Italia in bianco: l’informazione dei Tg oltre il Covid

Tg Covid

I Tg dal 14 al 18 giugnoIl Covid rimane questa settimana il principale tema d’apertura, con l’approvazione giovedì del Green Pass, gli interventi delle agenzie del farmaco sull’affidabilità del vaccino AstraZeneca, la somministrazione eterologa e i chiarimenti (venerdì) del Premier Draghi. Con il crollo dei contagi e la conta dei morti stabilmente sotto quota 100, tornano a catturare l’attenzione delle testate i temi più tradizionali della politica e i maggiori fatti di cronaca.

Mottarone, polemiche sui video della tragedia

Quanto la cronaca sia di nuovo al centro dell’agenda del prime time lo dimostrano, mercoledì, le 3 aperture dei Tg Mediaset, dedicate alle immagini che documentano gli attimi della tragedia della funivia del Mottarone (nei titoli per tutti gli altri). Questa scelta è stata accompagna nei servizi da diversi interventi dei conduttori che, rispondendo alle polemiche di giornata sulla sua liceità, hanno forse ecceduto in escusatio non petita, accusatio manifesta, dato che già all’ora di pranzo il Tg3 aveva trasmesso le stesse immagini.

Oltre il Covid, nei Tg di prima serata politica e cronaca riprendono spazio

Grande interesse per il caso di Saman, con la testimonianza del fratello che, venerdì, conferma l’assassinio della giovane ad opera dello zio. Forte la presa di posizione del Tg5 che propone un accorato editoriale di Luigi Battista. Attenzione anche agli sviluppi nelle indagini sulla morte di Luana D’Orazio, dalle quali emergerebbe che le barriere di sicurezza del macchinario che l’ha schiacciata erano state rimosse per incrementarne la produttività: 5 i titoli giovedì. Titoli martedì per Tg1, Tg2 e Tg La7 per l’archiviazione, dopo 9 anni, della vicenda dei due marò italiani per lungo tempo trattenuti in India.

Il progetto federativo di Berlusconi per il Centro-destra

Per la politica, si consolida il clima da campagna elettorale, con gli occhi puntati sul progetto federativo avanzato da Berlusconi per il Centro-destra. Scatenato il Tg4 che allunga di 20 minuti il proprio minutaggio, arrivando ad essere la sola testata con puntate di circa 1 ora. Sempre Tg4 si dimostra impegnatissimo a segnalare le quotidiane divisioni interne al Pd e ai 5 Stelle (apertura di venerdì). Interessante l’approfondimento sul rapporto tra Movimento 5 Stelle e Cina, che nelle scorse giornate ha registrato alcune forti prese di posizione da parte di Beppe Grillo (4 titoli), seguito, sempre su Tg4, da un approfondimento sugli affari in Italia dei grandi gruppi economici di Pechino.

Occhi puntati sull’incontro Biden-Putin

Ricca questa settimana la pagina degli esteri, assorbita dai numerosi incontri internazionali. Grande attenzione al vertice Nato di Bruxelles, con molte testate che rilanciano, sin dai titoli, il rinsaldarsi dell’alleanza tra Stati Uniti ed Europa. Occhi puntati mercoledì anche sull’atteso incontro tra Putin e Biden, al quale sono dedicate le aperture di Tg1, Tg2 e Tg La7 (titoli per tutti). Apprezzamento bipartisan per gli interventi in sede europea del Premier Draghi, che venerdì riceve i complimenti anche dal leader Sanchez nel bilaterale con la Spagna. Attenzione al tema dell’immigrazione: nei titoli per Tg La7 e Tg3, con quest’ultimo che martedì intervista un giornalista di Avvenire in merito alla drammatica vicenda di un gruppo di migranti raccolti in acque internazionali da un mercantile e riconsegnati ad una motovedetta libica che li ha riportati nei campi di detenzioni – dai quali, probabilmente, erano appena partiti.

Patrick Zaki e le elezioni in Iran

Le elezioni in Iran, che si preannunciano con una bassissima affluenza anche per l’esclusione delle liste dei candidati più moderati, trovano spazio nei titoli solo per i Tg Rai, con Tg3 che giovedì intervista l’ex Presidente Ahmadinejad. Sempre Tg3 dedica mercoledì un titolo unico al trentesimo compleanno di Patrick Zaki, che vede il giovane ricercatore costretto, per la seconda volta, a passarlo in carcere senza che il processo abbia preso il via (titolo anche per Tg La7).

