Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

Qualche volta tornano…

I Tg di lunedì 2 maggio – La decisione del Tribunale internazionale dell’Aia che invita Nuova Delhi a consentire il rientro del marò Salvatore Girone, che potrà restare in Italia per la durata dell’arbitrato richiesto dal nostro Paese, raccoglie globale entusiasmo e le aperture di Tg1, Tg2 e quelli Mediaset. Ospite al Tg1, il ministro Gentiloni prospetta di aspettarsi un “atteggiamento costruttivo” da parte dell’India nella speranza di risanare un rapporto diplomatico logorato da quattro anni di tira e molla giudiziari.

Il crollo degli indici bancari dovuto alla mancata capitalizzazione della Banca Popolare di Vicenza, prima assistita dal nuovissimo Fondo Atlante, ottiene le aperture di Tg3 e Tg La7 e titoli su Tg1 e Mediaset. Spazi nel complesso limitati, con Tg3 che con più chiarezza spiega perché l’instabilità di un solo istituto si traduce in perdite per tutto il settore. Sempre Tg3 e Tg La7 sono i soli a presentare servizio e titolo sulle carte incriminanti fatte circolare da Green Peace che, svelando le pressioni fatte dall’America sulla UE per scavallare alcune norme ambientaliste, minerebbero la sigla del Ttpi, il partenariato transatlantico su commercio ed investimenti.

L’avvio da parte del premier Renzi, “con 5 mesi d’anticipo”, della campagna referendaria per il Sì alla legge di riforma costituzionale è secondo titolo quasi per tutti. Alla sfida del presidente del Consiglio che preannuncia anche un decreto legge sulle unioni civili per il 12 maggio Tg1, Tg3 e Tg La7 affiancano la le risposte del comitato per il no: un vasto “planetario” che “rotea attorno alla figura di Rodotà” (Tg La7).

Le indagini sul “palazzo degli orrori” di Prati Verdi nel comune di Caivano ricevono anche oggi titoli e servizi, con i Tg Rai e Tg5 parlano apertamente di “indagini appena iniziate” e di “rete di pedofilo ed assassini operanti in un clima d’omertà”. Spazio maggiore sulle testate Mediaset, dove al riaffiorare nei servizi dei “toni patetici” anche su Tg4 (uso di vezzeggiativi, riferirsi alla bimba morta prevalentemente con il nome “chicca”) si accompagnano l’offerta di reportage (Tg5) e spazi di approfondimento; sempre Tg4 che passati in rassegna i più recenti casi di abusi e violenza su minori indaga sulle tecniche adoperate dagli psicologi dell’infanzia per identificare questi stati di malessere.

L’arrivo dopo più di 50 anni di una nave da crociera statunitense sulle coste cubane è ripreso da tutte le testate (titoli per Tg1, Tg3 e Tg4) come la “crociera del disgelo”, con Cecchi Paone che già dal titolo la presenta come una “splendida notizia”. Analogo spazio trovano le riprese provenienti dall’ospedale di Aleppo e che mostrano gli ultimi istanti di vita del cooperante pediatra europeo prima che un missile colpisse la struttura (titolo per Studio Aperto). Sempre per gli esteri, Tg1 segnala in un servizio la nuova ondata di repressioni delle forze di Al sisi contro la stampa contraria al regime. Tg3 e TgLa7 titolano entrambi con notizie dal fronte della guerra all’Isis: il primo riprende il quotidiano di Damasco che accusa Assad di servirsi di armi chimiche (gas Sarin), mentre l’altro segue l’avanzata nel nord dell’Iraq dei contingenti militari di Mosul.

La copertina del Tg5 va stasera alla sentenza della Cassazione, che ha dichiarato non punibile un senza casa per un furto da 5 euro, presentandola come un problematico precedente (servizi su altri Mediaset e Rai). Segnaliamo inoltre il buono speciale sulla terra dei fuochi del Tg2.

L’86 esimo compleanno del leader radicale Marco Pannella, padre “di 100 referendum” (Tg2), ottiene gli auguri ed ampi spazi su tutta l’informazione serale, mentre le testate Mediaset rivolgono un sorriso anche al primo compleanno della principessina Charlotte d’Inghilterra.

Ultime notizie
last20
Mondo

Oltre il G20: The Last20, il mondo visto dagli ultimi

The Last20 è l’iniziativa nata per portare in primo piano storie e testimonianze dai paesi collocati agli ultimi posti nel mondo per ricchezza e prestigio, in contrapposizione alla egemonia economica e politica dei Grandi del G20.
di Tonino Perna e Ugo Melchionda
last20
loot box
Economia

Loot box e gacha games: intrattenimento o gioco d’azzardo?

Loot box e gacha games sono due forme di intrattenimento virtuale e di profitto ancora non regolamentate in ambito fiscale. Utilizzate soprattutto dai giovanissimi nei giochi online, determinano una serie di microtransazioni il cui premio, o risultato, è sconosciuto, e dunque possono rientrare nel gioco d’azzardo.
di Giovambattista Palumbo*
loot box
giustizia riparativa
Giustizia

La giustizia che ripara. Nascono anche in Italia le prime città riparative

La giustizia riparativa mira a ricostruire lo strappo che un reato genera all’interno della collettività, mettendo in comunicazione e collaborazione vittima e autore del reato. A tale scopo sono nate anche in Italia delle città-laboratorio, come nel caso di Tempio Pausania, in Sardegna.
di Giuseppe Pulina
giustizia riparativa
ismea
Agricoltura

Proteggere i redditi agricoli da crisi ed eventi climatici: intervista a Camillo Zaccarini Bonelli, ISMEA

Camillo Zaccarini Bonelli, agronomo esperto di fondi comunitari in agricoltura e politica agricola comunitaria, descrive le soluzioni emerse recentemente per la gestione dei rischi in agricoltura, settore sempre più minacciato da eventi climatici estremi e crisi internazionali.
di Andrea Strata
ismea
gioco
Gioco

Giochi: rischio illegalità all’attenzione delle Regioni

Nei dati forniti dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, nel periodo 2020-2021 sono state scoperte 250 sale illegali in pochi mesi, chiuse 100 bische e sequestrate 2 mila slot. Serve indagare le cause di un fenomeno in crescita, nonché sottrarre spazi alle attività illegali.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
gioco
pnrr
Economia

Pnrr, raggiunti tutti gli obiettivi del primo semestre 2022

Pnrr, il nostro Paese ha raggiunto tutti i target del primo semestre 2022 stabiliti dalla Commissione Europea: 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Il Mef ha poi inviato la richiesta di pagamento della relativa tranche alla Commissione per un totale di 21 miliardi di euro.
di Claudia Bugno*
pnrr
algoritmo antievasione
Fisco

Un algoritmo antievasione aiuterà l’azione di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza

Si chiama VeRa l’algoritmo antievasione in grado di incrociare e confrontare i dati dei contribuenti per evidenziarne le irregolarità. Sarà un valido contributo alla lotta all’evasione fiscale per Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, che avranno accesso ai database nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.
di Giovambattista Palumbo*
algoritmo antievasione
AFCTA
Economia

AfCTA un anno dopo: il continente africano guarda al modello Ue per il libero mercato

L’AfCTA è un accordo commerciale firmato e ratificato dalla maggior parte dei paesi africani che prevede tra gli Stati firmatari l’abbattimento dei dazi doganali e la semplificazione degli aspetti burocratico-amministrativi al fine di implementare la libera circolazione delle merci nel continente.
di ODDI EMANUELE
AFCTA
REPowerEU
Economia

REPowerEU, la transizione energetica nel nuovo scenario emergenziale

Il Piano REPowerEU è stato messo a punto dalla Commissione Europea per garantire la sicurezza energetica in Ue, accelerando al contempo la transizione verde delle fonti di energia. Il cambio di marcia è legato alla nuova emergenza energetica causata dal conflitto in Ucraina.
di Claudia Bugno*
REPowerEU
corporate warfare
Economia

Corporate Warfare: un fenomeno sottotraccia con riflessi importanti sulla collettività

La Corporate Warfare, ovvero la guerra aziendale compiuta con ogni mezzo e con le più moderne tecnologie, minaccia le sorti di imprese e settori economici, pubblici e privati, con riflessi sull’intera collettività.
di Alfonso M. Balotta
corporate warfare