Osservatorio TG

Teresa May tenta il raddoppio

123

I Tg di martedì 18 aprile – La “mossa a sorpresa” della Premier britannica May, che annuncia per giugno elezioni anticipate, svetta sulle aperture di Tg3, Tg1 e Tg La7, secondo titolo per Tg5 e Tg2. Il “colpo di scena” (Tg5) nella politica inglese, col tentativo dei conservatori di accrescere la propria base parlamentare per procedere più speditamente con la Brexit, viene letto da Mentana come un ulteriore allontanamento del Regno Unito dall’Europa. Buono un servizio del Tg3 che ci parla della rinnovata apprensione degli italiani residenti nello UK.

L’attenzione agli esteri si mantiene alta con il countdown al voto francese che oggi è scosso dall’arresto di due jihadisti pronti ad agire (apertura per Tg2, titoli per Rai e Mediaset). Le proteste in Turchia a seguito della vittoria di misura e con troppe zone grigie di Erdogan, compaiono più basse nei Tg Rai, con Tg1 che propone alcune analisi sulle reazioni internazionali al nuovo corso iper presidenzialistico. Tg5 riporta le dichiarazioni dei partiti d’opposizione, certi della vittoria del no. Tutte le testate riprendono a fine servizio la situazione del giornalista Gabriele Del Grande, bloccato da nove giorni nel paese e che avrebbe cominciato uno sciopero della fame. La tensione tra Usa e Nord Corea scivola dai titoli, ma si mantiene nei servizi dei Tg Rai e Tg5.

Spazio ridotto stasera alla politica, con un titolo per il solo Tg La7 sulle barricate del Pd contro l’aumento dell’Iva. L’attenzione si mantiene nei servizi Rai sulle primarie del Pd, come anche verso le mosse di M5S, che presentato il suo programma sulla politica estera online.

Per l’economia i Tg delle 20 e Tg3 riprendono le previsioni dell’FMI sulla bassa crescita del nostro Pil per il 2017, sottolineando come l’Italia non si mostra in grado di valorizzare le sue potenzialità di ripresa.

Il nuovo crollo di un cavalcavia nel cuneese monopolizza la cronaca, guadagnando le aperture dei Mediaset (copertina per Tg5) e l’attenzione di tutti. Titolo anche per Tg La7, che si interroga sulle responsabilità dell’Anas per questo crollo, il terzo in 6 mesi. Sempre sui Tg Mediaset tanto spazio (apertura per Tg5) all’ondata di maltempo che imperversa sul Paese dopo alcuni giorni di apparente estate, e che ha fatto alcune vittime nel porto di Rimini.

Lontani dai titoli, salvo per Tg4, ma comunque presenti nei servizi di Rai e Tg5, i nuovi massicci arrivi di profughi nei porti della Sicilia e della Sardegna, 8.500 solo negli ultimi giorni.

Le contestazioni bipartisan al servizio di Report che ha mosso dubbi sulla sicurezza del vaccino contro il virus Papilloma, godono di ampio spazio sui Tg Rai che Tg5, mentre Mentana commenta a braccio da studio.

Presente a fine edizione per i Tg Rai ma anche per Tg5 (titoli) e La7 l’addio a Gianni Boncompagni, celebrato proprio nella storica sede di Radio Rai, durante una cerimonia laica tra amici e collaboratori.

Luca Baldazzi

Ultime notizie
Rapporto Italia

RItalia 2020. Inizia il viaggio verso il 32° Rapporto Italia

Rapporto Italia è, da oltre trent’anni, una delle più efficaci narrative del Paese.È un ragionamento complesso, che ogni anno assume la forma...
di Alberto Mattiacci
Economia

Minibot, l’Italia gioca a poker. Ecco la verità nascosta

Dei minibot smetteremo presto di sentir parlare, accantonati in quel simpatico ripostiglio di “perle” assolute della politica contemporanea. Ma perché mai gli estensori di questa proposta si sono lanciati in una mossa (apparentemente) suicida e autolesionista? La riflessione di Alberto Mattiacci.
di Alberto Mattiacci
Cultura

La cultura dell’innovazione, unico antidoto contro la crisi del sistema

L’innovazione è un termine complesso, che presenta mille sfaccettature. Roberto Panzarani, docente di Innovation Management, nel suo ultimo saggio sottolinea che l'innovazione non è mai stata così al centro dell’attenzione: «Dalla tecnologia al marketing, alla definizione dei piani di business, nulla si potrebbe ottenere in assenza di questo motore».
di Massimiliano Cannata
Economia

Lotta al contante, 60 mld di cash nelle cassette di sicurezza in Italia. La proposta per far emergere il sommerso

Se in Italia aumentassero i pagamenti digitali e diminuissero le transazioni regolate in contanti si ridurrebbe l’incidenza dell’economia sommersa e dell’Iva evasa rispetto al Pil, fino a toccare valori, rispettivamente, compresi tra l’11,8% e l’8,8% e l’1,6% e lo 0,4%. Le proposte dell'Osservatorio sulle Politiche Fiscali dell'Eurispes per far emergere il sommerso.
di Giovambattista Palumbo
Immigrazione

La fabbrica della paura. Amnesty International: “Paese in preda a paure e rancori”

La politica italiana sull'immigrazione, la “salute” dei diritti umani nel nostro Paese, il fenomeno del caporalato e il “nuovo razzismo”; ma anche la questione della legittima difesa e lo stato dell'arte sul “caso Regeni”. Intervista con Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.
di Marco Omizzolo
Gioco

Gioco legale e dipendenze: la Regione Puglia “ci ripensa”

Gioco legale e dipendenze: l'esempio virtuoso della Puglia. La Regione “ci ripensa”. Lo scorso 5 giugno, sono state approvate le modifiche al testo della legge n.43/2013. La “distanza minima” degli esercizi di gioco dai luoghi sensibili, è passata da 500 a 250 metri.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
Cultura

Il box office italiano, orfano di Zalone, langue. Salvo grazie ad Avengers e Freddy Mercury

Cinema: stagione verso la chiusura. Mercato povero alla costante ricerca del film campione d'incassi: i successi sono stati tutti Made in Usa, box office salvo grazie a Avengers e Freddy Mercury. Il bilancio
di Raffaella Saso
International

Perché il sindacato in Russia è un simulacro? Un appello ai sindacati italiani

Nel 1989 nasce a Mosca un sindacato autonomo dal Partito comunista, l'Unione dei sindacati di Russia Sozprof, che è stato popolarissimo prima in Urss e poi nella Russia post-sovietica. Il fondatore Serghej Kramov, spiega alcune peculiarità del sindacato nella società russa contemporanea, e lancia un appello ai sindacati italiani.
di Serghej Kramov
Il punto

Cambiamenti climatici: “Stay conscious, stay worried”

Siamo a metà giugno e le temperature si sono finalmente decise a comportarsi come si conviene alla tarda primavera. Certo, in pochi...
di Alberto Mattiacci
Criminalità e contrasto

Sicurezza e legalità, Del Sette: “Quanto fatto non è sufficiente. Servono leggi, poche ma ben fatte.”

Legalità e sicurezza: due concetti diversi ma necessariamente connessi; due obiettivi il cui perseguimento è una priorità in ogni società civile. Ma quali sono gli ostacoli per il loro conseguimento? La riflessione del Generale Tullio Del Sette, Presidente dell'Osservatorio sulla Sicurezza dell'Eurispes.
di Tullio Del Sette