L'opinione

Mafia Capitale: – 130

80

I Tg di giovedì 5 novembre – “130”: queste le udienze già programmate da qui al prossimo luglio nel processo “Mafia-Capitale”, cominciato oggi a Roma. I Tg si mostrano agguerriti e pronti a gestire l’evento di cronaca giudiziaria dell’anno (aperture per i Tg Rai, nei titoli per tutti), con Tg La7 che annota come nell’aula si contassero più giornalisti che imputati, avvocati e magistrati. Quasi tutte le testate offrono efficaci ricostruzioni di un anno di indagini; sempre Tg La7 e Tg2 si soffermano sulla presenza in aula di Luca Odevaine, uno dei maggiori imputati che, ad appena 48 ore dalla concessione degli arresti domiciliari, ha voluto rimarcare che “la mafia a Roma non esiste”. Odevaine, che (ndr) sembra essere uscito dal paese delle meraviglie, per Mentana non è’ escluso che possa, a questo punto, rientrare presto in carcere per violazione degli obblighi di un imputato appena rilasciato. Non banale il servizio di Tg4 che ci fa vedere come i campi rom capitolini, oggetto degli appalti manipolati da Buzzi e Carminati e tra le loro prime fonti di lucro, continuano ad essere abbandonati al degrado.

“Non per cassa, ma per equità”: questo il nome della proposta di riforma delle pensioni presentata dal presidente Inps Boeri il 5 giugno al governo e di cui oggi è stata resa noto il testo. Le molte misure suggerite, tra cui l’ipotesi di un taglio alle pensioni d’oro (sopra 5.000 euro) per finanziare un reddito minimo per gli ultra 55enni senza reddito, sono apertura per Tg5 e Tg La7. Mentre i Tg Mediaset si mostrano preoccupati che i tagli possano estendersi ad altre categorie di pensionati, solo Tg La7 afferma esplicitamente che siamo alla rottura tra Boeri e Palazzo Chigi, che di fatto ne “boccia” l’intraprendenza e non intende dar corso a quanto prospettato.

I dati Istat che prospettano una crescita superiore a quanto previsto solo qualche mese fa, vengono rilanciati con un certo entusiasmo dai Tg Rai e Tg La7, che riprendono gli interventi di Matteo Renzi e del Presidente Mattarella, dalla sua prima visita in Vietnam. Più restii a trattarne i Tg Mediaset: per Studio Aperto e Tg4 la notizia è non pervenuta; per Tg5, che comunque gli dedica un titolo, è l’odierno intervento di Draghi, che parla di tragica disoccupazione per i giovani, a rubare la scena ai numeri e alle prospettive di crescita.

Il centrodestra che si riunifica sotto la bandiera leghista a Bologna è titolo per 5 Tg su 7. Per Mediaset l’adesione di Berlusconi alla manifestazione “Blocca Italia” rappresenta, come da nota di Arcore, “la svolta per vincere le elezioni”; gli altri Tg parlano invece di tentennamenti nel cerchio magico e tra i residui maggiorenti di Forza Italia, che temono che l’ incontro abbia piuttosto il sapore di una consegna dello scettro del centrodestra a Salvini. Le dichiarazioni odierne di Grillo per sul candidato M5S per la guida della Capitale sono appannaggio delle sole testate Rai.

Le ombre sulla tragedia aerea in Sinai, con gli aerei di molte compagnie occidentali bloccati nell’aeroporto di Sharm e le ipotesi sempre più accreditate di un attentato terroristico da parte dell’Isis, sono apertura per Tg4 e restano per gli altri Tg a metà edizione.

Segnaliamo stasera come Tg3 e Tg1 continuino ad occuparsi dell’emergenza profughi che sta interessando le isole greche e in particolare Lesbo, visitata oggi da Schulz e dal premier greco Tsipras.

Tg1 ci racconta del coraggio di una suora palermitana che, oggetto di minacce e violenze, continua a gestire un centro per donne e bambini bisognosi. Rimanendo in Sicilia, Tg2 dedica il suo approfondimento alle condizioni disastrose delle linee di comunicazione (ferrovie, autostrade e strade provinciali) dell’isola. 5 ore per raggiungere Palermo da Trapani. No comment.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani