L'opinione

L’Europa “risvegliata” dal Papa che viene dalla fine del mondo

78

I Tg di venerdì 24 marzo – La vigilia delle commemorazioni per i 60 anni dalla firma dei patti di Roma vive nei Tg di serata dell’incrocio tra i temi della sicurezza e gli interventi odierni di Mattarella e Papa Francesco. L’ordine è “inverso”: sulle scalette TgLa7 e delle testate Mediaset ha il sopravvento il tema sicurezza, mentre sulla Rai le parole del Papa e del Presidente “aprono” le edizioni, arricchite da interviste a Angela Merkel (Tg1 e Tg2) e Romano Prodi (Tg2). Che sia il Pontefice a mostrarsi campione dell’europeismo invocando la solidarietà continentale è una contraddizione colta da Tg3. Nel clima di paura creato dall’attentato a Londra, soprattutto su Mediaset si passa dalle misure di sicurezza e dai rischi paventati per Roma (ma anche per Milano in occasione della visita del Papa) agli sviluppi delle indagini degli inquirenti britannici. Per soprammercato Tg4 ci illustra i danni e i rischi generati in Italia dagli “immigrati”. Mentana, infine, va in brodo di giuggiole annunciando la doppia maratona di domani (mattina e pomeriggio) per seguire la cronaca di Milano e i tanti cortei della Capitale.

La politica latita: nessun titolo e, in pratica, nessun servizio. A prendere il sopravvento è la cronaca. La condanna a 30 anni di Fabio Di Lello per l’omicidio Vasto del ragazzo che aveva investito la moglie uccidendola, è nei titoli per i Tg Rai e Studio Aperto, nei servizi anche per gli altri. La vicenda milanese dell’ortopedico arrestato per corruzione in relazione agli ordini di protesi nell’Ospedale Pini, ma anche di aver usato pazienti come cavie per le operazioni nel privato, è nei titoli di Tg4 e Tg5, ma ripresa da tutti e con ampio spazio da Tg La7 che sottolinea come questi comportamenti rischino di offuscare la storica e meritata fama del nosocomio milanese.

Sempre per la cronaca il minorenne disabile di Giugliano violentato per anni da diversi coetanei è in apertura per Studio Aperto e nei titoli per Tg3 e Tg5.

Per gli esteri scarsa l’attenzione al destino della controriforma sanitaria di Trump, in votazione nel pomeriggio Usa. Solo su TgLa7 (titolo) e Tg3 (servizio) viene segnata la probabile, prima, grave sconfitta del nuovo inquilino della Casa Bianca. Ci “avevano preso”: intorno alle 21 giunge da Washington la notizia del ritiro del provvedimento per evitare la sua impallinazione ad opera dei parlamentari repubblicani non soddisfatti del solo parziale stravolgimento dell’Obama-care

Sempre per gli esteri Tg3 continua a illuminare la drammatica condizione dei civili di Mosul. Sempre in tema profughi, Tg5 segnala le nuove probabili vittime in mare e il persistere di situazioni contraddittorie e ipocrite al confine di Ventimiglia.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani