L'opinione

Attentato quotidiano

40

I Tg di martedì 6 giugno – In apertura su tutte le testate l’ulteriore attentato terroristico di metà pomeriggio davanti a Notre Dame. Per fortuna nessun “danno grave”, ma è sintomatico che un ulteriore lupo solitario sia riuscito a calamitare l’attenzione di mezzo mondo. Nei servizi di tutti il ricorso massiccio ai filmati postati dai semplici cittadini e dai tanti turisti, dentro e fuori della Cattedrale parigina. Tra questi spicca quello dei fedeli seduti nei banchi della chiesa con le mani alzate, prima dell’ok delle forze dell’ordine che ne hanno autorizzato l’uscita.

Grande attenzione alla rivelazione della presenza in un altro attentato, quello di sabato a Londra, di un italo-marocchino tra i 3 terroristi di London Bridge (uccisi dalla polizia) che hanno fatto diverse vittime. Il 22enne radicalizzato viveva in Marocco, ma sua madre era tornata a vivere nella natia provincia di Bologna. Nei titoli su tutte le testate, che in molti casi intervistano ignari concittadini della madre del terrorista. Anche in questo caso sembra che i servizi italiani avessero attenzionato anche quelli britannici sulla potenziale pericolosità del giovane.

In una serata in cui i temi del terrorismo, del medio oriente e del fenomeno migratorio, occupano buona parte delle scalette, c’è da segnalare l’attenzione di TgLa7 all’evoluzione della campagna curdo-araba per la liberazione di Raqqa dall’Isis. L’arresto a Palermo di numerosi “scafisti di lusso”, ovvero di delinquenti che avevano organizzato una prima classe per i trasferimenti di merci da contrabbando e profughi (e forse di terroristi) dalla sponda sud del Mediterraneo alla Sicilia, è nei titoli di Studio Aperto, Tg3, Tg4 e Tg5. Se ne occupa anche Tg2, che riflette su viaggi ben diversi da quelli della speranza.

Trump che “si prende il merito” della crisi del Qatar, avendo contribuito alla rottura del fronte sunnita , compare su Tg5.

Passando alle notizie dall’interno, Tg1, Tg3 e Tg5 ritornano sull’ipotese di differimento della pena o degli arresti domicialiri per il “malato” Riina, dando la parola a diversi magistrati che si dicono assolutamente contrari, ribadendone la pericolosità. Tg1 ripropone lo sdegno parenti delle tante vittime della mafia. Tg2 riporta anche le posizioni più garantiste. Tg5 propone l’intervento del direttore del Dubbio Sansonetti secondo il quale la sentenza della Cassazione è un “colpo al populismo giudiziario”.

L’accettazione delle eventuali responsabilità del Comune da parte della Sindaca di Torino Appendino, dopo il sabato folle che ha provocato 1.500 feriti, appare (a noi) più che dignitosa. Nei titoli per La7.

La legge elettorale, che procede con relativa tranquillità in una Camera praticamente vuota, è “disturbata” dalle dure dichiarazioni di Napolitano che, per Tg5, “boccia il patto”. Grillo in giornata fa alcune dichiarazioni che fanno pensare ad un volta faccia, ma “mi dicono che non è vero” (Tg3).

L’Alitalia che, – sembrerebbe – fa gola a ben 32 soggetti che hanno ufficialmente manifestato un qualche interesse, compare in un servizio del Tg3.

Nella parte bassa delle scalette diversi titoli e servizi sulla consegna delle prime casette per i terremotati di Arquata, in un clima di diffusa insoddisfazione e confusione.

 

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione