Grenfell Tower – Lutto inglese, italiano ed europeo

I Tg di mercoledì 14 giugno – Le agghiaccianti riprese del rogo notturno della Grenfell Tower, grattacelo popolare di 24 piani nel quartiere londinese di North Kensington, scalano le aperture di tutte le testate, assorbendo sui Tg Mediaset minori quasi 1/3 dell’edizione. Tg2 riporta l’aggravarsi del bilancio a 12 vittime ed almeno 69 feriti, 18 in condizioni critiche. Alle testimonianze angoscianti degli scampati del rogo s’accompagnano le denunce per le scarse misure di sicurezza e l’apprensione per le famiglie italiane che risiedevano nella struttura (titoli per Tg1 e Tg La7), con Tg4 che per primo fornisce i nomi della giovane coppia di nostri connazionali dispersi: i fidanzati venete ventisettenni Gloria Trevisani e Marco Bottardi.

L’attenzione agli esteri resta alta per l’agguato al deputato Steve Scalise, “n°3” del partito Repubblicano, raggiunto assieme ad altre 4 persone da una salva di corpi mentre si trovava in un campo da baseball vicino Washington: apertura per Studio Aperto, secondo titolo per I Tg Rai, Tg4 e Tg5, terzo per Tg la7). Alla cronaca degli eventi, con la diffusione dell’identità dell’aggressore, un 66ene sostenitore del democratico Sanders rimasto ferito durante l’arresto, e la cui morte è stata comunicata dai tweets dello stesso Presidente Trump, seguono le rassicurazioni sulla salute di Scalise. In alcuni servizi si torna a parlare di controllo delle armi, con Tg3, Tg La7 e Tg2 che fanno menzione delle 4 vittime odierne di un’altra sparatoria “ordinaria” avvenuta a San Francisco.

Relegata in molti casi a metà edizione la politica, ed è un peccato perché l’annuncio dello smarcamento di M5S dalla legge sullo Ius Soli è materia politica rilevante (e inquietante). I Tg delle 20 riportano il consueto scontro con il PD, con Tg3 che riprende Renzi, secondo cui i Cinque Stelle stanno facendo una “svolta a destra” per esorcizzare i risultati delle amministrative. Ci avrebbe fatto piacere che qualcuno avesse ricordato che la legge sullo Ius Soli è ferma alle Camere dall’ottobre 2015, e che sarebbe ora di vararla.

Un altro smarcamento, quello di Prodi che declina la possibilità di guidare il centrosinistra, evocata da Pisapia, figura nei servizi per molti. Nel frattempo, quasi alla chetichella, il passaggio della riforma del processo penale è presente solo sui titoli di Tg3 e Tg1.

Tornando al tema di stranieri, accoglienza e migranti, buono il servizio del Tg3 sugli attuali modelli di distribuzione che vedono la Lombardia regione campione d’accoglienza, così come anche il servizio tra i ragazzi di un centro d’accoglienza di Lampedusa. Anche Tg La7 interviene con un titolo sul tema immigrazione, sfatando il mito che i migranti “ci rubino” i posti di lavoro: gli stranieri lavorano un po’ più degli italiani, ma ciò accade perché accettano lavori “che gli italiani non vogliono più fare”.

Lo scandalo malasanità del San Raffaele vede stasera l’autorità anticorruzione Cantone “sfogarsi” su Tg1, mentre le testate Mediaset raccolgono ulteriori testimonianze indignate dall’ospedale Le Molinette di Torino dove le formiche hanno ceduto il passo alle blatte.

Fa caldo, ed i Tg Mediaset ci mettono in guardia fin dai titoli dai colpi di calore e dai rischi della siccità che ha giù causato gravi danni all’agricoltura.

Ultime notizie
caselli
Recensioni

La storia d’Italia in dieci date nel libro-memoir di Gian Carlo Caselli

Gian Carlo Caselli, uno dei Pm più in vista della storia recente d’Italia, racconta il nostro Paese nel libro-memoire “Giorni memorabili che hanno cambiato l'Italia” attraverso le inchieste che lo hanno visto coinvolto da protagonista, dieci date per dieci snodi giudiziari che hanno segnato gli eventi degli ultimi decenni.
di cecilia sgherza
caselli
zes unica
Mezzogiorno

Zes Unica del Mediterraneo, una sfida per sviluppo e sicurezza dell’area

La Zes Unica del Mediterraneo è stata al centro del dibattito organizzato dall’Istituto Eurispes, che ne ha analizzato i fattori socio-economici, logistici e geopolitici. La Zes Unica diviene strategica in un contesto geopolitico di grandi cambiamenti e incertezze, come strumento utile a garantire sicurezza e sviluppo.
di redazione
zes unica
scuola italiana
Intervista

La Scuola sia baluardo di conoscenza, tolleranza e spirito critico: intervista a Paolo Pagliaro

L’istruzione in Italia è una roccaforte di valori come la conoscenza, il senso critico, la tolleranza, eppure rischia un declino simile a quello della Sanità pubblica. Sfide e opportunità per il futuro della Scuola italiana, nell’intervista a Paolo Pagliaro, Direttore agenzia giornalistica 9Colonne e autore televisivo.
di redazione
scuola italiana
isole
Osservatori

Nascita geologica e nascita giuridica delle isole: intervista a Niki Aloupi

La nascita geologica di un’isola non corrisponde necessariamente alla sua nascita giuridica: lo chiarisce ampiamente Niki Aloupi, docente di Diritto internazionale pubblico all’Università di Parigi- Panthéon-Assas, esperta di Diritto del mare, che offre una panoramica sulla situazione giuridica internazionale delle isole.
di redazione
isole
social
Società

È guerra totale contro la “trappola dei Social”

Le autorità statunitensi hanno cominciato a porsi domande sulla tutela dei minori rispetto all’utilizzo dei Social network. Un uso che, secondo una serie di studi condotti, è relazionato al peggioramento della salute mentale di adolescenti e ragazzi.
di cecilia sgherza
social
apprendimento
Istruzione

La vera inclusione scolastica è garantire buoni livelli di apprendimento per tutti

La Scuola italiana ha bisogno di una riflessione pedagogica e strutturale, e di formulare un’offerta formativa equa basata sull’apprendimento di livello per tutti. Intervista a Roberto Ricci, presidente Invalsi, che commenta i dati emersi dal Secondo Rapporto dell’Eurispes su Scuola e Università.
di Roberto Ricci*
apprendimento
educazione
Istruzione

Perché l’educazione è la causa delle cause. Per una pedagogia della Nazione

Il tema dell’educazione non è uno tra i tanti. Nella società della conoscenza rappresenta il settore decisivo del progresso e dell’innovazione. Eppure, assistiamo a una metamorfosi antropologica e ad una ibridazione tra virtuale e reale che necessitano di una base culturale fondata su un sistema educativo solido.
di Mario Caligiuri*
educazione
isole
Intervista

La condizione sociale e culturale nelle isole, intervista al Prof. Orazio Licciardello

Le isole come luogo geografico, sociale, economico nell’intervista al prof. Orazio Licciardello, Ordinario di Psicologia Sociale presso l’Università di Catania. Il principio di insularità è preceduto da quello di isolanità, una condizione a sé, un dato di fatto che presuppone da sempre un altrove.
di redazione
isole
scuola
Istruzione

La Scuola è una priorità che va oltre la politica

La Scuola italiana è stata oggetto di riforme di ogni governo avvicendatosi negli ultimi anni, senza riuscire a dare una vera impronta rispetto alla Riforma Gentile. Ma il ruolo della Scuola e della ricerca nel futuro del Paese è cruciale, e deve andare oltre i trend politici del momento.
di Gian Maria Fara*
scuola
nomadi digitali
Lavoro

Nomadi digitali, evoluzione in grado di generare opportunità di crescita

I nomadi digitali non rappresentano solo un cambio nella concezione del lavoro, bensì una opportunità di sviluppo delle zone rurali. Se il lavoro da remoto riguarda già il 36% dei lavoratori autonomi in tutta Europa, l’Italia può diventare méta per smart workers nelle molte aree interne e rurali a rischio spopolamento.
di redazione
nomadi digitali