Ong – Sospetti, accuse, ipotesi e condanne

I Tg di giovedì 27 aprile – Ampio spazio, stasera, a notizie di ambito giudiziario. L’inserimento nel registro degli indagati per la tragedia del Rigopiano del Presidente della Provincia di Pescara e del sindaco di Farindola, accusati con altre 4 persone di omicidio colposo, riaccendere l’interesse di tutte le testate, guadagnando primo titolo per Studio Aperto, Tg3, Tg1 e Tg5. Tornano le testimonianze dei sopravvissuti ed i dubbi sulla gestione delle giornate precedenti l’emergenza. A tenere maggiormente banco nei servizi sono, tuttavia, sospetti e condanne.

Dagli atti delle procure si passa ai  “sospetti” della procura di Catania, presenti fin dalle aperture su Tg4, Tg La7 e Tg2. Sono quelli del procuratore capo Zuccaro, che durante un’intervista sul programma di Rai 3 Agorà ha ribadito le possibili collusioni fra alcune ong operanti nel canale di Sicilia e trafficanti di uomini, che  varrebbero addirittura finanziate dai mercanti di schiavi per ampliare i propri traffici e creare maggiore inquietudine sociale. Accuse poco attenuate dall’uso del condizionale e dalle parziali “ritrattazioni” di serata, e che portano il ministro Minniti a ribadire alla Camera  che sarebbe meglio “non fare generalizzazioni”; Le testate Mediaset rincarano la dose sui proventi del traffico di esseri umani, mentre sui Tg Rai ottengono più spazio le repliche delle ong, con Tg2 che intervista Ungaro di Save the Children. A fine servizio è però Mentana a passare sul banco del Pubblicio Ministero, ribadendo che un Procuratore della Repubblica dovrebbe o fare dei nomi o non parlare affatto, evitando di  generare un clima di vago sospetto che inficia le attività di tutte queste associazioni virtuose.

Le condanne richieste dai PM nell’ambito del processo di mafia capitale assommano a 500 anni, spalmati su 41 imputati, di cui 28 e 23 rispettivamente per Buzzi e Carminati. Nei titoli per tutte le edizioni delle 20.

Alta nelle impaginazioni (titoli per Studio Aperto, Tg3 e le testate delle 20) l’attenzione alla sorte di Alitalia, con Lufhtansa che nega qualsiasi interesse.

Per la politica a tenere banco sono le tensioni interne nel Pd, a 3 giorni dal voto sulle primarie, con Tg5 che intervista il Orlando.

Per gli esteri, Tg3 e TgLa7 registrano le dichiarazioni di Gentiloni sul trattamento degli italiani nel Regno Unito nel post Brexit, mentre in Parlamento europeo la Merkel avverte la premier May ribadendo che un Regno Unito fuori dall’Unione necessariamente non godrà di trattamenti di favore. Oggi se ne parla poco (qualche cosa in Rai), ma da domani per 48 ore sarà centrale il viaggio del Papa in Egitto.

Mentana riflette su Tar del Lazio, che è considerato una piccola Consulta per come blocca molti procedimenti, da ultimo l’ordinanza che impedisce la presenza al Colosseo dei cosiddetti centurioni.

Luca Baldazzi

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili