In onda la crisi di governo

I Tg di mercoledì 7 dicembre – La cronaca della crisi di governo, iniziata su alcune testate alle 14.20 (inizio dell’immancabile maratona di Mentana) con la fiducia alla legge di bilancio votata al Senato, assorbe l’intera serata dell’informazione (titolo unico per Tg4 e TgLa7). Come già nei giorni scorsi, c’è poco da dire su scalette sostanzialmente identiche e complessivamente corrette. Tutte le testate si prodigano in aggiornamenti su di una giornata politica che, anche se definita “convulsa”, si è svolta in realtà come da programma: dirette congiunte per i Tg delle 19 dal Quirinale durante il colloquio tra Matteo Renzi ed il Presidente Mattarella, mentre quelli delle 20 riprendono le dimissioni dell’ormai ex premier. Precedentemente anche l’attesa Direzione del Pd non aveva prodotto momenti al calor bianco, e tutte le testate registrano il pacato l’aut-aut di Renzi, segnalando però che il riferimento ad un governo dalle ampie maggioranze è niente più che un’esercitazione di stile. Prosegue intanto su Mediaset in vista delle consultazioni di domani il totonomi dei potenziali successori a capo di un governo che tutti vogliono ma a cui nessuno vuole partecipare, mentre le dichiarazioni delle varie forze d’opposizione, con gli M5S che esigono un voto immediato e Salvini che “minaccia” di “ricorrere alla piazza” ottengono titoli sui Tg Rai.

Com’era inevitabile, spazio ridotto a tutte le altre tematiche a cominciare proprio dalla fiducia sulla legge di bilancio, approvata senza essere neanche discussa per facilitare l’avvio formale della crisi: spazi risicati nei servizi, e qualche elemento in più su Tg3 e Tg La7. Maggiore attenzione, invece (titoli per Tg5 e Tg La7) alla seconda giornata positiva per Piazza Affari (+2,1%), trainata nuovamente dagli indici bancari e dai sentori di un intervento pubblico su Mps.

In una giornata dominata dalla politica, la consegna da parte dei giudizi egiziani dei documenti relativi al caso Regeni dopo 7 mesi di ritardi e silenzi risveglia l’interesse collettivo dei Tg: titoli per Tg3, servizi per tutti gli altri. Tg5 ha dedicato la copertina all’ennesimo caso di malasanità in un ospedale italiano. Buono il servizio del Tg3 sul volontariato europeo.

Il giudizio della rivista “Time”, indica Donald Trump “personaggio dell’anno”, definendolo però “Presidente degli Stati Divisi d’America”, cattura l’attenzione dei Tg Rai e di Tg La7. Presente a fine edizioni per Tg3 e Tg5 il violento terremoto che a Sumatra ha fatto più di 100 vittime. Sempre Tg3 è l’unico stasera a parlarci di nuovi sbarchi, salvataggi e vittime nel Mediterraneo. La situazione ad Aleppo, con l’arrivo in serata di una richiesta da parte de i maggiori paesi occidentali, Italia compresa, di un immediato cessate il fuoco, viene seguita dal Tg3 e ripresa da Tg La7.

Ritornando tra i confini nazionali, la prima del teatro La Scala di Milano, che apre la stagione con la Madama Butterfly di Puccini (la cui diretta su Rai 1 ha scalzato l’edizione delle 20 dell’ammiraglia Rai), riceve attenzione diffusa ed è nei titoli del Tg2.

Luca Baldazzi

Ultime notizie
libere per tutte
Immigrazione

Libere per tutte. Storie di donne e del loro coraggio

Libere per tutte. Il coraggio di lottare per sé e per gli altri di Marco Omizzolo (Fondazione Feltrinelli 2022) racconta tre donne diverse ma ugualmente resistenti, descritte in chiave sociologica ma non priva di trasporto, con lo scopo di documentare e denunciare patriarcato, sfruttamento e discriminazione contro le donne.
di Giusy Rosato
libere per tutte
Made in Italy
Economia

Strategie fiscali in difesa del Made in Italy

Made in Italy, un patrimonio da difendere e valorizzare con efficaci strategie fiscali, prima fra tutte l’agevolazione fiscale alle reti di imprese e la valorizzazione del capitale umano. In primo piano anche la lotta alla contraffazione sul piano fiscale per disincentivare la concorrenza sleale.
di Giovambattista Palumbo*
Made in Italy
gentrificazione
Società

Gentrificazione e turismo, quale futuro ci aspetta

Gentrificazione e turismo di massa sono due fenomeni in aumento e interconnessi, generanti profondi cambiamenti nel tessuto urbano e sociale delle città italiane. Per questo motivo andrebbero riconsiderati in relazione a logiche di pianificazione urbana e non di laissez faire.
di Roberta Rega
gentrificazione
flat tax
Economia

Flat tax, questa sconosciuta

La flat tax richiama la questione della corrispettiva copertura finanziaria, nonché della progressione di aliquota. Ma il vero problema in materia fiscale è l’evasione, e la flat tax va vista come una misura mirata in primis a favorire la emersione dei redditi non dichiarati.
di Giovambattista Palumbo*
flat tax
Carmelo Cedrone
Biografia

In ricordo di Carmelo Cedrone

Ci ha lasciato Carmelo Cedrone, scomparso ai primi di settembre; è stato un sincero europeista, autentico sindacalista, promotore e coordinatore del “Laboratorio Europa” per l’Eurispes, fino all’ultimo impegnato a dare il proprio contributo al processo di integrazione europea.
di Marco Ricceri*
Carmelo Cedrone
giustizia tributaria
Economia

Riforma della giustizia tributaria. Contesto, prospettive e criticità

La Giustizia tributaria è finalmente oggetto di una riforma, arrivata alla Camera con la seduta straordinaria del 9 agosto 2022. Uno degli obiettivi della riforma, negoziati nell’ambito del Pnrr, era la riduzione della durata media dei processi in Cassazione.
di Giovambattista Palumbo*
giustizia tributaria
vecchi
Cultura

Essere vecchi oggi

Sin dall’antichità ci si è interrogati sul significato della vecchiaia rispetto alle altre stagioni della vita: Socrate, Epicuro, Innocenzo III, Edgar Morin hanno provato a raccontare la terza età in relazione alla propria epoca.
di Giuseppe Pulina
vecchi
insularità
Economia

Principio di insularità: quali i riflessi economici e fiscali della sua introduzione?

La Camera ha dato recentemente il via libera definitivo alla proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare, che mira ad aggiungere il...
di Giovambattista Palumbo*
insularità
sfruttamento del lavoro
Recensioni

Invisibili: tutte le facce dello sfruttamento del lavoro

Le menti dei nostri Padri Costituenti avranno contemplato, anche solo per un momento, la possibile integrazione di questo participio aggettivale (“sfruttato”) nel...
di Giusy Rosato
sfruttamento del lavoro
Economia

Il metodo PNRR alla prova della crisi di Governo

Le elezioni politiche del prossimo 25 settembre individueranno il nuovo Esecutivo che dovrà inserirsi nel “treno in corsa” rappresentato dall’attuazione del PNRR. Ma anche altre sono le criticità che il Governo dovrà affrontare.
di Claudia Bugno*