L'opinione

Ciao

41

I Tg di martedì 12 aprile – L’improvvisa morte questa mattina di Gianroberto Casaleggio, il “guru”cofondatore di M5S, suo ideologo e guida politica, si impone su tutte le testate rubando molte aperture al voto finale della riforma costituzionale che segna la fine del bicameralismo. Edizioni bloccate con Tg3 che dedica alla figura del leader del Movimento 3 titoli e metà Tg. Tra i servizi che cercano di indagare un personaggio sempre “nell’ombra” (Tg La7) le cui idee sulla democrazia del web hanno contribuito allo stravolgimento del panorama politico come della comunicazione, segnaliamo le interviste del Tg3 (che sente un commosso Dario Fo), Tg1 (Ilvo Diamanti), Tg4 (l’esule Paolo Becchi) e di Tg La7 (che raccoglie il ricordo di Antonio Di Pietro, che in un primo tempo aveva affidato la propria strategia di comunicazione politica proprio a Casaleggio). Molte le coperture, accomunate tutte dalla medesima riflessione: cosa si prospetta per il futuro del movimento?

L’ultimo passaggio in una Camera disertata dalle opposizioni della legge di Riforma Costituzionale conserva le aperture di Tg4, Tg1 e Tg2. Ampio spazio alla ministra Boschi che, facendo le veci del premier, presenta al Tg1 il prodotto di un lunghissimo lavoro parlamentare che si dovrà concludere con il referendum di ottobre.
Sempre Tg1, insieme a Tg2 e Tg4, entra nel merito spiegando punto per punto le modifiche alla Costituzione.

Alto su tutti il viaggio del premier Renzi a Teheran. Buona copertura di Tg1 e Tg4, con doppio servizio sui rapporti tra i nostri paesi prima e dopo la rivoluzione islamica. Sempre Tg4 sottolinea come il tema della pena di morte, che vede l’Iran ai primo posti nel mondo per esecuzioni, è stato quantomeno citato durante l’incontro dal presidente del Consiglio. Nessun titolo, ma spazio nei servizi alla visita di Gentiloni a Tripoli, con Tg4 e Tg La7 che riportano le dichiarazioni di supporto alla riconciliazione nazionale. Gentiloni parla anche di misure nei confronti dell’Egitto per il caso Regeni, e Tg1 presenta un’esclusiva intervista alla sorella di uno dei presunti criminali che il governo egiziano ha presentato come responsabili del delitto del nostro connazionale, in una delle troppe inverosimili versioni.

L’Austria che comincia i lavori al Brennero è nei titoli per tutti, accompagnata dalle preteste di Bruxelles e, da ultimo, della lettera alla Commissione dei nostri ministri degli Esteri e degli Interni. Il giudizio più severo arriva da Mentana, che considera il muro dell’Austria: “uno schiaffo contro Italia, non accettabile da punto di vista storico, e che proviene da chi non se lo può permettere”.

I dati del Fondo Monetario Internazionale che prevedono un taglio alle stime di crescita di tutta l’eurozona compaiono nei servizi dei tg3, Tg4 ed i Tg delle 20 con Tg1 che presenta un servizio sui rischi del Brexit.

Segnaliamo in conclusione il consueto approfondimento del Tg2 sui 100 minori vittime della mafia nell’ultimo secolo, e quello del Tg4 che, partendo da un quadro del Caravaggio ritrovato a Parigi, ci racconta in un servizio tutti i “casi simili” nell’ultimo ventennio.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione