L'opinione

Il governo “ a patti” con i sindacati ?

80

I Tg di martedì 24 maggio – Lo scontro con “i toni che si alzano”, a 5 mesi dal referendum è in apertura per Tg 5 e TgLa7, secondo e terzo titolo sulle testate Rai. Sull’asse Renzi-Di Maio transitano le accuse di sudditanza alla Casaleggio Associati e alle lobby petrolifere e bancarie. Tg3 dà spazio all’appello della minoranza Pd che invita a spersonalizzare il dibattito sulle riforme e ad abbassare i toni, mentre le destre si appellano – nemesi storica! – con più di qualche ragione alla par condicio.

Le aperture di Renzi sulle pensioni e il positivo incontro tra Poletti e i sindacati sono in apertura per i Tg Rai. Questo passaggio importante che potrebbe rappresentare una svolta, dopo lunghissimi mesi di assenza di confronto, non è comunque adeguatamente spiegato nelle sue evidenti “relazioni” con l’esigenza di allargare l’area del consenso – o ridurre quella del dissenso – da parte del governo.

Il dopo elezioni in Austria, con la conferma da parte del governo di Vienna del rafforzamento dei controlli al Brennero, riapre la querelle con l’Italia e con Bruxelles (titolo per Tg1), mentre lo sgombero dei profughi a Idomeni – che procede senza particolari tensioni – ottiene spazio su tutte le testate. A proposito di Grecia, TgLa7 parla di una “attesa da partita di mondiali” per l’esito (notturno) del summit dell’eurogruppo sugli aiuti ad Atene e sul possibile taglio del debito che, però, non potrà avvenire prima delle prossime elezioni tedesche.

Alti su Tg3, Tg5 e TgLa7 i riflessi delle tensioni in Francia contro i provvedimenti del governo che riformano il mercato del lavoro. La penuria di carburanti per il blocco delle raffinerie e la prospettiva di uno sciopero a oltranza nei trasporti, segnalano un passaggio assai duro per la presidenza Hollande, al minimo storico nel gradimento dei cittadini francesi.

Sulle contraddittorie informazioni delle autorità egiziane sulla sciagura del volo Egyptair (“novità controverse” per TgLa7 e “raffica di versioni” per Tg2), apre Studio Aperto.

Il discorso del Presidente Mattarella alla commemorazione ad Asiago del 24 maggio 1915 viene ripreso Tg Rai e Tg5, mentre i dati Eurostat sulle falle della sanità europea ottengono una buona copertura su Tg4.

L’ulteriore caso di violenza su anziani e disabili in una casa riposo a Nuoro, è “alto” sulle testata Mediaset (titoli e collegamenti con analoghe vicende del recente passato).

Tg2 continua a prestare attenzione al traffico di profughi sulla rotta egiziana e alle forti difficoltà dell’accoglienza. Infine una “buona notizia” per i patiti del web: Tg1 annuncia che il limite dei 140 caratteri per i tweet è stato superato.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani