Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

L’autunno dei Tg

I Tg di lunedì 3 ottobre – L’ottava stagione de L’Osservatorio Tg trova ai nastri di partenza tre nuovi “fantini” alla direzione di due testate Rai e del Tg4. Anche durante l’estate abbiamo, ovviamente, “buttato un occhio” a ciò che avveniva nell’informazione di serata. Modifiche sostanziali nella proposta di Tg2 e Tg3 al momento non le abbiamo notate, mentre per il Tg di Rete4 i tre mesi di vicedirezione e conduzione di Cecchi Paone che ci avevano sorpreso e fatto sperare in una “resipiscenza” da parte della testata di Mario Giordano, si sono esauriti a luglio: il tentativo di un telegiornale più aperto, più corretto e meno caricaturale non poteva affermarsi nella rete parasalviniana che ha come massimo interprete Del Debbio, e come must i talk gridati e conditi del populismo più retrivo. Non accaso, stasera, Tg4 è l’unico a non ricordare il terzo anniversario della strage di migranti davanti all’isola dei Conigli, che ottiene invece l’apertura degli altri due Mediaset e ampio spazio sui Rai e La7. In compenso il Tg di Rete4 è prodigo nel fornirci dettagli su “tesoro dei Rom”, ovvero le proprietà di ville e castelli in Croazia di una “regina” che risiede in Italia.

In un autunno che, anche senza avere la sfera di cristallo, è facile prefigurare assai “caldo” (referendum costituzionale, destino dell’Italicum, braccio di ferro Roma-Bruxelles, singulti all’interno di M5S e del PD), sarà interessante verificare il comportamento delle diverse testate sui temi più dibattuti e, in particolar modo, l’auspicabile correttezza del servizio pubblico in relazione al referendum. Questa sera l’informazione Rai è alquanto “omogenea”: apertura per tutti sull’abbandono di Pizzarotti, per altro presente anche su Mediaset e La7. Il ping pong tra PD ed opposizioni sul diritto dovere di avanzare le possibili modifiche sull’Italicum è colto da tutto e sottolineato da Mentana.

Sempre Mentana segnala le divergenze, ammantate di toni diplomatici, tra governo e bankitalia sulle prospettive della crescita 2017. I buoni dati Istat sull’aumento del reddito disponibile degli italiani e della propensione al risparmio – cui, però, non corrisponde un rilevante aumento di consumo – è correttamente presente su quasi tutti, compreso Tg5.

Passano gli anni, ma le linee editoriali – se così vogliamo nobilitarle – non si modificano più di tanto. Su Mediaset la cronaca nera e criminale resta in primo piano, e continua a rappresentare il core business di Studio Aperto e del vecchio-nuovo Tg4: caso Parolisi e processo Stival, con quest’ultimo presente anche sui Tg1 e Tg3.

Al momento – e meritoriamente – i Tg non sembrano aver spento i riflettori sulle zone terremotate. Il concerto di Bocelli ad Amatrice e le dichiarazioni del sindaco sono presenti un po’ su tutti, soprattutto sui Tg Rai.

A 36 giorni dalle elezioni presidenziali USA gli ultimi “guai” di Donald Trump (relazioni economiche con soggetti iraniani ed elusione fiscale) sono ampiamente presenti su tutti e scatenano una ubiqua Giovanna Botteri sulle testate Rai.

La sconfitta di Orban nel referendum ungherese “anti profughi”, che però non fa recedere il suo governo dalle posizioni di chiusura dal NO alle quote di accoglienza europee, è nei titoli per Tg3 e Tg La7. Mentana, solitamente alquanto “british”, in questo caso non si tiene ed esplicita la sua sensazione di sollievo per il colpo a vuoto del leader populista di Budapest. Le stesse testate, ma anche Tg1 e Tg5, aggiornano il bilancio dei salvataggi in mare (poco meno di 6.000 nelle ultime ore) e dei morti nel Mediterraneo.

