L'opinione

Comunali – Esistere, resistere, desistere

87

I Tg di lunedì 12 giugno – I risultati delle comunali 2017 raccolgono le aperture di serata: tre titoli per Tg1 e Tg3, due titoli e copertina per Tg5, e 4 per Tg La7. Il voto porta a risultati evidenti, che l’editorialista Cesara del Foglio riassume sul Tg5 parlando di una destra che “esiste”, una sinistra che “resiste” ed un M5S che “desiste” (Tg4 parla nei titoli di “flop”); se i Mediaset minori “gongolano” del successo della squadra di Casa (“la riscossa del centrodestra”) rilanciando nei titoli l’intervento di Berlusconi (e Toti e Salvini nei servizi), Tg3 segnala in un servizio come la pacificazione tra FI e Lega è ancora lontana e dovrà passare per la legge elettorale. Interessante l’analisi dell’editorialista Folli di Repubblica, per il quale nonostante la sconfitta di M5S siamo lontani da un ritorno al bipolarismo. Tg La7 parla di un Pd che “recita” la parte del vincitore ma che va al ballottaggio da perdente in molti comuni, e che perde il sostegno di Orlando. La ribattuta di Grillo che parla di una “crescita lenta ma costante” del Movimento viene ripresa all’interno dei servizi di tutti, ma solo Tg La7 vi dedica un titolo, palesando che, comunque la si voglia vedere, si è trattato di un risultato deludente. Tra i tanti vincitori e vinti, segnaliamo poi l’attenzione diffusa alla sconfitta della sindaca Nicolini di Lampedusa. Se menzione ne fanno tutte le testate, con servizio specifico in chiave critica su Tg4, è Tg2 che dedica un titolo ed un lungo servizio alla sconfitta di una donna che, in questi anni di crisi migratoria, ha mostrato il volto migliore dell’Italia se non della stessa Unione.

Spazio ridotto, salvo su Tg1 e Tg La7, alle altre notizie di politica, con l’intervento in mattinata di Gentiloni a Berlino (titolo Tg1) nell’ambito della conferenza del G20 sull’Africa. Spazio ridotto sui Tg Rai anche all’intervento del Presidente Mattarella al Coni, prima visita di questo genere da parte di un Capo dello Stato. I risultati del G7 sull’ambiente di Bologna restano lontani dai titoli, con Tg1 che parla di “accordi con postilla” mentre Tg5 rimarca le ritrosie americane, che comunque non rovesciano il tavolo.

Le proteste contro la corruzione in Russia che hanno portato ad oltre 700 arresti tra cui nuovamente il leader dell’opposizione Navalny (fermato apparentemente mentre usciva di casa) sono nei titoli per 5 Tg e su tutti da metà edizione. Al clamoroso successo elettorale di En Marche alle legislative francesi, con Macron, che ottiene oltre 400 deputati all’assemblea nazionale vanno servizi per i Tg delle 20, con LA7 che fin dai titoli parla di Valanga”, mentre Tg5 vi pone a contrasto l’immagine della premier inglese May che faticherebbe a costituire un governo.

Le previsioni del FMI che vedono fortemente in positivo la crescita del nostro Paese (da 0,8 a 1,3% per il 2017) figurano da metà edizione sui Tg Rai e quelli delle 20.

Il nuovo clamoroso caso di mala sanità al San Paolo di Napoli dove una paziente è stata trovata abbandonata su di un letto infestato da formiche figura nei servizi per tutti (titolo per i Mediaset Minori). Attenzione maggiore va però su tutte le testate al processo a Fabrizio Corona, condannato dal tribunale di Milano ad 1 anno per sottrazione fraudolenta, presente sin dai titoli sui Mediaset e Tg1. Di un’altra condanna, quella dello storico conduttore di Tg4 Emilio Fede a tre anni per concorso in bancarotta fraudolenta, fanno menzione solamente le testate Rai.

Segnaliamo in chiusura come nella Giornata Mondiale dedicata al contrasto del lavoro minorile solamente Tg3 dedica una scheda al fenomeno, sia nel mondo che in Italia.

Altre opinioni dell'Autore
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli