L'opinione

I corvi e le cornacchie del Vaticano

23

I Tg di lunedì 2 novembre – I clamorosi arresti – una volta tanto l’abusato aggettivo ci può stare – che svelano Il nuovo scandalo in Vaticano, già battezzato dai media “Vatileaks 2”, sono l’apertura stasera per i Tg Rai e Tg4. La fuga di notizie riguardo dossier riservati e le stesse conversazioni del Papa, di cui sarebbero “beneficiari” due giornalisti autori di due libri in uscita, è seguita con la massima attenzione da tutte le testate. Tg3 e Tg La7 offrono le migliori e più chiare ricostruzioni, tentando di illustrare la personalità dei due soggetti finiti sotto i rigori della Giustizia d’Oltretevere: un alto prelato dell’Opus Dei e una giovane Pr cui qualcuno ha dato accesso alle stanze più segrete del Vaticano. Scontati i riferimenti ai tradizionali corvi e rapaci vari: un po’ poco per una vicenda che paradossalmente mostra le sfumature tipiche del malcostume e della corruzione italiana, sullo sfondo di una lotta di potere tutt’altro che celeste.

Lo scontro tra la Conferenza delle Regioni ed il Governo sulla Legge di Stabilità trova ampio spazio sui Tg delle 20 con la replica piccata del Premier Renzi che ha convocato un incontro lampo con in Governatori per questo mercoledì, promettendo che “ci sarà da divertirsi”. Tra i Tg più schierati, quelli Mediaset accostano alle proteste di Chiamparino e Toti le dichiarazioni del presidente Inps Tito Boeri, criticato oggi da tutto il mondo politico per una proposta di tagli su pensioni e vitalizi; Tg4 ci confeziona attorno il solito servizietto indignato che non a caso mette alla berlina solo i politici di centrosinistra rei di percepire sostanziosi vitalizi. Mentana, riferite le posizioni delle Regioni, sposa comunque la linea di Renzi sui tagli agli sprechi degli enti locali e della sanità.

Alla ripresa del processo contro Bossi e c., che farebbero scorgere un coinvolgimento degli attuali vertici della Lega nell’utilizzo dei fondi elettorali ottenuti fraudolentemente, sono dedicati un titolo da Tg La7 e servizi per Tg1 e Tg3. Lo scontro è ora tra il “vecchio” (Bossi-Belsito) e il nuovo (Maroni-Salvini). La notizia evidentemente non incontra l’interesse di Mediaset, che puntualmente la ignora.

La rivolta degli imprenditori di Bagheria – feudo della cosca di Provenzano – contro il pizzo e la conseguente ondata di arresti, ottiene diversi titoli. Molto alto il servizio di Tg2. Presentando il servizio, Mentana segnala con amarezza che i racconti dei commercianti iniziano parlando di “lire” per poi proseguire con gli euro: una grande continuità la cui rottura acquista maggior valore.

Il maltempo e le devastazioni che hanno colpito la Sicilia e la Calabria sono presenti in tutte le scalette, ma in taglio basso. Sono i Tg Mediaset, come di consueto, ad offrirci le coperture più efficaci.

Il trionfo alle elezioni in Turchia del partito di Erdogan che, a dispetto delle previsioni, ha di nuovo ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi, è titolo per Tg3 e Tg La7. Le molte ipotesi sull’aereo precipitato in Sinai, con i sospetti crescenti che possa essersi trattato di un attentato, sono invece apertura per Studio Aperto e Titolo per Tg1, Tg3, Tg4 e Tg5. In controtendenza con le scorse giornate, che avevano visto le tematiche dell’immigrazione godere di una maggiore attenzione, stasera solamente Tg2 dedica uno spazio ai viaggi dei disperati facendo raccontare in prima persona ad un profugo ospite in un Cara il proprio viaggio infernale, utilizzando non le parole ma il disegno che ne rievoca i momenti più drammatici.

Il quarantesimo anniversario dall’omicidio di Pier Paolo Pasolini, ancora avvolto da un insopportabile mistero, è celebrato dalle testate Rai e Tg5 con numerose testimonianze; Tg3 dedica al poeta e regista l’omaggio forse più appropriato, parlando di un’icona ancora viva nella memoria della società, ma che va rivisitata attraverso il rapporto diretto con le sue opere, piuttosto che relegata ad aneddoti e alla nostalgia.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione