Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

L’Europa senza frontiere (!?!)

I Tg di lunedì 15 giugno – La sconfitta del Pd nei ballottaggi è in apertura su tutti i Tg, ma quelli Rai hanno in primissimo piano lo scontro Francia-Italia e l’aggiornamento sulla situazione di Ventimiglia e sui profughi bloccati davanti quelle che non dovrebbero esser più delle frontiere.

Per la politica va in onda un po’ su tutti la prima sconfitta “senza se e senza ma” del Pd di Renzi, che perde la guida di diversi comuni al nord come al sud, e ne conquista solo 2. Forza Italia che rialza la testa è in primissimo piano su Mediaset, con Berlusconi che appare ringalluzzito e Toti che funge da suo profeta. Su TgLa7 lunga intervista a Massimo Cacciari, ex sindaco di quella Venezia che negli ultimi 22 anni è sempre stata amministrata dalla sinistra (o meglio, dal centrosinistra) e che da ieri è passata nelle mani di un sindaco “trasversale” – come lui stesso si dipinge, che però ha avuto il supporto del centro destra e, al ballottaggio, anche della Lega. Per Cacciari il Pd a Venezia a sbagliato su tutto: candidatura, mancanza di volti nuovi, richiamo ad istanze di sinistra-sinistra che l’hanno vista sconfitta. Mentana sottolinea più degli altri l’affermazione del Movimento Cinque Stelle, vittorioso in 5 ballottaggi su 5: non possiamo dargli torto, tanto più che in prospettiva l’allenamento al ballottaggio potrebbe far comodo a livello nazionale in logica Italicum.

Lo scambio a distanza sulla questione profughi tra Roma e Parigi fa dire a TgLa7 che è difficile immaginare un rasserenarsi del clima nei pochi giorni che mancano al vertice Ue sul tema. Il così detto “piano B” di cui Renzi ha parlato al Corriere e che scatterà se l’Italia sarà lasciata sola da Bruxelles, non è stato ancora illustrato, ma il premier – ripreso da tutti – assicura che “l’Italia è un grande Paese e, se obbligata, dimostrerà che è in grado di farcela anche da sola”. I riferimenti assai critici e quasi espliciti alle posizioni di chiusura del governo francese segnalano che si rasenta la crisi diplomatica. Tg1 manda in onda un buon servizio sulle frontiere bloccate dal combinato-disposto di Dublino 2 e degli egoismi nazionali. Le immagini presenti soprattutto sui Tg Rai dei tanti cittadini romani e milanesi che in queste ore stanno manifestando concreta solidarietà a chi è accampato nelle stazioni o nei ricoveri d’emergenza allestiti (in ritardo) dalle prefetture, portando viveri e vestiario ha chi ha fame e non ha niente, regalano a noi (e, speriamo, a tutti) un momento di composta commozione. TgLa7 fa in tempo a riportare che il sindaco di Milano – città che in questi giorni a fatto a gara con l’amministrazione in quanto a solidarietà – non ha più mezzi e risorse per intensificare gli sforzi di assistenza.
Il macabro balletto sull’accordo-mancato accordo tra Atene e Bruxelles è interrotto dalla autorevole voce di Francoforte. Tutti i maggiori Tg riprendono le dichiarazioni preoccupate e preoccupanti di Mario Draghi sul possibile default della Grecia. In questa prospettiva anche oggi le borse sono andate giù, ma il capo della Bce è sembrato richiamare un po’ tutti a non giocare con il fuoco.
Tg1, Tg3 e TgLa7 danno ampio spazio ai dati Istat sulla popolazione italiana e sul riproporsi, per la prima volta a 100 anni di distanza dalla Grande Guerra, di un saldo negativo tra morti e nascite: – 100.000, malgrado l’apporto consistente della quota (15%) dei figli nati nel 2014 da entrambi i genitori stranieri. Anche gli immigrati sono diminuiti, perché la crisi li ha obbligati a lasciare il Paese, così come hanno fatto circa 130.000 italiani volati all’estero. Tg1 si fa sfuggire un commento niente male: nel ragionare sui nuovi flussi di disperati si tenga conto del fatto che il Paese sta invecchiando e, in prospettiva, si sta spopolando.
Chiudiamo segnalando un anniversario “non da poco” ricordato in un titolo da Tg2: gli 800 anni della Magna Carta, il documento inglese che ha fatto da battistrada nel percorso verso il riconoscimento nelle varie costituzioni dei diritti dei cittadini.

Dati auditel dei Tg di domenica 14 giugno 2015

Schermata 2015-06-15 alle 23.17.29

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
nft
Diritto

NFT: le opere d’arte e il diritto. Il ruolo dei musei

L’opera d’arte nell’epoca degli NFT Walter Benjamin nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” affronta, tra i primi, la criticità della...
di Alessio Briguglio*
nft
upskilling
Economia

Upskilling nella Pubblica amministrazione tra esigenze, opportunità e rischi

L’upskilling, ovvero il miglioramento del profilo professionale, nella PA può tradursi in un investimento per la crescita dell’intero settore pubblico, in un’ottica di maggiore fluidità e intercambiabilità di ruoli e mansioni. Importante è far corrispondere alla crescita delle competenze anche progressioni di carriera.
di Simone Cannaroli
upskilling
continete africano
Mondo

Social media e movimenti di protesta nel continente africano

Il continente africano sta registrando negli ultimi anni un incremento delle proteste giovanili, dovute non solo alla marginalizzazione dei giovani dalla vita politica ed economica: una maggiore accessibilità ad Internet data dalle reti mobili e la diffusione dei social network hanno facilitato le organizzazioni e il dibattito pubblico.
di EMANUELE ODDI
continete africano
anac
Criminalità e contrasto

Anac presenta oggi la sua Relazione annuale alla Camera dei Deputati

Anac presenta oggi la Relazione sulle attività svolte e traccia un bilancio della corruzione in Italia nel 2021. Il nostro Paese migliora di 10 posizioni nell’Indice della percezione della corruzione, ma il Presidente di Anac Busìa pone l’accento sulla importanza di prevenire la corruzione.
di redazione
anac
sughero
Ambiente

Foreste di sughera, una risorsa da difendere per la rinascita dei territori rurali

In Sardegna si concentra circa l’85% delle foreste italiane di sughera, e nel Nord Est è presente la gran parte del patrimonio regionale. Il Report presentato oggi da Eurispes documenta la crisi del settore del sughero nei territori coinvolti e ne valorizza potenzialità e risorse, in primis quelle ambientali e turistiche.
di Carlo Marcetti*
sughero
guardia di finanza
Criminalità e contrasto

Guardia di Finanza, azione costante a tutela di spesa pubblica e cittadini

Per il 248esimo anniversario della sua fondazione, la Guardia di Finanza pubblica un bilancio operativo relativo agli interventi del 2021 e dei primi 5 mesi del 2022. Nel periodo di riferimento, la Guardia di Finanza ha eseguito più di un milione di interventi ispettivi che hanno dato origine a circa 74 mila indagini a contrasto di illeciti in campo finanziario ed economico e delle infiltrazioni criminali.
di redazione
guardia di finanza
Economia

Politiche per la coesione, una sinergia con il Pnrr per la crescita

Il 10 giugno scorso l’Italia ha trasmesso il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027. Il documento, presentato in una sua prima versione...
di Claudia Bugno*
Africa criptovalute
Economia

Africa 2022: il ruolo delle criptovalute

In Africa le criptovalute crescono in maniera costante, tanto che la Repubblica Centrafricana ha adottato la criptovaluta bitcoin come moneta nazionale. Ma se da un lato la criptovaluta incentiva il movimento di denaro per imprese e rimesse provenienti dall’estero, dall’altro pesano le carenze in infrastrutture energetiche e regolamentazione.
di Emanuele Oddi
Africa criptovalute
infrastrutture
Infrastrutture

Infrastrutture, migliorare la comunicazione tra Stato e Regioni per ottimizzare gli interventi. Intervista al Sen.Mauro Coltorti

Le infrastrutture italiane registrano ancora un divario importante tra Nord e Sud secondo il Sen. Mauro Coltorti, divario che forse nemmeno il Recovery riuscirà del tutto a sanare. Gli strumenti per intervenire sono in primis una maggiore comunicazione tra Stato e Regioni, innovazioni e legalità.
di Salvatore Di Rienzo
infrastrutture
nextgenerationeu
Europa

NextGenerationEU, innovativo anche nelle strategie di finanziamento

NextGenerationEU è un piano innovativo, che guarda al futuro anche nelle forme di finanziamento: si utilizzeranno i proventi delle autorizzazioni alle emissioni di gas serra, della tariffa sul carbonio dei prodotti importati altamente inquinanti, nonché i profitti residui delle multinazionali.
di Claudia Bugno*
nextgenerationeu