperto. Con la politica che riprende a lanciare i suoi slogan su questi temi, tornano nei servizi del prime time i “numeri” del fenomeno immigratorio in Europa e in Italia.  Altri “numeri”, ovvero i dati relativi al Covid, in settimana sono sostanzialmente assenti dalle scalette. Studio Aperto dedica l’apertura di venerdì ad una interessante analisi sul referendum per l’eutanasia, che ha raccolto un eccezionale numero di firme che potrebbero convincere il Parlamento a legiferare in materia.

Amministrative: scompaiono i 5 Stelle, la Lega  “insegue” Fratelli d’Italia, il Pd gongola

Infine, è interessante l’approfondimento del Tg2 di mercoledì sulla dimensione di dipendenza prodotta dai Social, che in alcune circostanze si dimostra nociva come quella legata al fumo.

Ultime notizie
Economia

Sindacato e cambiamenti globali: quale preparazione hanno i sindacalisti?

I sindacalisti di oggi hanno la preparazione e le competenze adeguate per rappresentare al meglio le esigenze dei lavoratori in questa fase...
di Marco Ricceri*
Internazionale

The task of politics is to be “regulating rooms” between the interests of finance and the society

The belief that the so-called European welfare state was an obstacle to the development of the modern market and that it was...
di Gian Maria Fara*
STATO
Metafore per l'Italia

La politica sia “stanza di regolazione” tra interessi di mercato e corpo sociale

Le esperienze recenti dimostrano che senza il suo sistema di welfare l’Europa non avrebbe retto all’urto delle crisi. Lo Stato e le Istituzioni hanno il compito di regolare ed equilibrare gli interessi del mercato e le esigenze del corpo sociale, non limitarsi all’esercizio di un ruolo esterno di vigili del mercato. Riaffermare tale posizione significa ripartire dalla crisi esistenziale generata dall’incertezza e riequilibrare i divari economici e di genere.
di Gian Maria Fara*
STATO
medicina
Recensioni

Da Ippocrate a Bill Gates, come la tecnologia ha cambiato la medicina

Il futuro della medicina è adesso. Fa il punto sullo stato dell’arte della tecnologia il nuovo libro del giornalista Claudio Barnini: Da Ippocrate a Bill Gates. Come la tecnologia ha cambiato la medicina. 
di redazione
medicina
Ue
Economia

La nuova proposta Ue di direttiva sul bilancio di sostenibilità “Corporate Sustainability Reporting Directive”

All’interno dell’Unione europea il dibattito sulle tematiche della trasparenza è senza dubbio ormai maturo ed esistono già regolamentazioni sulla rendicontazione non finanziaria che le aziende sono tenute ad applicare per essere in regola con gli obiettivi generali di sostenibilità
di Fabrizio Zucca*
Ue
Internazionale

Corruzione e nuove forme di infiltrazione nella Pa e nell’economia

A margine del 30° Forum Economico dell’Europa Centrale e dell’Est (Karpacz, Polonia - 7 al 9 settembre), nel panel dedicato alle prospettive...
di redazione
Gioia Tauro porto
Crescita

Porto di Gioia Tauro, una eccellenza italiana da promuovere

Il porto di Gioia Tauro è una eccellenza che si scontra con un territorio povero di infrastrutture e iniziative che dovrebbero invece contribuire alla creazione di una catena del valore nel territorio, generando ricadute positive sia a livello locale che nazionale.
di Antonio Testi*
Gioia Tauro porto
filosofia
Scuola

Tutti pazzi per la filosofia? La scuola si interroga sull’insegnamento negli istituti tecnici

Da Letizia Moratti all'attuale Bianchi, molti ministri dell'Istruzione si sono interrogati sul ruolo della filosofia e sul suo insegnamento nelle scuole, in particolare degli istituti tecnici. Del resto, nella riforma Gentile del 1929 essa già figurava come spartiacque e fondamento del sapere.
di Giuseppe Pulina
filosofia
Briefing

In Tunisia si gioca una partita ben più ampia

L’importanza della Tunisia La Tunisia in apparenza potrebbe sembrare un paese poco rilevante, ma è quello dove, nell’arco di un decennio, è iniziata,...
di Marco Carnelos*
legalità
Il punto a Mezzogiorno

Non può esistere legalità senza condivisione. Intervista al giudice Antonio Salvati

La legalità non può essere la risposta al timore della sanzione, bensì la condivisione di un precetto secondo Antonio Salvati, giudice del lavoro presso il Tribunale di Reggio Calabria e autore del romanzo Pentcho pubblicato da Castelvecchi editore.
di Maurizio Lovecchio
legalità