L'opinione

Ong – Sospetti, accuse, ipotesi e condanne

99

I Tg di giovedì 27 aprile – Ampio spazio, stasera, a notizie di ambito giudiziario. L’inserimento nel registro degli indagati per la tragedia del Rigopiano del Presidente della Provincia di Pescara e del sindaco di Farindola, accusati con altre 4 persone di omicidio colposo, riaccendere l’interesse di tutte le testate, guadagnando primo titolo per Studio Aperto, Tg3, Tg1 e Tg5. Tornano le testimonianze dei sopravvissuti ed i dubbi sulla gestione delle giornate precedenti l’emergenza. A tenere maggiormente banco nei servizi sono, tuttavia, sospetti e condanne.

Dagli atti delle procure si passa ai  “sospetti” della procura di Catania, presenti fin dalle aperture su Tg4, Tg La7 e Tg2. Sono quelli del procuratore capo Zuccaro, che durante un’intervista sul programma di Rai 3 Agorà ha ribadito le possibili collusioni fra alcune ong operanti nel canale di Sicilia e trafficanti di uomini, che  varrebbero addirittura finanziate dai mercanti di schiavi per ampliare i propri traffici e creare maggiore inquietudine sociale. Accuse poco attenuate dall’uso del condizionale e dalle parziali “ritrattazioni” di serata, e che portano il ministro Minniti a ribadire alla Camera  che sarebbe meglio “non fare generalizzazioni”; Le testate Mediaset rincarano la dose sui proventi del traffico di esseri umani, mentre sui Tg Rai ottengono più spazio le repliche delle ong, con Tg2 che intervista Ungaro di Save the Children. A fine servizio è però Mentana a passare sul banco del Pubblicio Ministero, ribadendo che un Procuratore della Repubblica dovrebbe o fare dei nomi o non parlare affatto, evitando di  generare un clima di vago sospetto che inficia le attività di tutte queste associazioni virtuose.

Le condanne richieste dai PM nell’ambito del processo di mafia capitale assommano a 500 anni, spalmati su 41 imputati, di cui 28 e 23 rispettivamente per Buzzi e Carminati. Nei titoli per tutte le edizioni delle 20.

Alta nelle impaginazioni (titoli per Studio Aperto, Tg3 e le testate delle 20) l’attenzione alla sorte di Alitalia, con Lufhtansa che nega qualsiasi interesse.

Per la politica a tenere banco sono le tensioni interne nel Pd, a 3 giorni dal voto sulle primarie, con Tg5 che intervista il Orlando.

Per gli esteri, Tg3 e TgLa7 registrano le dichiarazioni di Gentiloni sul trattamento degli italiani nel Regno Unito nel post Brexit, mentre in Parlamento europeo la Merkel avverte la premier May ribadendo che un Regno Unito fuori dall’Unione necessariamente non godrà di trattamenti di favore. Oggi se ne parla poco (qualche cosa in Rai), ma da domani per 48 ore sarà centrale il viaggio del Papa in Egitto.

Mentana riflette su Tar del Lazio, che è considerato una piccola Consulta per come blocca molti procedimenti, da ultimo l’ordinanza che impedisce la presenza al Colosseo dei cosiddetti centurioni.

Luca Baldazzi

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Malaffare e politica, Franco Roberti: “Legame con la mafia ancora profondo”

Dal grande progetto di “videosorvegliare” Napoli e le sue periferie, al macrotema dell’immigrazione, a quello sulla legittima difesa; e poi il terrorismo e i pericoli per l’Italia. Intervista a 360 grandi a Franco Roberti
di Valentina Renzopaoli
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Immigrazione

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo