Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

La Sardegna, prima vittima delle alluvioni d’autunno

I Tg di giovedì 1 ottobre – Una volta tanto le aperture di Studio Aperto e Tg4 sulle strade di Olbia divenute ancora una volta torrenti in piena, a 2 anni dall’alluvione del 2013 che fece diverse vittime, ci appaiono le più appropriate rispetto agli Tg di serata che collocano la nuova emergenza in Sardegna a centro edizione. Il paradosso del ponte reso pericolante dalla precedente alluvione, immediatamente ricostruito e, oggi, abbattuto dalla Protezione Civile perché di ostacolo alla piena di queste ore, e meglio illustrato da Tg2, e si annovera tra gli esempi massimi di una gestione incauta del territorio e del dopo-calamità. 

Con il passaggio ad ampia maggioranza (172 voti favorevoli) dell’Art.1 della riforma costituzionale, il percorso al Senato sembra avviarsi su binari sicuri. I Tg di serata tentano di proporre ancora un’atmosfera triller per le prossime giornate, ma è facile prevedere che Renzi porterà in porto il “suo” progetto. L’approvazione dell’emendamento “canguro”, a firma del senatore PD Cociancich, fa gridare le opposizioni che accusano di autoritarismo tanto Grasso che il governo, come correttamente riportato da tutte le testate. Palazzo Madama appare comunque sempre di più un palcoscenico da comiche finali, comunque la si pensi nel merito del provvedimento. Non la pensa così l’apertura del Tg5 che rivendica il “corretto ostruzionismo”, condendo il servizio con un’intervista a Marco Boato, attuale “recordman” del più lungo intervento ostruzionistico della storia parlamentare italiana. Tg4 questa sera ci sorprende proponendo a suo modo un servizio di “inchiesta” che enumera i molti ex boyscout tra i politici del Pd, tra cui lo stesso Cociancich, lasciando immaginare l’esistenza una fantomatica “lobby del fazzolettone” . 

La querelle tra il Pontefice ed il Sindaco della città che ospiterà il Giubileo prosegue con l’odierna ribattuta di Marino. Tg4 e Tg5 scudisciano il sindaco per essersi permesso di suggerire a Papa Francesco come rispondere (o meno) alle domande dei giornalisti. Il Tg diretto da Clemente Mimun nom si ferma qui, e si augura che i cittadini romani vadano presto alle urne per “difendere la Capitale e la sua immagine, e quindi l’Italia”. Anche gli altri Tg seguono la polemica, mentre Mentana “si porta avanti”, e sceglie invece di dare la notizia dell’avviso di chiusura delle indagini riguardanti l’ex sindaco Alemanno. Nessun altro Tg ne parla, tantomeno quelli Mediaset.

I Dati Istat che certificano una piccola crescita del reddito reale delle famiglie e la riduzione del rapporto deficit-pil, li troviamo nei titoli su i Tg Rai e all’interno di TgLa7, mentre risultano non pervenuti per Mediaset. I numeri italiani dello scandalo Volkswagen – oltre 650.000 veicoli truccati che dovranno essere richiamati e modificati – figurano a metà edizione su tutte le testate.

Nei giorni scorsi avevamo lamentato come il dramma dell’emigrazione fosse seguito ormai solo da Mediaset in chiave polemica e securitaria. Oggi i Tg Rai in parte recuperano con due buoni servizi di Tg3 e Tg1 che analizzano e criticano i complicati processi di identificazione e registrazione dei migranti, e le inadeguate strategie per combattere i trafficanti.

Chiudiamo con un buon servizio del Tg5 che, prendendo spunto dagli ultimi casi di femminicidi e di femminicidi-suicidi, si occupa del destino delle oltre 1.500 vittime che amplificano i numeri di queste tragedie, ossia i minori rimasti senza genitori per i quali non esistono norme giuridiche specifiche né, tantomeno, sono previsti sussidi economici.

 

Dati auditel dei Tg di mercoledì 30 settembre 2015
TG1 ore 13:30 3.448.000, 21,42%; ore 20:00 5.725.000, 24,20%.
TG2 ore 13:00 2.622.000, 17,82%; ore 20:30 1.923.000, 7,53%.
TG3 ore 14:30 1.451.000, 9,80%; ore 19:00 1.689.000, 9,91%.
TG5 ore 13:00 3.016.000, 20,30%; ore 20:00 4.193.000, 17,57%.
Studio Aperto ore 12:25 1.698.000, 14,66%; ore 18:30 769.000, 5,83% (PP) e 672.000, 4,15%
TG4 ore 11.30 415.000, 6,65%; ore 18:55 725.000, 4,43%.
TG LA7 ore 13:30 485.000, 3,01%; ore 20:00 1.264.000, 5,31%.
Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
nft
Diritto

NFT: le opere d’arte e il diritto. Il ruolo dei musei

L’opera d’arte nell’epoca degli NFT Walter Benjamin nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” affronta, tra i primi, la criticità della...
di Alessio Briguglio*
nft
upskilling
Economia

Upskilling nella Pubblica amministrazione tra esigenze, opportunità e rischi

L’upskilling, ovvero il miglioramento del profilo professionale, nella PA può tradursi in un investimento per la crescita dell’intero settore pubblico, in un’ottica di maggiore fluidità e intercambiabilità di ruoli e mansioni. Importante è far corrispondere alla crescita delle competenze anche progressioni di carriera.
di Simone Cannaroli
upskilling
continete africano
Mondo

Social media e movimenti di protesta nel continente africano

Il continente africano sta registrando negli ultimi anni un incremento delle proteste giovanili, dovute non solo alla marginalizzazione dei giovani dalla vita politica ed economica: una maggiore accessibilità ad Internet data dalle reti mobili e la diffusione dei social network hanno facilitato le organizzazioni e il dibattito pubblico.
di EMANUELE ODDI
continete africano
anac
Criminalità e contrasto

Anac presenta oggi la sua Relazione annuale alla Camera dei Deputati

Anac presenta oggi la Relazione sulle attività svolte e traccia un bilancio della corruzione in Italia nel 2021. Il nostro Paese migliora di 10 posizioni nell’Indice della percezione della corruzione, ma il Presidente di Anac Busìa pone l’accento sulla importanza di prevenire la corruzione.
di redazione
anac
sughero
Ambiente

Foreste di sughera, una risorsa da difendere per la rinascita dei territori rurali

In Sardegna si concentra circa l’85% delle foreste italiane di sughera, e nel Nord Est è presente la gran parte del patrimonio regionale. Il Report presentato oggi da Eurispes documenta la crisi del settore del sughero nei territori coinvolti e ne valorizza potenzialità e risorse, in primis quelle ambientali e turistiche.
di Carlo Marcetti*
sughero
guardia di finanza
Criminalità e contrasto

Guardia di Finanza, azione costante a tutela di spesa pubblica e cittadini

Per il 248esimo anniversario della sua fondazione, la Guardia di Finanza pubblica un bilancio operativo relativo agli interventi del 2021 e dei primi 5 mesi del 2022. Nel periodo di riferimento, la Guardia di Finanza ha eseguito più di un milione di interventi ispettivi che hanno dato origine a circa 74 mila indagini a contrasto di illeciti in campo finanziario ed economico e delle infiltrazioni criminali.
di redazione
guardia di finanza
Economia

Politiche per la coesione, una sinergia con il Pnrr per la crescita

Il 10 giugno scorso l’Italia ha trasmesso il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027. Il documento, presentato in una sua prima versione...
di Claudia Bugno*
Africa criptovalute
Economia

Africa 2022: il ruolo delle criptovalute

In Africa le criptovalute crescono in maniera costante, tanto che la Repubblica Centrafricana ha adottato la criptovaluta bitcoin come moneta nazionale. Ma se da un lato la criptovaluta incentiva il movimento di denaro per imprese e rimesse provenienti dall’estero, dall’altro pesano le carenze in infrastrutture energetiche e regolamentazione.
di Emanuele Oddi
Africa criptovalute
infrastrutture
Infrastrutture

Infrastrutture, migliorare la comunicazione tra Stato e Regioni per ottimizzare gli interventi. Intervista al Sen.Mauro Coltorti

Le infrastrutture italiane registrano ancora un divario importante tra Nord e Sud secondo il Sen. Mauro Coltorti, divario che forse nemmeno il Recovery riuscirà del tutto a sanare. Gli strumenti per intervenire sono in primis una maggiore comunicazione tra Stato e Regioni, innovazioni e legalità.
di Salvatore Di Rienzo
infrastrutture
nextgenerationeu
Europa

NextGenerationEU, innovativo anche nelle strategie di finanziamento

NextGenerationEU è un piano innovativo, che guarda al futuro anche nelle forme di finanziamento: si utilizzeranno i proventi delle autorizzazioni alle emissioni di gas serra, della tariffa sul carbonio dei prodotti importati altamente inquinanti, nonché i profitti residui delle multinazionali.
di Claudia Bugno*
nextgenerationeu