L’Europa s’infrange contro i muri

I Tg di mercoledì 13 aprile – In una giornata piena di notizie, Tg1, Tg3 e Tg4 dedicano le aperture al tema dei rifugiati. Che siano le parole del Presidente Mattarella, le ruspe attive sul valico del Brennero, le paure per le prospettive di grandi flussi nella rotta libica, l’attenzione ai nuovi scontri di questa mattina ad Idomeni o la prossima visita di Papa Francesco all’isola di Lesbo, il dramma dei migranti occupa su tutte le testate titoli e servizi. Tg1 e Tg3 viaggiano con i rifugiati sui treni diretti al Brennero, mentre Tg4 indaga sull’origine degli ingenti flussi migratori africani. Al di là dei tanti fronti caldi singolarmente presi, la riflessione condivisa è che, nonostante le proteste arrivate da Bruxelles contro la scelta unilaterale dell’Austria, a rischio non ci sia più la sola libera circolazione ma la stessa essenza dell’Unione Europea che, come denuncia Mentana, “si sta liquefacendo” infrangendosi sui nuovi muri.

Titoli per tutti e aperture su Tg2 e Tg La7 per l’appuntamento con i social del presidente Renzi, dopo il passaggio della legge costituzionale. Tg3 registra i distinguo interni al Pd (la minoranza vuole cambiare l’Italicum, Renzi dice “no”), mentre le opposizioni si concentrano sul referendum antitrivelle di domenica. La dichiarazione del premier che vorrebbe la legge sulle unioni civili approvata entro aprile, sfugge ai Tg delle 20 ed anche a Tg2. Sempre per la politica, grande interesse sul futuro del Movimento e su di un eventuale, forzato, ritorno in campo di Beppe Grillo. Tg1 raccoglie intervento di Dario Fo dopo la visita alla camera ardente di Gianroberto Casaleggio.

Per la pagina economica il rimbalzo delle borse trainato dagli indici bancari grazie al fondo Atlante fa coppia nei titoli con la notizia del via libera al part-time pre-pensionistico” (titoli per tutti eccetto Studio Aperto). Grande attenzione da parte di Tg4, che dedica due buoni servizio su entrambi gli argomenti, mentre Tg2 ospita lungamente in studio il ministro Poletti, incalzato efficacemente su molti temi dolenti (esodati e pensioni di reversibilità).

La dichiarazione del generale-presidente egiziano Al Sisi che continua a negare ogni coinvolgimento dei suoi servizi con l’uccisione di Giulio Regeni, parlando oggi di azioni compiute da “malvagi”, vengono registrate nei titoli di tutte le testate (primo servizio per Tg4 per “l’ennesimo depistaggio ed insulto all’Italia”) così come i suoi attacchi all’informazione locale, colpevole di aver “scatenato la crisi tra Italia ed Egitto”.

Alle foto circolate ieri di una sorridente Doina Mattei su Mediaset (nei titoli) e Tg1 (servizio), rumena in semilibertà dopo 9 anni di carcere per l’omicidio di una giovane romana, e che avevano fatto indignare i parenti della vittima, seguono oggi la reazione del ministro della Giustizia Orlando e la decisione del giudice di revocare la semilibertà alla donna (titoli per i Tg Mediaset e servizi per quelli Rai).

Segnaliamo in chiusura l’apertura del Tg5 che, accantonando politica ed esteri, dedica la copertina e prima parte dell’edizione a diversi casi di malagiustizia (vicende Gulotta e Doina) e malasanità (ospedale Cardarelli di Napoli).

Luca Baldazzi

Ultime notizie
Economia

Sindacato e cambiamenti globali: quale preparazione hanno i sindacalisti?

I sindacalisti di oggi hanno la preparazione e le competenze adeguate per rappresentare al meglio le esigenze dei lavoratori in questa fase...
di Marco Ricceri*
Internazionale

The task of politics is to be “regulating rooms” between the interests of finance and the society

The belief that the so-called European welfare state was an obstacle to the development of the modern market and that it was...
di Gian Maria Fara*
STATO
Metafore per l'Italia

La politica sia “stanza di regolazione” tra interessi di mercato e corpo sociale

Le esperienze recenti dimostrano che senza il suo sistema di welfare l’Europa non avrebbe retto all’urto delle crisi. Lo Stato e le Istituzioni hanno il compito di regolare ed equilibrare gli interessi del mercato e le esigenze del corpo sociale, non limitarsi all’esercizio di un ruolo esterno di vigili del mercato. Riaffermare tale posizione significa ripartire dalla crisi esistenziale generata dall’incertezza e riequilibrare i divari economici e di genere.
di Gian Maria Fara*
STATO
medicina
Recensioni

Da Ippocrate a Bill Gates, come la tecnologia ha cambiato la medicina

Il futuro della medicina è adesso. Fa il punto sullo stato dell’arte della tecnologia il nuovo libro del giornalista Claudio Barnini: Da Ippocrate a Bill Gates. Come la tecnologia ha cambiato la medicina. 
di redazione
medicina
Ue
Economia

La nuova proposta Ue di direttiva sul bilancio di sostenibilità “Corporate Sustainability Reporting Directive”

All’interno dell’Unione europea il dibattito sulle tematiche della trasparenza è senza dubbio ormai maturo ed esistono già regolamentazioni sulla rendicontazione non finanziaria che le aziende sono tenute ad applicare per essere in regola con gli obiettivi generali di sostenibilità
di Fabrizio Zucca*
Ue
Internazionale

Corruzione e nuove forme di infiltrazione nella Pa e nell’economia

A margine del 30° Forum Economico dell’Europa Centrale e dell’Est (Karpacz, Polonia - 7 al 9 settembre), nel panel dedicato alle prospettive...
di redazione
Gioia Tauro porto
Crescita

Porto di Gioia Tauro, una eccellenza italiana da promuovere

Il porto di Gioia Tauro è una eccellenza che si scontra con un territorio povero di infrastrutture e iniziative che dovrebbero invece contribuire alla creazione di una catena del valore nel territorio, generando ricadute positive sia a livello locale che nazionale.
di Antonio Testi*
Gioia Tauro porto
filosofia
Scuola

Tutti pazzi per la filosofia? La scuola si interroga sull’insegnamento negli istituti tecnici

Da Letizia Moratti all'attuale Bianchi, molti ministri dell'Istruzione si sono interrogati sul ruolo della filosofia e sul suo insegnamento nelle scuole, in particolare degli istituti tecnici. Del resto, nella riforma Gentile del 1929 essa già figurava come spartiacque e fondamento del sapere.
di Giuseppe Pulina
filosofia
Briefing

In Tunisia si gioca una partita ben più ampia

L’importanza della Tunisia La Tunisia in apparenza potrebbe sembrare un paese poco rilevante, ma è quello dove, nell’arco di un decennio, è iniziata,...
di Marco Carnelos*
legalità
Il punto a Mezzogiorno

Non può esistere legalità senza condivisione. Intervista al giudice Antonio Salvati

La legalità non può essere la risposta al timore della sanzione, bensì la condivisione di un precetto secondo Antonio Salvati, giudice del lavoro presso il Tribunale di Reggio Calabria e autore del romanzo Pentcho pubblicato da Castelvecchi editore.
di Maurizio Lovecchio
legalità