Non solo Covid: l’Italia agli Europei fa sognare i Tg

I successi dell’Italia agli Europei di Calcio incontrano la soddisfazione di tutti, con titoli tanto sui Tg Rai che su quelli Mediaset. Attenzione diffusa (12 titoli) anche per le condizioni del calciatore danese Christian Eriksen, in ripresa dopo il problema cardiaco che l’aveva fatto accasciare in campo durante la partita della scorsa domenica.

Leggi anche

Ultime notizie
blockchain e mercati dei crypto-asset
Tecnologia

Tecnologia blockchain e mercati dei crypto-asset: le opportunità

Blockchain e mercati dei crypto-asset: quali le opportunità di questa tecnologia e il rapporto con il diritto dell'Unione Europea.
di Irene Tagliamonte*
blockchain e mercati dei crypto-asset
smart working
Lavoro

L’incidenza dello smart working in pandemia e oltre

La crisi del Covid-19 ha creato un’improvvisa necessità per le aziende e i loro dipendenti di iniziare o aumentare lo smart working....
di redazione
smart working
Territorio

Calabria: a new narrative and strategic thinking are needed. Interview with President of the Rubbettino publishing house

Guest of the column "Il punto a Mezzogiorno", Florindo Rubbettino, President of the publishing group of the same name founded in 1972...
di redazione
Il punto a Mezzogiorno

Calabria: servono una nuova narrazione e un pensiero strategico. Intervista al Presidente del gruppo editoriale Rubbettino

Intervista a Florindo Rubbettino, Presidente dell’omonimo gruppo editoriale fondato nel 1972 da suo padre in Calabria.
di Maurizio Lovecchio
capodanno estivo
Società

Questo Capodanno estivo segnerà il primo anno del “new normal”

Viviamo un Capodanno estivo in cui ci iniziamo a preparare all’incontro, al riallacciare, con il nuovo anno, quella consuetudine quotidiana dell’altro, non mediata dallo schermo come in pandemia, entro la quale ci immergeremo diversi da come ne siamo usciti.
di Alberto Mattiacci*
capodanno estivo
mezzogiorno
Infrastrutture

I collegamenti tra le regioni del Sud e del Nord, punto chiave nel rilancio del Mezzogiorno

La vera prospettiva di crescita del Mezzogiorno è condizionata dagli investimenti in opere infrastrutturali che sono strategiche per lo sviluppo economico. L’adeguamento dei porti italiani alle grandi navi portacontainers, e la creazione di hub nel Mediterraneo, in particolare a Gioia Tauro e in Sicilia, sono condizioni in grado di trainare lo sviluppo anche dei territori interni oltre che delle realtà portuali coinvolte.
di Giampaolo Basoli*
mezzogiorno
nuraghi sardegna
Cultura

Nuraghi di Sardegna, una risorsa non solo culturale

I nuraghi, che con la loro massiccia diffusione puntellano la Sardegna, sono identificativi del luogo al quale appartengono, hanno una lunga e misteriosa storia alle spalle e sono l’espressione di un passato che silenziosamente sembra voler interloquire con il mito. I nuraghi hanno i requisiti per essere a buon diritto patrimonio dell'Unesco.
di Giuseppe Pulina
nuraghi sardegna
moda fashion
Economia

L’industria della moda tra fast fashion e moda etica

Nei primi nove mesi del 2020 le maggiori aziende del fashion hanno subìto una significativa contrazione. Le stime indicano che la ripresa inizierà nel corso del 2021, ma l’assestamento del volume d’affari sulle cifre precedenti alla crisi si avrà soltanto nel 2023. Intanto, l’industria della moda è in bilico tra il fast fashion usa-e-getta e nuovi modelli produttivi ecosostenibili.
di redazione
moda fashion
oceani plastica
Ambiente

Riuso e riciclo possono salvare gli oceani dalla plastica

È possibile prevenire quasi la metà della plastica presente negli oceani in un anno riutilizzando il 10% dei nostri rifiuti in plastica. Questo, e molto altro, è presente nel report "The Future of Reusable Consumption Models" del World Economic Forum in collaborazione con Kearney.
di redazione
oceani plastica
trasporto ferroviario
Europa

Green Deal, fondamentale una strategia comune sul trasporto ferroviario

Il trasporto ferroviario è un punto fondamentale per la transizione ecologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green deal europeo. Basti pensare che il settore trasporti genera un quarto delle emissioni di gas serra nell'Ue. Per questo il 2021 è l'Anno Europeo delle Ferrovie, e l'Italia ha destinato all'ammodernamento della rete ferroviaria 28,30 miliardi euro di risorse del PNRR.
di Giampaolo Basoli*
trasporto ferroviario