Ultime notizie
last20
Mondo

Oltre il G20: The Last20, il mondo visto dagli ultimi

The Last20 è l’iniziativa nata per portare in primo piano storie e testimonianze dai paesi collocati agli ultimi posti nel mondo per ricchezza e prestigio, in contrapposizione alla egemonia economica e politica dei Grandi del G20.
di Tonino Perna e Ugo Melchionda
last20
loot box
Economia

Loot box e gacha games: intrattenimento o gioco d’azzardo?

Loot box e gacha games sono due forme di intrattenimento virtuale e di profitto ancora non regolamentate in ambito fiscale. Utilizzate soprattutto dai giovanissimi nei giochi online, determinano una serie di microtransazioni il cui premio, o risultato, è sconosciuto, e dunque possono rientrare nel gioco d’azzardo.
di Giovambattista Palumbo*
loot box
giustizia riparativa
Giustizia

La giustizia che ripara. Nascono anche in Italia le prime città riparative

La giustizia riparativa mira a ricostruire lo strappo che un reato genera all’interno della collettività, mettendo in comunicazione e collaborazione vittima e autore del reato. A tale scopo sono nate anche in Italia delle città-laboratorio, come nel caso di Tempio Pausania, in Sardegna.
di Giuseppe Pulina
giustizia riparativa
ismea
Agricoltura

Proteggere i redditi agricoli da crisi ed eventi climatici: intervista a Camillo Zaccarini Bonelli, ISMEA

Camillo Zaccarini Bonelli, agronomo esperto di fondi comunitari in agricoltura e politica agricola comunitaria, descrive le soluzioni emerse recentemente per la gestione dei rischi in agricoltura, settore sempre più minacciato da eventi climatici estremi e crisi internazionali.
di Andrea Strata
ismea
gioco
Gioco

Giochi: rischio illegalità all’attenzione delle Regioni

Nei dati forniti dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, nel periodo 2020-2021 sono state scoperte 250 sale illegali in pochi mesi, chiuse 100 bische e sequestrate 2 mila slot. Serve indagare le cause di un fenomeno in crescita, nonché sottrarre spazi alle attività illegali.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
gioco
pnrr
Economia

Pnrr, raggiunti tutti gli obiettivi del primo semestre 2022

Pnrr, il nostro Paese ha raggiunto tutti i target del primo semestre 2022 stabiliti dalla Commissione Europea: 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Il Mef ha poi inviato la richiesta di pagamento della relativa tranche alla Commissione per un totale di 21 miliardi di euro.
di Claudia Bugno*
pnrr
algoritmo antievasione
Fisco

Un algoritmo antievasione aiuterà l’azione di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza

Si chiama VeRa l’algoritmo antievasione in grado di incrociare e confrontare i dati dei contribuenti per evidenziarne le irregolarità. Sarà un valido contributo alla lotta all’evasione fiscale per Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, che avranno accesso ai database nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.
di Giovambattista Palumbo*
algoritmo antievasione
AFCTA
Economia

AfCTA un anno dopo: il continente africano guarda al modello Ue per il libero mercato

L’AfCTA è un accordo commerciale firmato e ratificato dalla maggior parte dei paesi africani che prevede tra gli Stati firmatari l’abbattimento dei dazi doganali e la semplificazione degli aspetti burocratico-amministrativi al fine di implementare la libera circolazione delle merci nel continente.
di ODDI EMANUELE
AFCTA
REPowerEU
Economia

REPowerEU, la transizione energetica nel nuovo scenario emergenziale

Il Piano REPowerEU è stato messo a punto dalla Commissione Europea per garantire la sicurezza energetica in Ue, accelerando al contempo la transizione verde delle fonti di energia. Il cambio di marcia è legato alla nuova emergenza energetica causata dal conflitto in Ucraina.
di Claudia Bugno*
REPowerEU
corporate warfare
Economia

Corporate Warfare: un fenomeno sottotraccia con riflessi importanti sulla collettività

La Corporate Warfare, ovvero la guerra aziendale compiuta con ogni mezzo e con le più moderne tecnologie, minaccia le sorti di imprese e settori economici, pubblici e privati, con riflessi sull’intera collettività.
di Alfonso M. Balotta
corporate warfare